Difficoltà nell'affrontare una relazione seria

Inviata da Marga · 12 giu 2020 Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza che da qualche mese esce e con un ragazzo, il quale sembra avere tutte le carte in regola, è determinato, amico dei miei amici, educato, intelligente e mi fa sempre ridere. Dopo 3 mesi di messaggi e tre uscite noi due da soli mi ha chiesto cosa significasse tutto ciò per me. Io per quanto possa trovarmici bene ho paura di affrontare una cosa seria. Nella vita sono una persona sempre organizzata e con un occhio puntato al futuro, ma in queste cose non ci riesco. Quando sto con lui non penso a nulla ma automaticamente appena arrivo a casa mi salgono mille dubbi e domande. Quando lui mi ha fatto capire che non ha paura di un possibile fidanzamento mi ha costretto ad abbattere il muro che mi sono creata per sfuggire da questa situazione. Quando poi stiamo insieme gli atteggiamenti sono sempre molto intimi e complici, ma ciò non mi spinge a pensare ad una relazione fissa. Da un lato è come se vedessi solo gli aspetti negativi di una relazione, io che sono sempre stata sicura che potessi dipendere solo da me stessa e non voglio assolutamente abbandonare la mia quotidianità. Non so cosa fare, perché il problema riguarda solo me, dato che lui sembra essere tranquillo e totalmente sicuro di tutto. Abbiamo due modi di rapportarci alla vita totalmente diversi, io sono più razionale mentre lui lascia che le cose abbiano il loro corso. Non voglio perderlo ma non riesco ancora a vedermi in una relazione seria, nonostante tutto so che non mi corre dietro nessuno ma vorrei capire perché ho questa concezione quasi del tutto negativa di un fidanzamento. C'è chi la chiama anoressia sentimentale, chi paura di innamorarsi, io semplicemente ho tanta paura di ciò che potrebbe esserci dopo, ho paura di allontanarmi dalla mia vita, di perdere le mie amicizie, di diventare dipendente da qualcuno, come se una relazione seria escludesse tutto il resto. Lui nei miei confronti è sempre lo stesso, ma io mi sento diversa, più distaccata e con meno voglia di passare del tempo con lui, anche se quando ci sono insieme mi sembra di avere tutto il mondo in una mano. Grazie in anticipo per la risposta.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 GIU 2020

Cara Marga, essere in una relazione non vuol dire perdere se stessi, anzi se è la persona giusta vi sarà solo un arricchimento! Dipende solo da te preservare i tuoi spazi e te stessa le due cose, ti assicuro non sono inconciliabili. Vivi questa relazione che ti fa stare bene giorno per giorno. Tanti auguri.
Dott.ssa Sara Marcaccio

Dottoressa Sara Marcaccio Psicologo a Fermo

15 Risposte

19 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 AGO 2020

Gentile Marga,
è probabile che i suoi timori di perdere le sue rassicuranti abitudini diventando dipendente da qualcuno e quindi fragile e insicura siano nati da precedenti delusioni personali oppure da ciò che ha visto nella sua stessa famiglia o in altre.
La relazione di coppia va vissuta con positività in previsione di un arricchimento e completamento sulla base di un buon livello di autostima che deve fare da guida.
Per raggiungere questo standard è consigliabile per lei un percorso di psicoterapia di durata adeguata.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).


Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8220 Risposte

22409 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2020

Gentile Marga,

Purtroppo nella sua lettera non riesco a capire quanti anni lei abbia, né come ha vissuto le sue precedenti relazioni sentimentali (se ne ha avute). Quindi è un po’ difficile per me poterle dare una risposta mirata alla sua situazione.

Nel caso in cui lei fosse molto giovane e non avesse ancora avuto relazioni precedenti, potrei ipotizzare che le sue paure provengano dai modelli di relazione che ha osservato attorno a lei nella sfera familiare o degli amici. In tal caso, potrei suggerirle di non guardare unicamente agli esempi di relazioni di coppia che ha conosciuto finora, basati probabilmente sull’annientamento di se stessi nell’altro, nella totale rinuncia ai propri progetti e alla propria autonomia: affinché questo avvenga, le assicuro, ognuno è individualmente responsabile. Non è assolutamente detto che tutte le relazioni debbano essere uguali a quelle che ha conosciuto lei, tutto dipende da come si è e da come si tiene fede a se stessi. Il suo timore di essere “invasa” è comprensibile, ma non dovrebbe precluderle la possibilità di sperimentare se la relazione con questo ragazzo possa al contrario farla crescere e renderla felice, addirittura rafforzando la sua identità anziché soffocarla.

In bocca al lupo,
Dott.ssa Michela Arnò

Dott.ssa Michela Arnò Psicologo a Ciampino

10 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2020

Buongiorno Marga,
credo che sentire il "Mondo nelle mani" possa spaventare. Se si sbaglia qualcosa il Mondo può crollare.
Mi contatti se desidera approfondire.

Saluti

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

361 Risposte

125 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2020

Cara Marga, dove ha imparato tutto questo sulle relazioni? La sua paura della dipendenza rimanda ad altri contesti che vanno esplorati per rendere i suoi vissuti comprensibili.
Dott.ssa Michela Roselli

Dott.ssa Michela Roselli Psicologo a Aprilia

134 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20850

psicologi

domande 35550

domande

Risposte 120800

Risposte