Ho tanta paura di fare un viaggio

Inviata da Roberta il 18 giu 2018 Fobie

Ho 21 anni, e sono uscita da poco (credo) da una psicoterapia a causa di un periodo stressante e strano pieno di ansia, perdita di me stessa e panico. Mi si è presentata questa opportunità di fare un viaggio con le mie amiche e i loro rispettivi ragazzi a Barcellona per settembre. Stanno aspettando solo me per prenotare tutto ciò che c'è da prenotare e questa cosa mi mette una certa pressione anche perchè non sono sicura di esserne pronta. Ho sempre amato l'idea del viaggio e l'ho anche fatto tranquillamente in passato ma in seguito a questo strano periodo ho paura di sentirmi male, ho paura che mi vengano degli attacchi di panico mentre sono lontana, ho paura di lasciare la mia casa che è il mio porto sicuro. Non so se è davvero il momento giusto per fare questo viaggio. La mia psicoterapeuta mi dice che devo stare tranquilla e che devo buttarmi ma purtroppo ho sempre pensieri negativi che non riesco a cacciare via. Inoltre mi sento un po a disagio per il fatto di essere in mezzo a 3 coppie di fidanzati (io sono single). Sono tutti simpatici, sono io che mi sento sempre di troppo e ho timore di rovinare anche la loro vacanza a causa dei miei possibili attacchi di panico. Chi mi aiuterebbe se stessi male a Barcellona? Cosa devo fare secondo voi? vi prego aiutatemi questa situazione non mi fa dormire la notte e spesso piango. Questi ragazzi sono così felici e carichi per questo viaggio, io non mi sento così e non è così che dovrebbe sentirsi una ragazza della mie età prima di un viaggio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Roberta,
non dai alcuna informazione sul tipo e sulla durata del percorso di psicoterapia che hai fatto per cui non è possibile capire se gli obbiettivi terapeutici concordati siano stati raggiunti.
Se la tua terapeuta ti incoraggia ad affrontare questa esperienza che ti mette ansia vuol dire che è una cosa che ritiene tu possa fare e di cui in seguito eventualmente si potrà parlare in seduta per cui anch'io ti esorto ad affrontare.
D'altra parte, in caso di disagio nel corso della vacanza, suppongo che potrai contare sul sostegno dei tuoi amici e della stessa terapeuta che potrebbe rendersi reperibile telefonicamente.
Comunque, ti suggerisco di non chiudere per adesso la relazione terapeutica poichè si evince che hai ancora bisogno di aiuto.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6484 Risposte

18141 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Roberta,
la psicoterapia ti avrà sicuramente dato tutti gli strumenti necessari per poter affrontare situazioni che ti fanno paura come questo viaggio. Per poter sapere se vermante sei pronta non resta che provarci. Anche se non sarai tranquilla, riuscirai sicuramente a gestire questo disagio.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

410 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Roberta,
Il miglior modo di affrontare una paura resistente è viverla ed affrontarla.
Lei ha il supporto di una terapia, la specialista potrà essere un riferimento per diverso tempo ancora. Il mio consiglio è di vivere questa meravigliosa esperienza circondata da amici che le vogliono bene e che ci saranno sempre per lei.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2420 Risposte

2048 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
concordo con la collega: ne parli con la sua terapeuta. Forse il suo "viaggio" nella stanza di terapia non è ancora giunto al termine, o forse lei ha solo bisogno di riprenderlo per nuove mete. Non è detto che questo sia il momento giusto per partire ed in ogn caso è opportuno accogliere e ascoltare le nostre paure, per poter dare loro un significato e comprenderle. Non è mai "conveniente" non considerarle, se c'è una cosa che l'ansia e le paure sanno fare bene è insistere fino a quando non le avremo ascoltate...
Un caro saluto,

dott.ssa Vincenza Lomartire

Dott.ssa Vincenza Lomartire Psicologo a Taranto

11 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Roberta,

Provi a chiedere alla sua terapeuta un altro incontro, dove valutare insieme cosa fare e soprattutto ragionare su questa paura di stare male. Dopo tutto non credo ci sarà mai un momento giusto se la paura rimarrà sempre presente, utile sarebbe affrontarla o almeno capire il significato.
Buona fortuna

Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1537 Risposte

1136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77300

Risposte