Depressione post-diploma

Inviata da Sara · 12 set 2017 Depressione

Buongiorno,

sono una ragazza di 19 anni che soffre di depressione da anni. Tuttavia, i sintomi sono diventati particolarmente gravi nell'ultimo anno.

Mi sono diplomata al Liceo nel 2016 e mi sono trasferita in un'altra città per fare l'università (anche se non ero molto convinta del corso scelto). Il mio obiettivo principale era quello di lasciare la città in cui vivevo perché ero convinta che fosse la causa della mia depressione.
Mi sono dunque trasferita e ho iniziato l'università, ma dopo un paio di mesi mi sono resa conto che il corso non faceva per me.

Avevo grandi speranze per l'università e credevo che, trasferendomi, la mia depressione sarebbe migliorata, ma i sintomi sono invece peggiorati.

Mi sono sentita in colpa perché stavo facendo sprecare soldi ai miei genitori, così ho trovato un lavoro full-time come cameriera e ho lasciato l'università. Tuttavia, dopo soli tre mesi sono stata licenziata perché secondo il manager non avevo un atteggiamento abbastanza entusiasta e positivo per fare la cameriera. Mi sono sentita davvero uno schifo e, per la prima volta, ho tentato il suicidio, senza riuscirci.
A luglio ci ho riprovato di nuovo e sono finita in ospedale.
I medici hanno avvertito i miei genitori che sono venuti a prendermi e mi hanno riportato a casa.

Da allora sono passati due mesi e la situazione è ancora critica.
Non c'è un giorno in cui non abbia pensieri suicidi e mi sembra di non avere nessun futuro.

Tutti i miei coetanei sono all'università e mi sento in colpa perché devo farmi mantenere dai miei genitori anche se non sto studiando. Loro vorrebbero che io continuassi gli studi e mi iscrivessi nuovamente all'università, ma non credo di essere in grado di studiare in questo momento.

Sono sempre stanca e priva d'energia, ho spesso attacchi di panico e continui pensieri suicidi che non riesco a mandare via
Inoltre non saprei neppure a che facoltà iscrivermi. Non sono in grado di prendere alcuna decisione perché ho una grandissima confusione in testa. Non c'è assolutamente nulla che mi interessi fare o che mi dia soddisfazione.
Inoltre sono sicura che, qualsiasi corso io faccia, non sarei in grado di studiare o di passare alcun esame perché non riesco a concentrarmi o a ricordare nulla.

Ho sempre avuto ottimi voti alle superiori e non ho mai neppure fatto fatica, ma ora mi sembra di non essere in grado di fare nulla. Mi sento stupida e incapace di fare qualsiasi cosa.
I miei genitori mi mettono pressione per farmi iscrivere all'università di nuovo e non voglio deluderli, ma non credo di potercela fare e questo mi fa sentire ancora più in colpa.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 SET 2017

Gentile Sara,
Mi dispiace molto per quello che sta vivendo nella sua vita.
Prima di pensare al proseguimento degli studi credo sia per lei prioritario concentrarsi sulla propria salute prendendosi cura di se.
In questo momento sarebbe opportuno iniziare un percorso psicologico affiancato eventualmente da un sostegno farmacologico.
In seguito potrà migliorare l'autostima ed effettuare le scelte migliori per se stessa.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2664 Risposte

2208 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 SET 2017

Gentile Sara,
innanzitutto comprendo la sensazione di confusione che sta provando, unita a sensi di colpa ed incapacità di vedere obiettivi positivi.
Il primo passo è certamente valutare le cause della depressione che la accompagna ormai da un lungo periodo. Infatti ristabilito il tono dell'umore, le sarà sicuramente più facile affrontare le scelte sia scolastiche, che esistenziali. Si è già volta in passato ad un terapeuta?
Rimango a sua disposizione
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 SET 2017

Gentile Sara,

oltre al tentativo di apportare dei cambiamenti nella sua vita, si è mai rivolta ad uno psicoterapeuta per trattare la sua depressione o è mai ricorsa ad approcci farmacologici?

Mi risponda pure privatamente

Cordialmente,

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

123 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85700

Risposte