Sorta di depressione post laurea

Inviata da luca barbieri · 6 set 2022 Autorealizzazione e orientamento personale

Salve a tutti, chiedo scusa già per la lunghezza del messaggio.
Mi chiamo Luca, ho 25 anni e sono un neo-laureato magistrale in ingegneria a pieni voti.
Mi sono laureato a fine Luglio di quest'anno e, terminate le vacanze è giunto il momento di cercare lavoro.
Qui sorge il mio problema e i miei dubbi. Sono sempre stato un ragazzo molto ansioso, con poca autostima e fiducia in se stesso.
Ora questi miei difetti mi stanno bloccando. Ho paura di non riuscire a trovare lavoro: ho troppa confusione in testa. La mia laurea mi
permette di fare diversi lavori, tutti che mi interesserebbero e non so su cosa concentrarmi. Ma qui diciamo che stiamo parlando dei pro.
Il contro è che a causa della mia personalità non mi sento preparato per nessuno di essi e ho un enorme confusione in testa.
Ho paura persino ad inviare i CV perchè non mi sento pronto per nessuno e ho paura di non ricevere alcuna risposta.
Ho paura di ricevere la classica porta in faccia e che il mio modo di essere mi porti a sbagliare tutti i colloqui nel caso mi vengano proposti.
Mi sento un fallito. Vedo la gente intorno a me che va avanti nella vita e io sono bloccato.
So che è passato solo un mese dalla laurea ma mi sento come se fossi già in ritardo su tutti e tutto. Vedo miei colleghi e amici che lavorano e hanno una
vita che mi sembra quasi perfetta. Sento che il prossimo passo potrebbe definire per sempre la mia vita, scandendone il successo e l'insuccesso. Sono quasi sicuro
di finire su quest'ultima sponda.

Io invece mi sento un fallito: non solo in ambito lavorativo ma anche a livello personale.
Non ho grandi passioni o hobby (si faccio sport, mi piace informarmi su determinate argomenti ma non ho nulla che mi appassioni
veramente. Ecco studiare devo dire che mi piaceva molto, ma l'ultimo periodo è stato abbastanza duro perchè sono entrato quasi in burnout): mi piacerebbe leggere con frequenza, ma non
trovo libri che mi attirino e il costo è veramente proibitivo ultimamente. Mi piacerebbe imparare un'altra lingua, ma ho paura di non avere il tempo e altre mille cose
che mi piacerebbe fare ma che per un motivo o l'altro non inizio mai.
Imputo questo sempre alla mia poca autostima e all'ansia che mi pervade in ogni momento della mia giornata.

A livello personale sono un disastro: non ho mai avuto relazioni con ragazze, sono vergine, il solo pensiero di provarci con una ragazza mi blocca.
Ho un gruppo di amici, ma a volte (nonostante non sia accaduto nessun episodio che mi possa far pensare ciò) mi sento un corpo estraneo, che non c'entra nulla con loro e
penso che dovrei cercare altre persone ma non saprei da dove iniziare.

Pensavo che il raggiungimento di qualche traguardo a cui tenevo (come la laurea) mi avesse portato qualche momento di felicità. Invece
non mi sono goduto nemmeno quei giorni. Reputo l'aver preso la laurea una cosa talmente comunque che ormai risulta quasi inutile festeggiarla.
Non mi sento di aver raggiunto un grande obbiettivo. Anche le vacanze post tesi/discussione e feste varie non mi hanno aiutato
a ricaricare le batterie e sento di essere quasi sull'orlo di un burnout totale.

Ringrazio chi ha letto questa sorta di mio flusso di coscienza.
Se avete dei consigli o dei pareri io vi ascolto e vi ringrazio anticipatamente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 SET 2022

Caro Luca,
non riuscire a gioire dei propri traguardi e successi e non sentirsi in grado di affrontare i cambiamenti evolutivi lavorativi e di vita è purtroppo un problema molto diffuso, tanto da essere stato riconosciuto nella cosiddetta "Sindrome dell'impostore". A parte i termini un po' pop, i vissuti sperimentati in questa situazione sono di grande sofferenza e di svalutazione di sé, ma non sono nuovi, sono gli stessi che abbiamo provato sin dall'infanzia quando ci siamo trovati davanti all'incertezza e in contesti nuovi: ci si sente in colpa, sbagliati, spauriti, ci si vergogna, ci si giudica sadicamente e così si perde il proprio senso di sicurezza. La fase in cui entriamo nel mondo del lavoro è assolutamente correlata all'incertezza: finché studiamo, abbiamo un compito e degli obbiettivi già decisi, il superamento degli esami, la scrittura della tesi, la discussione, e così via.
Un percorso di psicoterapia ci aiuta a ristabilire il nostro senso di sicurezza, in chi siamo e in quanto valiamo, lavorando sulla conoscenza, consapevolezza e sull'accettazione di sé, riconoscendo delle credenze su di noi che ci fanno star male e cambiandole, quindi favorendo una maggiore autostima.
Rimaniamo a sua disposizione,

Centro clinico il Semicerchio,
Via Sebastiano Grandis, 1 - Roma

Centro clinico il Semicerchio Psicologo a Roma

21 Risposte

120 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Gentile Luca,
Comprendo le sue difficoltà e vorrei rassicurarla su quanto siano comuni in determinate fasi della vita, momenti di vita importanti, come quello che può essere il passaggio dall'università al mondo del lavoro. Tante volte non ci si sente all' altezza sul piano lavorativo, relazionale, si ha sempre paura dell' altro che non conosciamo e del giudizio altrui. La realizzazione personale è composta da tanti fattori diversi, dai bisogni primari a quelli sociali, relazionali, lavorativi, dal successo personale all' autostima.
È importante, a mio parere che lei possa imparare ad accettare alcuni lati del suo carattere, ad avere fiducia in sé stesso e che certi pensieri non diventino per lei un ostacolo. È giovane e le auguro che con il tempo raggiungerà tutti i suoi obiettivi. Se sente la necessità di un percorso psicologico che possa aiutarla a superare questo momento di difficoltà, rimango a disposizione.
Le auguro una buona giornata
Dott. Ssa Annalisa Errico

Annalisa Errico Psicologo a Milano

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Caro Luca
Intanto non ti preoccupare per la lunghezza. E' il mio e il nostro lavoro ascoltare o, come inquietante uesto caso, leggere le necessità di chi come te ha bisogno. Mi dispiace per le tua situazione e per come ti senti. Questa grande sfiducia che provi offusca le enormi risorsi che hai, che dovrebbero essere tirate fuori per alimentarti in modo giusto. Rischi di entrare in un circolo vizioso dove la negatività autodiretta blocca eventuali opportunità, accrescendo l'immagine negativa che hai di te stesso. Ti consiglio di intraprendere un percorso con un professionista. Anche solo per ordinare tutti questi pensieri e dargli una regolata. Rimango a disposizione anche online.
GM

Dott. Gianmarco Mellini Psicologo a Bibbiena

128 Risposte

23 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Buongiorno Luca, mi dispiace molto per questo momento di incertezza che sta vivendo.
Raggiungere degli obiettivi e andare alla ricerca di nuovi è per molti un momento difficile, la paura del cambiamento spesso fa la sua parte.
Quello che mi sento di dirle è che le sue preoccupazioni riguardanti il “cosa farò dopo la laurea” sono assolutamente normali e fan parte della vita di ognuno.
Il suo timore di affrontare nuove sfide e le sue sensazioni di sconforto in ambito sociale sono sinonimi di una forte ansia, che può trovare uno spazio di ascolto all’interno di un percorso con uno psicologo, imparando a gestirla in modo funzionale e ad affrontarla nel migliore dei modi.
Imparare ad ascoltarsi, ad andare in profondità per capire quali emozioni si nascondano dietro la sua ansia penso sia fondamentale.

Resto a sua disposizione, qualora volesse un colloquio, sia online sia in studio.

Le auguro una buona giornata.
Dott.ssa Victoria Guidone.

Anonimo-188070 Psicologo a Torino

3 Risposte

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Buongiorno Luca,

intanto complimenti: mi sembra da quello che scrivi che tu abbia fatto un'analisi molto dettagliata delle cose che ti mancano e che, immagino, vorresti riuscire a raggiungere.

Nonostante tu abbia già raggiunto dei risultati, come la laura e i voti alti, ti sembra che ci siano ancora gravi mancanze, nelle relazioni e negli hobby o nel volere un lavoro e vorresti riuscire a raggiungere queste cose. Insomma, mi sembra di capire che vorresti di più dalla vita e che anche se alcuni dei risultati che hai ottenuto potrebbero sembrare "oggettivamente" notevoli, tu abbia la percezione che ci sia ancora tanto da fare.

Anziché dire "vado bene così come sono, festeggiamo", vorresti mettere a posto anche le altre aree della tua vita che senti carenti. Chapeau.

So che può sembrare una banalità ed una frase fatta, ma le persone che si sentono "in ritardo", indietro, fallite, insicure, che dubitano di loro stesse, sono quelle che spesso raggiungono risultati notevoli (le altre si sentono già "arrivate").
Non so se ti sia già capitato in qualche ambito particolare della tua vita, o se ancora debba succedere.

Insomma, mi sembra che tu abbia abbastanza chiaro ciò che vorresti raggiungere. Forse mancano delle strategie che ti permettano di agire nonostante la sensazione di insicurezza, che più che eliminata, va forse gestita (mi sembra ti sia stata utile per capire cosa vorresti).

Il modo più efficace mi sembra essere quello di rivolgerti a chi queste cose le ha studiate. Non metto in dubbio che magari potresti riuscirci da solo in qualche mese o anno, ma per quanto sia costoso uno psicologo, quale sarebbe il costo di rimanere dove sei?


Resto a tua disposizione. Lavoro online.

Buona fortuna,

Paolo Perez

Dott. Paolo Perez Psicologo a Torino

44 Risposte

68 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Gent.mo
la laurea, la fine di un percorso, il raggiungimento di un obiettivo rappresentano un traguardo e un fase di cambiamento, che può anche avere aspetti critici. Dalla sua narrazione emergono pensieri svalutanti , la difficoltà a esporsi e a rischiare; sembra che lei abbia riposto nello studio, nella laurea tutte le sue aspettative e la sua realizzazione a livello personale. In questa fase si sente bloccato, si percepisce inadeguato ad affrontare una fase nuova. Se dovesse persistere questa difficoltà, un supporto psicologico potrebbe aiutarla a gestire in modo più funzionale questa fase di cambiamento.
Resto a disposizione, buona giornata
Alessandra Voltolini

Dott.ssa Alessandra Voltolini Psicologo a Milano

48 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Gentile Luca,
penso che, da come tu stesso scrivi, il fatto di essere molto ansioso ed avere poca autostima e fiducia in te stesso stia influenzando negativamente la tua vita.
In particolare questo ti porta sia ad essere bloccato in campo sociale, soprattutto per quanto riguarda le relazioni con il sesso opposto, sia a non credere abbastanza nelle tue capacità nemmeno in ambito lavorativo.
Noto inoltre che, nonostante tu scriva di non avere particolari passioni, in realtà queste emergono (es. leggere, studiare, imparare una nuova lingua, fare sport...) ma che tu abbia più che altro difficoltà nel processo di scelta e concretizzazione.
Ti consiglio quindi di affidarti ad uno specialista, che possa seguirti in un percorso di lavoro su te stesso al fine di incrementare l'autostima e la fiducia in te ed allo stesso tempo aiutarti a gestire l'ansia che provi.
Ricordati che il cambiamento è sempre possibile, partendo da piccoli passi.
Resto a disposizione, cordialmente,
Dott.ssa Laura Balduchelli

Dott.ssa Laura Balduchelli Psicologo a Carnate

53 Risposte

60 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Buongiorno Luca,
mi dispiace per questi tuoi pensieri svalutanti, i quali andrebbero accolti e restituiti ricaricati di fiducia. Uno spazio d’ascolto per la tua narrazione può aiutarti a comprendere i tuoi blocchi e sciogliere quei nodi che non ti fanno vedere il tuo valore e festeggiare i tuoi traguardi. L’ansia si nutre della paura del futuro alimentando pensieri catastrofici autosabotanti, ma accoglierli ed elaborarli ti aiuta a rimetterli nella giusta dimensione. Ti auguro il meglio e resto a disposizione se ne vorrai parlare.
Un caro saluto
Dott.ssa Myria Laghi

Dott.ssa Myria Laghi Psicologo a Porto d'Ascoli

254 Risposte

227 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Caro Luca,
Comprendo bene il disagio che possa derivare da tutto questo. La fine dell'università comporta per molti un grande cambiamento e un salto nel buio. Traspaiono dal tuo racconto le tue diverse preoccupazioni e carenza di autostima, ma con un adeguato percorso psicologico potresti ristrutturare tutti questi pensieri che ti scorrono in testa e renderli meno rigidi. Di conseguenza, vedrai che nel tempo anche le emozioni diventeranno meno intense e acquisterai consapevolezza di chi sei realmente.
Il mio consiglio è quello di intraprendere un percorso ad indirizzo cognitivo-comportamentale, che lavora su quei pensieri o frasi che "ti dici nella testa" che fanno scaturire tutte queste preoccupazioni.
Con un po' di impegno e tempo, e con la terapia più adatta a te, sono sicura che pian piano riacquisterai fiducia in te stesso e sarai in grado di fronteggiare questi ostacoli che al momento reputi invalicabili.

Rimango a disposizione anche online
Un caro saluto,
Dott.ssa Stefania Trezzani

Dott.ssa Stefania Trezzani Psicologo a Milano

9 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Buongiorno,
lo stato che descrivi potrebbe manifestare un bisogno di certezze e sicurezze che in questo momento le circostanze che attraversi non ti danno. Ogni cambiamento è sempre un piccolo terremoto. Quello dalla laurea al mondo del lavoro rappresenta sfide più importanti e comprendo che possa emergere l'immagine interiore di te poco adeguata, che si rivela anche rispetto alle relazioni affettive.
Ti incoraggio a farti aiutare. Un buon percorso di psicoterapia può permetterti di guadagnare una sana autostima, necessaria per affrontare ostacoli e rischi e predisporti in modo sereno alle relazioni.
Resto a disposizione e ti auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1413 Risposte

785 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2022

Salve Luca mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stesso utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.

Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

530 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124050

Risposte