Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Frequento una persona narcisista? Come devo comportarmi?

Inviata da Franci il 10 lug 2015 Terapia di coppia

Buongiono,

circa un anno e mezzo fa ho conosciuto questo ragazzo che è diventato un mio grande amico e collega di studi.
Suo unico difetto è che è molto sicuro di sè da ogni suo punto di vista mentre tende a sminuirmi, cosa a cui non ho mai dato peso, anzi ridevo delle sue battute e stavo al gioco.

Passano i mesi e comincia a manifestare un comportamento strano, in quanto inizia a scomparire - non risponde ai messaggi e si fa distaccato fino a non avere alcuna sua notizia per una settimana intera.
Poi gli passa tutto e torna come prima, gli chiedo spiegazioni e mi risponde "è colpa tua, sei stupida" e basta, non c'è modo di ottenere maggiore chiarezza.

Una sabato sera (dopo circa 11 mesi dalla sua conoscenza) mi invita a casa sua e mi fa bere un po' troppo, fatto sta che passo la notte lì. Cerco di non dare importanza alla cosa, in quando consapevole del fatto che siamo solo amici e sono stati i bicchieri di troppo a fargli prendere l'iniziativa e faccio bene, infatti il lunedì è distaccato, quasi scontroso e mi dice "non me ne frega nulla di come ti senti" (quando io mi stavo comportando in maniera normalissima e scherzavo su quello che era successo).
La sera stessa rimaniamo soli e mi bacia, cosa che mi lascia ancora più perplessa.
Seguono giorni in cui sembra volermi vedere e allo stesso tempo non volerlo.

Per 15 giorni non ci vediamo ma ci come abbiamo sempre fatto. Ci vediamo e siamo 2 comuni amici.Mi convince a dare lo stesso esame universitario, pur non potendo vederci, salvo poi dirmi che "non vuole sentire alcuna domanda inerente all'esame" e allo stesso tempo alterna momenti di profonda amicizia (vuole addirittura affittare una stanza assieme) a momenti in cui pare uno sconosciuto. Io ci rimango male, ma lo lascio fare, rassegnata al fatto che devo aver scoperto la sua vera natura di persona un po' lunatica e scorbutica, di persona che c'è, ti parla, ti risponde, ma che ti fa capire che in fondo di te non gliene frega nulla (in quel periodo ho affrontato anche un lutto e lui era completamente disinteressato al mio stato emotivo).

Passano altri mesi e diventa sempre più ostile nei miei confronti pur continuando a passar il tempo con me, che ho scoperto di essere una persona molto paziente. Alla fine gli dico che ho deciso di passare del tempo (si parla di quasi un anno, anche se la cosa non era certa) all'esterno e improvvisamente cambia, torna ad essere socievole, cosa che mi fa piacere.

Alla fine entrambi abbiamo deciso di soggiornare all'estero (paesi diversi) ma mi prega di coprire lo stesso periodo di tempo, così che entrambi saremmo tornati nello stesso periodo. Accetto e ne è molto felice dicendomi che comunque in quel periodo distanti ci continueremo a sentire su Skype e non gli importa se dovrà pagare.

Passano una 20ina di giorni e si fa avanti baciandomi, io rimango decisamente sconvolta dall'avvenimento ma dopo aver meditato decido che posso provar a veder come va . Dopo i primi momenti sembra essere impazzito iniziando a parlarmi di matrimonio e di un futuro assieme, e mi dimostra coi che non è interessato a nessun'altra ragazza se non a me. Io sono sempre più confusa in quando ho sempre pensato che la nostra fosse solo una profonda amicizia, finché decide - giustamente- di dar priorità ad altri impegni e di conseguenza ci vediamo pochissimo, e solo in ambito universitario. in una di queste rare occasioni, dopo mezz'ora mi chiede perché "non vai a prendere il treno", "ma non devi ancora andare via?". Era chiaramente stressato ma ci rimango male, glielo faccio presente, giorni dopo, mi fa arrabbiare ancora di più perché lui prende atto dei fatti ma raramente si scusa, e se lo fa non sembra veramente intenderlo.
Comunque passiamo del bel tempo insieme, e lui è sempre molto attento a stabilire una comunicazione quotidiana ed inizia addirittura a farmi domande su quello che faccio o che sa che devo fare nel corso della giornata, mi ascolta (prima tutto ciò era rarissimo se non del tutto assente). Lascio correre tutte le sue "mancanze" e accetto che lui non dica a nessuno di noi e che si renda pubblico il nostro rapporto solo all'Università ma non nella zona dove abita e dove lo possono conoscere bene (mentre era ben felice di sapere che i miei genitori o i miei amici più cari sapessero della relazione), anche perché so che la partenza di entrambi é imminente e preferisco guardare solo i lati positivi.

Ci salutiamo, sembra comunque dispiaciuto. Prima della partenza si fa risentire ed è affettuoso come al solito.

Parte e scompare. Mi risponde la prima sera dicendomi che è sano e salvo (il viaggio era lungo) poi c'è silenzio per circa 2 giorni. Gli scrivo e dopo poco inizia con "i link che mi mandi non li apro/ i messaggi vocali lunghi non li ascolto/ ecc" e va bene, comunque non era cose importanti. Mi faccio coraggio e penso che avrà altro da fare, gli scrivo di un argomento che gli è sempre interessato ma non risponde. Ok il messaggio non necessitava alcun commento ma mi sento come una persona che è stata usata.

Vi assicuro che non sono una persona pressante, ma questo suo comportamento mi ferisce, è qualche giorno che non gli dico nulla e lui ovviamente non si fa sentire, pur vedendo che per altre cose il tempo lo trova. Lui sa che non sono una persona che pretende niente, perché gliel'ho sempre detto. Ma non capisco perché abbia di questi momenti. Questa situazione mi fa stare molto male e no so come comportarmi, se abbassarmi e tentare di nuovo una comunicazione oppure se lasciarlo stare, in quando so che dopo un po' di tempo torna "normale".

Ho iniziato a pensare sia un narcisista a causa di questi suoi comportamenti, anche egoisti a volte, dove viene lui prima di chiunque altro.

Chi conosce bene tutta la storia che ho cercato di riassumere mi dice di lasciarlo perdere in quanto persona che mi potrebbe solo far soffrire e non riescono a capire il suo atteggiamento.

Vi prego di darmi un consiglio, grazie in anticipo per la vostra gentilezza

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Franci,

sembra essere consapevole del criticismo e degli aspetti egoistici di questo ragazzo, cosi come delle sue contraddizioni che destabilizzano. E si chiede "come devo comportarmi?" In primis le direi di chiedersi perché sta con lui, cosa si aspetta da questa frequentazione e se risponde ai suoi bisogni. Non nego che una relazione come quella che descrive ha aspetti distruttivi e patologici, ma sta a lei decidere se proseguire o meno. Se decide di proseguire dovrà accettare le continue umiliazioni, l'ambiguità e i comportamenti egoistici. Spesso le donne imprigionate in relazioni simili, sperano in un cambiamento dell'altro che ha la capacità di farle sentire in qualche modo speciali e importanti: ma se si ama un uomo pensando di cambiarlo, non si ama lui ma quello che vorremmo lui fosse; e se lui ci amasse ci rispetterebbe e penserebbe al nostro bene e non solo a se stesso.

I migliori auguri.

Dott.ssa Annalisa De Filippo, Psicologa Psicoterapeuta


Dott.ssa Annalisa De Filippo - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Sesto San Giovanni

58 Risposte

358 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Francy, leggendo la tua mail penso a quanti atteggiamenti rifiutanti da parte di questo ragazzo hai dovuto vivere e sì, sembri proprio una persona paziente. Purtroppo è possibile che lui non se ne renda conto ma anche che non abbia intenzione di cambiare questa parte di sé. Mi domando perché tu abbia bisogno di viverti una relazione così rifiutate, sapendo che ad un avvicinamento seguirà l'ennesimo rifiuto. Mi colpisce che tu continui a dare tempo e spazio nella tua vita ad una persona che ti ha ritenuto stupida. Una persona egoica fa entrare gli altri nella sua vita solo se rispondono a propri bisogni, c é ben poco spazio per i bisogni e i desideri degli altri perché il centro intorno al quale ruota tutto è il proprio ego... Pensa che bellezza incontrare qualcuno capace di pensare "tu" e soprattutto "noi". Ti auguro di riconoscersi in pieno il tuo valore come persona. Un saluto.
Dott. sas Francesca Brabanti

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buondì,
questa storia non storia che ti tiene agganciata, può incuriosire ed infatti tu non ti risparmi dal dare una ridondanza di informazioni che fanno pensare a tutto ed a nulla.
Impossibile da parte mia farmi una idea precisa del ragazzo e non so se altri miei colleghi potranno farlo. I tuoi amici e compagni di studi invece, hanno la facoltà di esprimerti il loro punto di vista e pur essendo una maggioranza, non riescono a convincerti del fatto che lui è 'fatto come è fatto'. Non ti bastano i consigli perché l'unica che può darteli sei tu stessa.Se nemmeno tu riesci,vuol dire che hai investito parecchio interesse su di lui per qualche motivo sul quale si dovrebbe indagare e per fare questo serve un esperto specialista di persona. Se ti diventa difficile farti aiutare da qualche mio/a collega della tua zona, puoi riflettere chiedendoti quale beneficio emotivo stai ricavando da questo tipo di relazione e soprattutto per quanto tempo sei disposta a mantenerti in questa posizione. Da qui, potrei darti una mano ma ho bisogno di conoscere la tua storia personale con dovizia di dettagli.Ciao
Dot.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

618 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Franci,
i continui cambi di umore e di opinone del tuo amico/ragazzo confondono.

Possiamo pensare ad un temperamento "lunatico", come dici tu, a diffiicoltà relazionali. a disagi psicologici....ma mi preme maggiormente che tu ti prenda cura di te stessa.

Ad oggi le tue scelte e la tua vita ruotano intorno ai suoi cambiamenti e prendono direzione in base al suo umore. Potresti cominciare a scegliere senza condizionamenti.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2020 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77800

Risposte