Ex fidanzato bipolare

Inviata da Rosa · 5 set 2022 Disturbo bipolare

Buonasera,
Ho una situazione particolare con il mio ex. Ci conosciamo da 5 mesi ma siamo stati bene solo i primi 26 giorni, poi dopo una discussione è scomparso bloccandomi su tutti i social. Quando l'ho rivisto casualmente per strada ha deciso di riprovarci ma poi mi ha lasciata, ha ripetuto questo comportamento sino ad oggi. Tende a chiudere la nostra relazione e poi vuole ritornare con me nell'arco di due tre settimane. Dice di soffrire di depressione bipolare e che è a causa della sua patologia che tende a comportarsi in questo modo. Inventa solo scuse, ho scoperto che quando mi lascia frequenta altre donne e si fidanza poi le lascia e torna da me per poi riandarsene di nuovo per poi ricominciando da capo. Ovviamente lui nega ma io ho le prove. Quando andiamo d'accordo tende a lasciarmi ad ogni contrarietà e spesso e volentieri mi lascia anche senza motivo apparente. Dice di non avere le forze (anche se con i suoi amici non sembra affatto essere così ) ma poi si pente e ritorna. La nostra relazione è diventata tossica. Mi fa sentire sempre in colpa. Chiedo a voi esperti: È vera questa sua giustificazione? O è un uomo sano che mi manipola?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 SET 2022

Ciao Rosa, non so se il suo ragazzo sia bipolare o meno, se gli sia stato diagnosticato questo disturbo, se abbia un qualche tipo di disturbo di personalità, oppure come dici se è un manipolatore con nessun particolare problema di salute mentale. Sicuramente il suo modo di vivere la relazione intima con te (se non con tutte le altre, ma non lo possiamo sapere) causa sofferenza nell'altro, in questo caso l'altro sei tu, perchè lo rende passivo ed in balia delle sue scelte. Penso sia per te molto utile, se non necessario, rivolgerti ad una/un terapeuta per esplorare quali sono i bisogni che ti legano a lui, per esempio sarebbe utile capire cosa cambierebbe in te, nel modo di vederlo e amarlo, se avesse veramente un disturbo bipolare o qualche altro disturbo? Queste situazioni relazionali sono dolorose, ma per fortuna è un legame ancora poco consolidato, è una buona occasione per approfondire questo aspetto della tua personalità e su ciò che questo ragazzo è per te, cosa ti fa soffrire di lui e cosa ti lega a lui, in modo da poterti sentirti meno passiva, insicura ed in balia di qualcuno a cui sei sì legata, ma che di cui anche non ti fidi affatto.

Simona Galasso Psicologo a Roma

21 Risposte

16 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2022

Cara Rosa,
mi spiace per la situazione insostenibile che sta attraversando, non deve essere di certo facile. Capisco che per lei rispondere alla domanda rappresenti un aspetto importante, ma bisognerebbe incontrare personalmente il ragazzo e avviare un processo di valutazione per poterlo fare e anche in questo caso non so quanto le sarebbe realmente di aiuto.
Lei descrive una dinamica, che si ripete nel tempo, in cui lui la lascia e poi torna da lei e lei lo riaccoglie. Sarebbe importante esplorare insieme a lei questa dinamica e capire cosa la spinge (senso di colpa? Il dubbio che lui non lo faccia apposta? ecc.) ogni volta a rientrare nella relazione invece di chiuderla e a lavorare quindi su se stessa per avere una vita sentimentale più soddisfacente.
Resto a sua disposizione.
Cordiali saluti,
Dott. James Dawe

James Dawe Psicologo a Latina

15 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2022

Il problema centrale è che la risposta alla sua domanda non conta. L'effetto è sempre lo stesso. Cosa intende fare? se è malato lo asseconda e se la manipola lo saluta? non scherziamo, non gli regga il gioco e non si faccia trattare come un oggetto, si ricordi che il modo in cui gli altri ci trattano dipende da noi e da quello che gli permettiamo di fare.

Dott. Matteo Mossini Psicologo a Parma

464 Risposte

360 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2022

Cara Rosa, mi spiace per la situazione che sta vivendo e comprendo il malessere che ne deriva. Per rispondere alle sue domande bisognerebbe approfondire la storia di questo ragazzo. Ma invece di pensare a lui, perchè non pensa a se stessa? Provi a capire come mai lei tende ad accettare questo suo modo di comportarsi invece di chiudere definitivamente. Si metta al primo posto.
Resto a disposizione, un caro saluto, dott.ssa Sara Manzoni.

Dott.ssa Sara Manzoni Psicologo a Treviglio

466 Risposte

160 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2022

Cara Rosa,

la invito a chiedersi per quale motivo continua a riaccettare quest'uomo nella sua vita, alla luce di come l'ha trattata finora. Inoltre, si domandi perché non dovrebbe meritarsi una persona sana accanto che scelga solo lei, senza imbrogli.
Sono a sua completa disposizione se vorrà intraprendere un percorso psicologico, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

786 Risposte

275 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2022

Buongiorno Rosa,
non è possibile rispondere a questa domanda, non conoscendo la persona. Per emettere una diagnosi serve un'accurata valutazione.
Se questa relazione, come scrive, per lei è diventata tossica e la fa sentire sempre in colpa, le consiglio di riflettere su cosa, invece, potrebbe farla stare bene.
Se sente di avere bisogno di supporto, può rivolgersi ad uno specialista, che la segua in questo percorso.
Rimango a disposizione, cordialmente,
Dott.ssa Laura Balduchelli

Dott.ssa Laura Balduchelli Psicologo a Carnate

53 Risposte

59 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2022

Buongiorno Rosa,
Non è possibile rispondere alla sua domanda perché non si può fare una diagnosi senza il paziente. Questo che lei ci scrive è comunque il suo vissuto e le sue risonanze relazionali. Ha parlato di lui, ma manca il suo pezzo. Lei dov'è in questa relazione? Qual è il suo ruolo? La relazione è fatta da due persone ed è necessario mettersi in ascolto.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Claudia Tedde

Dott.ssa Claudia Tedde Psicologo a Cagliari

115 Risposte

44 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Altre domande su Disturbo bipolare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20850

psicologi

domande 35550

domande

Risposte 120850

Risposte