Mai avuto relazioni d'amore, sensazione di inadeguatezza.

Inviata da Lorenzo · 26 apr 2021

Buongiorno, vorrei esporre una problematica che mi persegue ormai da troppo tempo, per poter ricevere un aiuto.
Mi presento come “L” perché vorrei mantenere l’anonimato, ho 20 anni e sospetto di avere una diagnosi di Asperger… Ma non è la problematica di cui vorrei parlare.
Nella mia infanzia sono stato educato troppo bene, avendo solo avuto una nonna ed una madre come parenti presenti, mi rendo automaticamente troppo disponibile e gentile, che nella società di oggi sono qualità che vengono scambiate per debolezza.
Non ho mai avuto una relazione con una ragazza, nonostante abbia cercato di averne un paio in passato, mi ritrovo ad oggi senza aver avuto nessuna esperienza di quell’ambito, con molta confusione sul motivo e sul perché dovrebbe essere un problema.
In passato ho avuto brutte esperienze che mi hanno reso una persona “chiusa” in sé stessa, con la paura del giudizio altrui, mi sono convinto che non fa per me rendermi vulnerabile agli altri e per questo non rivelo niente della mia persona a nessuno.
Nonostante io abbia un lato nascosto dove ho fatto esperienze poco raccomandabili, la prima impressione che qualsiasi persona ha di me è quella di un ragazzo ingenuo, insicuro, facilmente impressionabile.
La società descrive le persone senza esperienze relazionali come “innocenti”, secondo me è stupido perché non dovrebbe essere l’amore oppure il sesso a renderci persone consapevoli in grado di fronteggiare da soli la vita… Eppure ho riflettuto sul fatto che è l’argomento più discusso da sempre nella storia dell’uomo.
Mi sono fermato a riflettere e mi sono chiesto: per quale motivo ci sono tantissimi libri, film e canzoni che parlano dell’amore? come se fosse effettivamente l’unica cosa che ci fa maturare…
Questo mi crea un certo fastidio che cerco di sopprimere per via dell’età, ormai sono ventenne dovrei essere un uomo, ho pure già avuto svariati lavori con cui mi sono comprato una macchina ed una casa, eppure, quando perfino i miei amici mi fanno notare che sembro il tipico “Paolino” del paese mi fanno accorgere che forse qualcosa nella mia vita manca.
Purtroppo sono confuso se avere questa mancanza mi importi o meno, ormai mi sono chiuso e credo di non avere più interesse nel ritentare, Il problema è che vorrei capire se questo mio aspetto visto dall’esterno (quello del ragazzo ingenuo) sia connesso con la mia mancanza nell’ambito “relazionale” e vorrei comprendere esattamente a cosa servirebbe avere delle relazioni amorose.
Attualmente lavoro nella sicurezza investigativa, nonostante io mi senta sicuro delle mie capacità vengo sempre sottovalutato da tutti, la gente mi guarda sempre con un sorriso che mi mette a disagio, fanno battutine come per “tranquillizzarmi”, facendomi percepire proprio l’idea di avere di fronte una persona che non è ancora “cresciuta”, ma si stupiscono quando tiro fuori la mia personalità (Un esempio è quando nel lavoro devo mettere in mostra la mia “audacia” per controllare la situazione, la gente si stupisce perché non se lo aspetta da uno come me).
A volte mi dimentico proprio di non avere mai avuto una ragazza, visto il passato che ho avuto mi sono proprio convinto di non averne bisogno e allo stesso tempo quando vivo la vita di tutti i giorni e mi interfaccio con la società mi accorgo che sono “indietro”.
Se avere relazioni serve solo per sfamare il desiderio sessuale posso andare senza problemi nei locali a pagamento, se serve per essere in pari con gli altri lo riterrei stupido ed inutile, eppure il mio istinto mi dice che c’è una motivazione che non conosco (prima ho citato una possibile diagnosi asperger perché potrebbe essere il motivo della mia difficoltà nel comprendere quello che per le altre persone è normale, anzi scontato).
Ringrazio gli esperti che risponderanno alla mia richiesta scusandomi per aver mantenuto l’anonimato, non voglio essere scambiato per una persona poco seria, ma sono veramente troppo chiuso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 APR 2021

Gentile L.,
non è molto chiaro su quale base lei sospetta di essere un Asperger nè se questa diagnosi le è stata posta da qualche specialista.
In ogni caso, il disagio sociale e relazionale con relativa ansia penalizza molto qualsiasi essere umano dal punto di vista delle competenze emotive anche se restano integre quelle cognitive e lavorative.
D'altra parte, avere relazioni non serve solo per appagare il desiderio sessuale ma è molto di più e lo testimonia il fatto che anche lei, sebbene si dica convinto di non averne bisogno, non vive questa situazione con tranquillità e in qualche modo si sente inadeguato.
Pertanto è opportuno un percorso di psicoterapia per acquisire quelle competenze emozionali e quella sicurezza/autostima per le quali si sente "indietro" rispetto agli altri.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7408 Risposte

20802 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2021

Buongiorno carissimo, hai esposto con molta chiarezza la situazione in cui ti trovi. Mi sembra che tu sia un ragazzo con molte qualità. Il tuo rammarico è che dall'esterno non dai questa impressione in quanto tendi ad apparire semplice, ingenuo. Riferisci di essere una persona chiusa con difficoltà relazionali in particolar modo nei confronti dell'altro sesso e ti chiedi che bisogno ha una persona di intraprendere relazioni sentimentali. In verità, caro Lorenzo, entrare in relazione è un aspetto direi quasi imprescindibile per ogni individuo, in quanto siamo relazione. Veniamo al mondo da una relazione e cresciamo grazie ad altri che si prendono cura di noi. E quando ci sono problemi di natura psicologica c'è sempre di fondo un problema nella relazione. Entrare in relazione è fondamentale anche per definire noi stessi...dagli altri significativi, ad esempio, riceviamo amore che è la cosa più importante per ognuno di noi. Insomma se vuoi star bene ti invito a ripensare i tuoi rapporti interpersonali e semmai a chiedere aiuto per risolvere le tue difficoltà. Un caro saluto, d.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

153 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2021

Gentile L.,
ho letto la sua condivisione e comprendo come sia difficile spesso essere consapevole di tutti i fattori in gioco nel lungo processo di costruirci come persone uniche, come individui autonomi pur mantenendo legami importanti con gli altri (famiglia ,amicizie, lavoro, ecc.).
Comprendo che l'immagine che lei ha di se stesso non coincide con quella che gli altri le attribuiscono e questo le crea fastidio, irritazione, magari rabbia.
Se non ha avuto modelli maschili di riferimento nella sua crescita sicuramente il compito di definirsi e comprendere la sua identità maschile non sarà stato semplice.
Sicuramente è una persona riflessiva, che vuole capire e comprendersi meglio, anche rispetto alle relazioni affettive che finora non ha mai esplorato e di cui sembra non sentire la necessità, almeno per ora.
Penso che affidarsi ad un percorso di consulenza psicologica come primo passo, la possa aiutare a dare un senso alle sue domande, a cercare nuovi significati in un ambiente accogliente e non giudicante che è precondizione necessaria per cominciare a fidarsi di qualcuno.
Magari anche un percorso online può fare al caso suo. Ci pensi. Resto in caso a disposizione.
Cordiali saluti,
dott.ssa Raffaella Ramazzotti
psicologa psicoterapeuta sistemico-relazionale
istruttrice di interventi basati sulla Mindfulness

Dott.ssa Raffaella Ramazzotti Psicologo a Ancona

65 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2021

Gentile, la società ci vincola a perseguire certi canoni, ma col tempo, abbiamo perso la nostra autenticità. Lei non perda la Sua. Potrebbe esserLe utile un lavoro su di sé per esprimere se stesso senza pressioni esterne e senza sentirsi inadeguato, ma anzi raggiungendo il Suo equilibrio e la Sua realizzazione, sentendosi in pace con sé stesso. Non si attribuisca delle classi di disturbi ma investa su di sé affinché possa accettarsi e accettare e star bene in una realtà che non sempre ci fa sentire cosí.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1552 Risposte

840 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2021

Ogni fiore fiorisce a suo tempo...
Le regole che impone la società sono regole non sempre adatte a tutti....
Tu hai diritto di essere in linea con il tuo modo di essere e sentire...
Se le sensazioni e le emozioni che provi ti mettono a disagio, potrebbe aiutarti fare un percorso di psicoterapia, al fine di migliorare la tua autostima e comprendere se esistono delle reali "limitazioni" legate a un'ipotesi diagnostica.
A disposizione
Cinzia Moleri
Psicologa, Psicoterapeuta
Consulenza Online

Dott.ssa Cinzia Moleri Psicologo a Sarnico

109 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18100

psicologi

domande 28300

domande

Risposte 97200

Risposte