Ansia orientamento sessuale

Inviata da Alessandro · 14 nov 2016 Orientamento sessuale

Salve, sono un ragazzo di 18 anni che ormai soffre di ansia riguardo al suo orientamento sessuale da due anni praticamente. Tutto è iniziato quando ho avuto una specie di fase gay nella quale le mie fantasie convergevano verso lo stesso sesso. Questo è successo a 16 anni. Per il resto le mie fantasie sono sempre state un po' strane. Nella vita reale cerco una ragazza da quando ho 9/10 anni. In quinta elementare mi fidanzai per la prima volta ed ebbi un sogno riguardante un rapporto sessuale con essa. Per il resto come già detto ho sempre voluto una ragazza al mio fianco e tuttora la sto cercando. Mi sono innamorato di una ragazza qualche anno fa. Invece non mi sono mai innamorato di un mio ragazzo e tutte le volte che ho immaginato di fare qualcosa con qualche mio amico erano test che mi facevo per verificare il livello di eccitazione davanti a questo tipo di fantasie. Quando frequentavo calcio durante medie negli spogliatoi non ho mai avuto problemi. Recentemente invece, quando l'ansia era al culmine ho avuti alcuni problemi nello spogliatoio della palestra. Sogni di baciare e abbracciare sempre rivolti verso le ragazze. Eppure trovo eccitanti i video gay e la presenza del piede maschile anche nei video etero. Può questo essere collegato al fatto che non mi piaccio per niente come aspetto fisico? Ho letto molte volte che in un etero si può creare una sorta di attrazione platonica verso un individuo dello stesso sesso con caratteristiche migliori. Ho sempre sentito enormemente differenze tra me e gli altri e soffro pure di dismorfobia. Se fossi gay o bisex lo capirei, mi piacerebbe il contatto con un altro ragazzo, cosa che trovo indifferente. Invece mi piace di gran lunga quello femminile. Poi mi piace fare fantasie su alcune mie amiche. Credo che un gay o un bisex non ragionino così.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 NOV 2016

Carissimo Alessandro,
se ben capisco (ma posso aver capito male, trattandosi di una comunicazione impersonale e asettica), lei sembra preoccupato da pensieri che riguardano la possibilità di essere questo o quello, di eccitarsi o meno di fronte a un amico (e ne fa le prove), ecc... fino a sentirsi male in spogliatoio. Ma tale sofferenza è scatenata dal contesto, o dai pensieri che si fa rispetto a quello che potrebbe succedere o provare?
Sto cercando di dirle che un conto è l'esperienza di vita che la porta a dire "mi sono sempre innamorato di donne", (ovviamente faccio fede a ciò che dice), un conto sono le nostre paure rispetto a ciò che potremmo diventare. E se fosse bisessuale, cosa le cambierebbe? Sarebbe davvero così inaccettabile? Cosa prova di fronte a una bella ragazza in termini di attivazione fisica e di fantasie? E di fronte a un ragazzo ha mai provato qualcosa di simile?
Quali sono le sue fantasie sessuali? Le condivide con la sua compagna?
Non è un compito scritto, sono spunti di domande che fanno riferimento non ai suoi pensieri ricorrenti, ma al suo sentirsi come corpo e alla sua relazione con l'Altro.

Anonimo-154222 Psicologo a Padova

79 Risposte

250 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 NOV 2016

Buon giorno Alessandro!
Cercare di comprendere se stessi è una delle aspirazioni più naturali dell'uomo, anche l'orientamento sessuale fa parte della nostra persona, perciò fa parte di quella sfera di indagine.
Spesso, ad esempio in adolescenza, molti ragazzi e ragazze incontrano esperienze con l'altro sesso, ma anche con lo stesso sesso per testare, appunto, il proprio orientamento.
Tuttavia, il testare nuove esperienze, in molti non genera ansia, anzi diviene una modalità di scoperta di se stessi e fa comprendere i propri gusti in merito.
Il fatto che lei abbia sognato un rapporto sessuale a quell'età non è molto sconcertante, considerando che attualmente l'età della preadolescenza si aggira intorno all'età della quarta o quinta elementare.
Anche perchè, cosa ci sarebbe di male se lei fosse omosessuale?
Se lo chieda, poichè se riuscisse ad accettarne le conseguenze, sia che lei sia etero oppure no, la farebbe di sicuro star meglio con se stesso e con il/la propria partner.
A volte abbiamo intorno persone che disapprovano certi stili di vita e noi ci costringiamo a seguire le loro linee guida, che non è detto siano le nostre, o magari lo sono, ma ci fissano a sperare di non essere diversi.
Detto questo, sia cosciente del fatto che le fantasie sono una cosa ed il comportamento attivo è un'altra. Quindi una persona può avere fantasie sado-masochistiche, ma non svilupparle mai nel reale, poichè le ritiene eccitanti solo nella fantasia appunto, mentre ne sarebbe disgustata o spaventata nella realtà.
L'unica cosa importante è che queste fantasie non rechino fastidio nell'individuo, quindi se vengono vissute serenamente non si crea nessun problema, ma se generano fastidio o ansia, allora in questo caso è meglio rivolgersi ad un professionista.

Dott.ssa Moruzzi Sara Psicologo a Parma

21 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2016

Salve Alessandro, a me sembra che lei stia cercando delle spiegazioni razionali di quello che le accade ("ho sempre voluto una ragazza al mio fianco e la sto ancora cercando, mentre non mi sono mai innamorato di un ragazzo", "mi piace il contatto con le ragazze e non quello con i ragazzi", "faccio fantasie sulle mie amiche", ecc…). Questa è una tendenza tipica degli esseri umani, che sono naturalmente orientati a conoscere se stessi e a trovare risposte. Tuttavia, in alcuni casi (comprendere il proprio orientamento sessuale è uno di questi) le risposte non possono derivare da questo tipo di ragionamenti perchè riguardano questioni affettive ed emotive che hanno poco a che fare con la razionalità.
Alla sue età capita molto spesso di avere dubbi in merito al proprio orientamento sessuale. Dal momento che la sua confusione dura da ben 2 anni, le consiglio di valutare la possibilità di rivolgersi ad uno psicologo che la possa aiutare a fare chiarezza su questo aspetto e a gestire la sua ansia.

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

309 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Altre domande su Orientamento sessuale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86850

Risposte