Cosa posso fare per sentirmi più presente a me stessa?

Inviata da Naomi · 25 apr 2022 Autorealizzazione e orientamento personale

Sono una ragazza di 28 anni. Circa 8 mesi fa ho avuto degli attacchi di panico fortissimi e pensieri intrusivi che non facevano parte del mio modo di pensare (ancora tutt ora ci sono ma sono meno fissata) Da circa 4 mesi non ho più gli attacchi di panico e ansia forte però mi sento come se tutto quello che facessi non sia io a farlo. Come se tutto quello che ho fatto nella mia vita nn sia io ad averlo fatto. Mi sento distaccata su qualsiasi discorso su qualsiasi esperienza che io faccia. Ho effettuato un percorso con una psicologa che la quale mi ha detto che in me non c’è niente che non va. Però io mi rendo conto di non essere più la stessa di prima. Prima avevo voglia di fare tutto uscire, viaggiare, crescere lavorativamente far star bene gli altri e far star bene me stessa. Ora faccio tutto in modo automatico, sono distratta non mi sento presente a me stessa e non mi sento presente nel fare qualcosa in più. Passo le giornate a fare le solite cose. Non mi sento soddisfatta delle cose che faccio non mi sento felice nn provo più nessun tipo di emozione che sia positiva o negativa. Non so più conoscere le mie emozioni vivo una fase di stallo e nn mi ricordo più cosa mi piaceva prima mi manca la voglia di fare di vivere. Ho paura di continuare la mia vita in questa maniera non so come uscirne. Vorrei semplicemente tornare ad essere quella che ero. Ho paura persino di pensare. Cosa posso fare per sentirmi ancora sicura di ciò che sono? Non voglio più mettermi in discussione. Voglio essere felice di ciò che ho non voglio che tutto sia un peso per me è capire che quello che ho è vero è realme ed è bello. Cosa posso fare per godermi la vita è soprattutto crearmi un futuro?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 APR 2022

Cara Naomi, immagino come sia stato difficile sentirsi dire che in lei non c'è niente che non va quando si trova a sperimentare tutto questo malessere. Ha provato a chiedere un maggiore approfondimento alla psicologa? Sarebbe necessario approfondire la questione per permetterle di sperimentarsi al meglio. Le consiglio, quindi, di ricontattare la collega o di rivolversi ad un* altr* psicoterapeuta in modo da farsi aiutare a superare tutto questo. Saluti

Rebecca Silvia Rossi Psicologo a Trani

303 Risposte

788 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 APR 2022

Gentile Naomi,
alla luce di quanto scrive emerge che la situazione merita di essere elaborata attraverso un lavoro di analisi su parti di sé, a lungo rimaste sopite, con l'aiuto di un professionista: è questo ciò che può fare per tornare a godersi la vita. Prendendo spunto dalla sua precedente psicoterapia, è utile approfondire ulteriormente cosa si cela dietro al dolore descritto e cosa le impedisce di vivere qualsiasi esperienza lei faccia in prima persona.
Le storie di vita di ciascuno di noi possono incontrare momenti di estrema sofferenza dai quali può sembrare non ci sia via d'uscita, tuttavia, se elaborati, possono diventare l'occasione per costruire il resto della nostra storia in modi diversi, più autentici e ricchi.
Con l'augurio che possa afferrare la sua opportunità, resto a disposizione.
Dott. Giancarlo Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

830 Risposte

396 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2022

Salve Naomi, io credo che ciò che possa fare è intraprendere un percorso con un professionista, alla luce dei suoi sintomi passati e del suo attuale vissuto è importante partire da una richiesta d'aiuto. Un percorso potrebbe aiutarla a capire dove sono nati i sintomi e come è arrivati alle sensazioni ed emozioni che vive oggi e insieme ad un professionista capire cosa oggi lei possa fare per migliorare la sua condizione.
Resto a sua disposizione
Dott.ssa Noemi Barlone

Dott.ssa Noemi Barlone Psicologo a Roma

16 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2022

Salve Naomi,
dal suo racconto si evince un vissuto ansioso-depressivo che pare aver compromesso in modo significativo la qualità della sua vita.
Sarebbe interessante capire come tale vissuto si sia generato e quali sono i fattori che lo mantengono. In tal senso, una terapia cognitivo-comportamentale potrebbe esserle molto utile sia per capire la causa di questo stato, sia per aiutarla a cambiare rotta e ritrovare uno stato di benessere.
In bocca al lupo per tutto e se avesse bisogno di ulteriori info non esiti a contattarmi!
Dr.ssa Grazia Distante

Dr.ssa Grazia Distante Psicologo a Padova

6 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2022

Gentile Naomi,
mi colpisce che nel suo racconto esponga solo il sintomo e il desiderio a voler tornare a godersi la vita e a stare bene. Mancano del tutto riferimenti di contenuto riguardo i suoi pensieri intrusivi o ciò che è accaduto nel periodo di esordio degli attacchi di panico. I sintomi dissociativi, spesso si presentano a seguito di eventi traumatici.
Il punto è al di là del PTSD che classicamente fa riferimento ad eventi che minacciano la vita o l'integrità fisica propria o di persone care, esiste tutta una serie di eventi che hanno una forte valenza perturbante e che possono dare adito a disturbi d'ansia e sintomi dissociativi, i quali non sono altro che la modalità della mente di preservarsi da un forte stato di sofferenza.
Trovo molto significativo che abbia scritto che non vuole mettersi in discussione, ciò mi fa pensare che la sofferenza rispetto ai contenuti dei suoi pensieri e di ciò che può aver innescato la sua sofferenza sia tanto forte da voler evitare anche solo di pensare a ciò che l'ha fatta soffrire, rievocare alla memoria gli eventi che l'hanno portata ad un disinvestimento dalla vita.
Purtroppo, però, per sentirsi coinvolti emotivamente nella vita, è necessario accettare di esperire tutte le emozioni anche quelle più brutte e spaventose. Ne consegue che è necessario riprendere il suo percorso e riuscire, in un contesto protetto, a toccare i contenuti della sua sofferenza al fine di mentalizzarli e imparare a sostenere le emozioni che ne derivano.

Dott. Lelio Bizzarri Psicologo a Roma

244 Risposte

139 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2022

Gentile Naomi,
a mio parere, i sintomi di ansia, apatia e abulia che ha descritto potrebbero rientrare in una forma di distimia e/o depressione minore da approfondire nel suo contesto di vita e trattare in un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale di durata adeguata associato eventualmente ad una integrazione farmacologica.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8291 Risposte

22546 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2022

Cara Naomi,
dal tuo scritto si percepisce che stai attraversando un periodo crítico che ti sta procurando una notevole sofferenza psicologica. Mi ha colpito molto la parte in cui ti descrivi distaccata dalle cose che fai nel quotidiano, il che mi fa pensare che sei molto incentrata nella tua testa e probabilmente condizionata dai tuoi pensieri negativi che non le fanno vivere a pieno il presente. Mi permetto di dirle che guardare al passato, se da una parte é utile per capire cosa ci rendeva felici prima, dall'altra parte ci distoglie dal presente, quindi dai fattori su cui dobbiamo andare a lavorare per avviare un cambiamento verso il raggiungimento del benessere psicologico. Fortunatamente la psicologia clinica prevede l'utilizzo di molti strumenti psicologici in grado di allenare la mente a restare concentrata sul qui ed ora e quindi di sperimentare il presente senza rimuginare continuamente sul passato e sul futuro. Sicuramente lei sta attraversando un periodo crítico di vita che può richiedere la messa in discussione di parti di lei che al momento necessitano di essere modificate. Le consiglio di iniziare un percorso psicologico per conoscere al meglio se stessa e riprendersi la felicità e la spensieratezza perdute. Le auguro vivamente di riuscire a risollevarsi da questo momento critico.
Cordialmente
Dott. Simone Tetti

Dr. Simone Tetti Psicologo a Aprilia

9 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2022

Salve,

riteniamo opportuno ricontattasse la specialista con cui ha effettuato la psicoterapia, al fine di poter esprimere quanto qui riportato. Specifichi che ha bisogno di esser contenuta su questi aspetti legati alla sua insoddisfazione e non più per le problematiche del passato, vedrà che sara disponibile ad accogliere e ad orientar la sua richiesta.

Cordiali Saluti
Studio Associato Dott. Ferrara Dott.ssa Simeoli

Dott. Ferrara Dott.ssa Simeoli Psicologo a Quarto

603 Risposte

303 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2022

Cara Naomi,
Quello che scrivi è molto intenso, traspare la tua sofferenza e il tuo bisogno di capire cosa ti sta succedendo. Sicuramente quello che provi ti condiziona molto nella tua vita ed è importante porci la giusta attenzione. Mi dispiace tu abbia avuto un'esperienza infruttuosa con la tua prima psicologa, spesso ciò dipende dall'orientamento del professionista e dalle sue caratteristiche personali con cui entra in relazione (non siamo tutti uguali!). A volte si tratta solo di trovare "la persona giusta" anche in terapia.
Per il problema che descrivi, il mio consiglio è di rivolgerti ad un* terapeuta di stampo psicodinamico, per indagare in modo profondo ciò che ti sta succedendo e per accedere in maniera graduale e protetta ai tuoi vissuti più dolorosi da affrontare. Se poi l'approccio è integrato anche con tecniche relative al corpo, come la bioenergetica, meglio ancora: il tuo corpo ti sta da tempo inviando dei segnali che è giusto non ignorare!
Probabilmente ci vorrà un po' di tempo, di pazienza e di fatica per uscirne, ma con il giusto aiuto al tuo fianco sono convinta che potrai raggiungere dei benefici importanti.

Ti auguro buona fortuna e resto a disposizione, anche online!

Dott.ssa Silvia Scarozza

Dott.ssa Silvia Scarozza Psicologo a Trento

16 Risposte

11 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2022

Buonasera Naomi,
mi dispcace per il suo racconto denso di sofferenza e distacco da se.
Spesso il corpo ci invia dei messaggi e dei segnali chiari e mi sembra da cio che racconta che nel suo caso lo abbia fatto.
Penso che sia importante accogliersi inquesto monemto e sentiersi accolta per poter a sua volta accogliere il suo sentire in uno spazio vuoto e pieno terapeutico sacro dove poter riconoscere l energia che ora si manifesta in modo forse inadeguato , ma e' pur sempte energia che puo essere riconosciuta mobilizzat e incanalata verso la sua Vita .
Le suggerirei un percorso di pscoterapia integrato dove il coinvolgimentodellavorocorporeo e' fonte di nutrimento e arricchimento per l 'esperienza di crescita interiore .
Confidando in un nuovo inizio per se .
Cordialmente .
Drssa Alessandra Petrachi
psicologia clinica umanistica transpersonale - metodologia bioenergetica

Dott.ssa Alessandra Petrachi Psicologo a Rimini

43 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2022

Cara Noemi,
mi spiace per la sua situazione, si capisce dalle sue parole che le crea molta sofferenza ed è comprensibile, sentire che la vita scorre senza emozioni, come se fosse di qualcun'altro, non è una sensazione piacevole e a lungo termine può essere demotivante.
Credo che nel suo caso sia importante intraprendere un percorso di psicoterapia dove trovare accoglimento per il suo malessere e cercare, con l'aiuto di un professionista, di capire cosa è successo o sta succedendo che la porta a sperimentare queste sensazioni da un po' di tempo a questa parte.
Con l'augurio che possa presto tornare a sentirsi se stessa, cordialmente.
Dott.ssa Viola Cottini

Dott.ssa Viola Cottini Psicologo a Padova

1 Risposta

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2022

Buongiorno cara Naomi,
sono dispiaciuta per ciò che esprimi, immagino non sia facile sentire che la propria vita vada avanti in “automatico” senza lasciare spazio a godere delle emozioni e prendere possesso attivo delle proprie azioni. Ovviamente, senza un quadro più approfondito del tuo vissuto e delle tue risorse, è difficile lasciare un suggerimento soddisfacente per te, ma leggendo le tue parole, mi risuonavano forti e chiari gli insegnamenti Mindfulness, che mirano ad allenare la mente a riconoscere il “pilota automatico” e riconnettersi alla consapevolezza del vivere il presente. Mi sentirei quindi di suggerirti di intraprendere questo percorso. Spero di esserti stata utile. Un caro saluto.
Dott.ssa Myria Laghi

Dott.ssa Myria Laghi Psicologo a Porto d'Ascoli

254 Risposte

227 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124150

Risposte