Ansia e pianto prima di ogni viaggio

Inviata da Azzurra il 20 mag 2019 Ansia

Buongiorno,
Ho 25 anni, e con il lavoro che faccio mi capita spesso di viaggiare.
Sono stata via 3 mesi a inizio anno, poi sono tornata e sono stata via ancora 1 mese e adesso devo ripartire per un tempo indeterminato.
Il mio problema però non è lo stare via per tanto tempo, ma che io stia via 1 settimana, 1 mese o 6 sto sempre male i giorni che precedono la partenza, e i primi 3/4 giorni dopo essere partita.
Mi spiego meglio... allora prima della partenza ho sempre l’ansia (che credo sia normale), e magari passo da avere una crisi di pianto dove mi viene voglia di annullare tutto il viaggio, a essere frenetica/eccitata con la voglia di partire immediatamente, tutto ciò anche solo in 30 minuti; un attimo prima piango e l’attimo dopo sono la persona più felice di questo mondo.
Però questo problema non mi allarma più di tanto...
Mi preoccupa invece il fatto di sentirmi SEMPRE male (davvero male) i primi 3/4 giorni di OGNI mio viaggio. Insomma mi succede sempre!! Inizio a stare male già in aeroporto, mi viene da piangere, voglio tornare a casa, non ho voglia di fare NIENTE; insomma divento proprio depressa, tanto che nel mio ultimo viaggio, durante una crisi di pianto/ansia del primo giorno ho pensato “speriamo che mi succeda qualcosa di brutto cosi torno a casa”. Poi passati 3/4 giorni, dove mi abituo alla novità basta, passa tutto. Torno la persona che sono sempre!
Penso che mi succeda tutto ciò perchè sono una persona molto abitudinaria, che fa fatica a cambiare routine.. e quindi i primi giorni magari mi sento un po’ “sballata”.
Volevo chiedervi se c’è una soluzione per non sentirmi sempre cosi male i primi giorni; adoro viaggiare, adoro il mio lavoro, non vorrei lasciare il tutto per queste mie stupide emozioni negative.

Come dicevo prima, in questi giorni riparto, vorrei riuscire a non avere crisi, almeno per una volta. Consigli? Come risolvo?
Grazie mille!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Azzurra,
il viaggio normalmente rappresenta felicità, eccitazione, voglia di vedere posti nuovi, lei afferma di sentire queste emozioni positive tuttavia nello stesso tempo vive intense emozioni negative probabilmente associate all'ansia di separazione. Probabilmente distaccarsi da luoghi o persone le crea una reazione eccessiva al momento. Occorre esplorare questi aspetti all'interno di uno spazio psicologico anche breve al fine di risolvere la difficoltà.
Resto a disposizione
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2415 Risposte

2045 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Azzurra, queste ansie sono legate alle tue caratteristiche di personalità, sarebbe da trasformare un poco quelle che tendono a sentirti un po' persa. Inserendo delle risorse di sicurezza dove é necessario. Con la psicoterapia e laiuto dell EMDR si possono ottenere risultati in tempi piuttosto brevi. Rimango a disposizione. Buona serata

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

171 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Azzurra, non è facile risponderle. Il suo evidentemente rientra nei disturbi d'ansia. Per essi occorre una specifica terapia, non è sufficiente qualche consiglio. E' necessario che Lei riacquisti un maggior controllo sulla sua mente. Per questo è essenziale che sia guidata da un esperto/a ad imparare delle tecniche per ottenere una piena serenità. una volta che riesce ad ottenere questo in situazioni non stressanti, può applicare pian piano il metodo nei momenti di crisi. Oggi è molto usata la mindfulness, che è un tipo di meditazione "laica", cioè priva di elementi religiosi. Molto importanti sono pure le tecniche di respirazione. Ma ripete, se non è riuscita da sola farebbe bene a ricorrere ad un aiuto professionale.
Cordiali saluti
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

726 Risposte

304 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Azzurra
le situazioni che descrive mi sembra mettano in luce delle dinamiche interne come l’ansia, l’angoscia, il pianto,la fatica dei cambiamenti che meritano una conoscenza sulle motivazioni e origini attraverso un dare significato a tutto ciò; Credo le sarebbe di aiuto un consulto psicoterapeutico per per comprenderli; Questi sono segnali di un disagio e non sono solo stupide emozioni negative
Disponibile per approfondimenti
Dr Elisabetta Ciaccia Milano

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

217 Risposte

48 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima Azzurra,
la situazione che Lei descrive sembra abbia a che fare con una questione di "separazione".
Il cambiamento di routine, di abitudini, il no conoscere che cosa accadrà, talvolta spaventano e causano malessere.
Per quel che riguarda lo "star male" che segue, potrebbe avere la stessa origine.
C'è qualcosa di questo partire che l'angoscia.
La soluzione potrebbe essere una serie di sedute per capire meglio la Sua storia e l'origine di questa sintomatologia.
Considerando che Lei viaggia spesso potrebbe pensare ad una serie di incontri via Skype.

A disposizione.

Una caro saluto

Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

375 Risposte

419 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte