Abitudine/ amore finito o depressione post parto?

Inviata da Ju il 9 mar 2018 Terapia di coppia

Buonasera, è ormai mesi che mi affliggo riflettendo sul da farsi , ma non ho mai avuto il coraggio di chiedere aiuto a una persona qualificata in merito.
All etá di 21 anni ho conosciuto il mio ragazzo che ha un anno in meno di me.Io sono sempre stata una persona poco sensibile, poco amante delle tenerezze ecc. molto cruda e fredda. Lui tutto il contrario. l ho sempre trattato abbastanza " male" . Non ero per niente convinta anzi pensavo fosse una relazione passeggera. Anche perche sono sempre stata con ragazzi molto piu grandi di me. Comunque Dopo 6 mesi sono rimasta incinta e spinta dal forte desiderio di avere una bambina l'ho tenuta . Siamo andati subito a convivere dopo 1 mese, e ho passato una gravidanza ( difficile) durante la quale ero felicissima. Stavamo benissimo insieme , ho dei bellissimi ricordi. Non avevo mai incontrato un ragazzo e sentito un amore cosi forte e intenso. Ma
Appena è nata la bambina tutto è cambiato. Premetto che Ho avuto un parto di 17 ore che mi ha abbastanza scioccata. Ma da lì, la nostra relazione è andata peggiorando, fino ad arrivare a litigare tutti i giorni per ogni minima cosa in casa ma sempre cose di poco conto che accumulate hanno portato, litigi pesanti farciti di insulti.
Io non lo sopportavo piu,se sto con lui mi accanisco contro di lui per ogni cosa, mi arrabbio per tutto, non c è la faccio più , e non se lo merita.
Lui è molto immaturo rispetto a me ma ha 21 anni ed è anche normale, ma io non lo sopporto e lo distruggo con le parole. Ho talmente distrutto la sua autostima che mi ha detto che non riusciva piu nemmeno a guardarsi allo specchio.
E lo so che Non è giusto.
Inoltre non andiamo d accordo su molte cose abbiamo due modi totalmente diversi di vedere le cose.
Poi..... un altra cosa è che per me la vita sessuale dopo il parto è drasticamente cambiata, non ho più voglia, non mi piace più farlo con lui ( e penso nemmeno con altri avrei il coraggio) non mi piaccio piu come prima nonostante ho una bella forma fisica e una bella presenza... mi sento esaurita, sono legata al ricordo di come era prima con lui, do che è un ragazzo perfetto, è un angelo.
Sono da poco tornata a casa dei miei genitori dove ho iniziato a stare meglio.
Ma mi manca, e Ho paura che il mio comportamento sia dovuto a una depressione post parto, quando vivevo con lui mi alzavo la mattina e vedevo la mia vita finita, rovinata, uno schifo. Odiavo pulire e cucinare, e non lo facevo! Ma diciamo che odiavo solo l idea di doverlo fare. Non sopportavo la situazione.
Ora qui sto meglio, anhe se lui mi manca. Se non avessimo avuto la bambina secondo me avremmo continuato a stare benissimo , ma "purtroppo" la realta è questa. Non ero pronta ne io e ne lui.
Non so come comportarmi, sono distrutta, ho paura sia depressione, non vedo via d uscita, ho paura di perdere tutto per la mia stupida testa matta. Non voglio privare alla mia bambina di stare con suo padre ma non tre volte a settimana ma sempre. Ne a lui di stare cn lei. Mi sento uno sbaglio vivente, un totale disastro...
Aiutatemi , vi prego

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buonasera Ju,
Le sono accadute moltissime cose, mi sembra di capire in pochi mesi: convivenza, gravidanza, parto, la vita con una nuova famiglia.
La vostra storia è iniziata da poco prima della gravidanza, e se ho ben capito, con poca convinzione; lei descrive molti e rapidi cambiamenti nei suoi sentimenti verso questo ragazzo.
Prima di concludere che lei è una 'testa matta' ed ha rovinato tutto, ci tengo a dirle alcune cose davvero importanti.
Innanzitutto, la nascita di un bimbo mette alla prova tutte le coppie: quelle che stanno assieme da dieci anni, quelle che si amano alla follia; figuriamoci quelle giovani, in cui vi è ancora molto da scoprire l'uno dell'altro.
La gravidanza comporta un cambiamento incredibile nella donna, che oltre a veder e sentir crescere nel suo grembo un bimbo, affronta dei cambiamenti fisiologici per i quali spesso si sente più emotiva, vulnerabile, e più emotivamente labile. Questi cambiamenti, si crede, possano aiutare la mamma ad essere più in sintonia col suo bambino, a comprenderne meglio i bisogni.
L'esperienza del parto, anche quando è un parto 'facile', catapulta la mamma in una nuova vita, e non è una metafora. Prima il tuo bimbo è al sicuro ed accudito, ora ha continuamente bisogno di te, giorno e notte, perché vive grazie alla madre.
Da questo momento in avanti la mamma accudisce il bambino, ed il papà accudisce mamma e bimbo, o almeno questo dovrebbe accadere. In realtà spesso il papà è assente per molte ore da subito, e talvolta fa tanta fatica a trovare il proprio ruolo nella nuova famiglia, mentre la mamma alle volte, si sente sovrastata dalla responsabilità e molto sola nell'accudire il bambino; facilmente possono esserci dei conflitti nei quali il papà cerca di essere presente ma fatica a causa della poca quotidianità con il bambino, e la mamma si sente arrabbiata/ferita perché il compagno non comprende i suoi bisogni/non riesce a soddisfarli come lei si attende.
Le descrivo in breve questi aspetti perché lei possa farsi un'idea di quanto difficile sia la situazione che sta affrontando.
Perché la coppia possa superare la crisi, è necessario mettersi in.ascolto dell'altro ed esprimere le proprie emozioni/bisogni senza giudicare. Mi sembra di capire che entrambi ci tenete alla vostra relazione ed alla vostra famiglia.
Richiedete un aiuto; un consultorio familiare potrebbe offrirvi una consulenza di coppia ed al bisogno, anche un supporto alla genitorialità.
Le faccio carissimi auguri, e mi scriva liberamente per domande o chiarimenti.
Dottoressa Valentina Cozzutto

Dottoressa Valentina Cozzutto Psicologo a Monza

43 Risposte

34 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 77400

Risposte