Aiuto post aborto

Inviata da Viola1234 · 2 gen 2023 Terapia di coppia

Salve,
Ho davvero bisogno di aiuto.
Ho abortito a febbraio perché il mio compagno con il quale stavo da 4anni era ed è ancora tossicodipendente da cocaina.
Appena ho scoperto di essere incinta mi è crollato il mondo e mi sono sentita persa. Non sono riuscita a parlarne con nessuno e le persone che ho trovato lungo la strada per l’igv non mi sono state d’aiuto nel prendere la decisione più giusta per me. Non sono riuscita nemmeno a parlarne con la mia famiglia perché inizialmente speravo che il mio ragazzo riuscisse a uscire dalla dipendenza (cosa che ancora non è riuscito a fare). Mi sentivo senza scelta, costretta di interrompere a causa sua e del suo problema. Io volevo tenerlo ma mi sentivo schiacciata dalla situazione, non sapevo a chi chiedere aiuto. Ero spaccata a metà tra cuore e razionalità. Da quel giorno ho smesso di vivere e non riesco a perdonarmi per quello che alla fine ho fatto. Vorrei tanto tornare indietro per scappare da quell ospedale e avere tra le braccia il mio bambino. Penso che forse sarei riuscita a essere forte, che ce L avrei fatta da sola anche senza un padre. Da quel giorno non riesco più ad andare avanti penso tutti i giorni all errore che ho fatto e non riesco a perdonarmi.
Ora mi sento vecchia sola senza nessuno al mio fianco e vorrei tanto coronare questo mio sogno avere una famiglia bella come quella dei miei genitori ma sento che è tardi per conoscere una persona giusta. Io avrei tanto voluto dargli un papà sano e mi spaventava l’idea di un padre tossicodipendente. Di avere un legame a vita con una persona che non è stato nemmeno in grado di aiutarmi e di smettere di drogarsi per suo figlio.
Io sto malissimo e non riesco più a vivere così non riesco a dormire bene e ho attacchi di pianto e sensi di colpa. Non mi sento capita da nessuno.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 GEN 2023

Gentile Viola,
con molto rispetto ed empatia vorrei evidenziare che prima ancora di interrogarsi sulla appropriatezza della decisione di IVG avrebbe potuto interrogarsi sulla consistenza della sua relazione sentimentale il cui esito non è ancora chiaro.
Premesso ciò, concordo con quanto le è stato già detto e cioè che tutti noi facciamo le scelte che in quel momento e in quel contesto particolare ci sembrano le migliori e per questo motivo il senso di colpa è inopportuno e ingiustificato.
D'altra parte, perdonarsi è comunque fondamentale per la salute mentale per cui, se questa riflessione non è per lei sufficiente per riuscire a concederselo, le consiglio un percorso psicologico da intraprendere al più presto.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8302 Risposte

22561 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 FEB 2023

Consiglio un percorso di supporto psicologico per elaborare la perdita..

Dr. Michele Scala Psicologo a Padova

795 Risposte

230 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 FEB 2023

Consiglio un percorso di supporto psicologico per elaborare la perdita.

Dr. Michele Scala Psicologo a Padova

795 Risposte

230 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 FEB 2023


Consiglio un percorso di supporto psicologico per elaborare la perdita

Dr. Michele Scala Psicologo a Padova

795 Risposte

230 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GEN 2023

Buongiorno Viola,

perdere un figlio, indipendentemente dalla sua età gestazionale, è un lutto. Lutto aggravato dalle circostanze ambientali, dalle persone accanto a lei che non l'hanno capita e supportata.
Il percorso di rinascita potrebbe cominciare dall'affrontare i sentimenti e i pensieri legati a questa perdita, svolgere un lavoro di elaborazione del lutto per superare questa crisi esistenziale.
Lei dice di aver fatto un errore, ma ha anche detto di aver preso questa scelta per proteggere il nascituro da una vita potenzialmente spaventosa con un padre tossicodipendente. Forse non è stata così cattiva come immagina, ma anzi ha mostrato tanto coraggio e amore.

Rimango a disposizione,

Dott. Luca Lepore

Dott. Luca Lepore Psicologo a Arese

12 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GEN 2023

Buongiorno Viola, la sua storia è struggente. Posso immaginare la fatica della decisione presa, suo malgrado e con il peso delle circostanze; la sofferenza di non essere stata accompagnata e supportata in quella che è stata una scelta ed un dolore affrontati da sola. Lo scrivere in questa piattaforma è un primo passo per non sentirsi più sola, di essere ascoltata ed accolta senza giudizio. Un primo passo...le auguro di fare il secondo e di mettersi in contatto con qualcuno di noi, di esplorare meglio il significato di un percorso di terapia personale per essere accolta ed accogliersi. Rimango a disposizione, un caro saluto. Maria dr. Zaupa

Dottoressa Maria Zaupa Psicologo a Vicenza

84 Risposte

84 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2023

Buongiorno Viola,

mi dispiace molto per ciò che sta vivendo e capisco anche quanto possa essersi sentita sola a vivere ciò che racconta. Avendo mantenuto per sé il suo problema, inevitabilmente ha deciso di cavarsela da sola senza aiuti.

La situazione che si è trovata a vivere quando è rimasta incinta era una situazione difficile, in cui si trovava completamente sola a dover prendere una decisione così grande. Posso intuire che la vergogna di frequentare una persona con problemi di tossicodipendenza e dell'essere rimasta incinta proprio di quella persona l'abbiano fatta rifuggire dal cercare aiuto e supporto dalla sua famiglia.

Io penso che lei abbia bisogno di perdonarsi, di accettare che ha preso una decisione in una situazione difficile, in cui sentiva di non poter contare su nessuno e in cui sentiva di non potercela fare a portare avanti quella gravidanza. Sono fermamente convinta che quello che scegliamo in ogni momento della nostra vita sia dettato da quello che ci sentiamo di fare in quel momento, per l'appunto, che è la decisione migliore che potevamo prendere nel qui-ed-ora della situazione che stavamo vivendo e che quindi non dobbiamo rimproverarci di nulla, anche qualora quella decisione porti poi a conseguenze negative. Significa che in quel momento non potevamo fare altro e quindi abbiamo bisogno di accettare la decisione presa e le nostre debolezze.

So che queste parole non cambiano ciò che sta vivendo e che probabilmente avrà bisogno di un percorso che la porti a perdonare se stessa, ma spero comunque che l'aiutino a fare chiarezza.

Un caro saluto.

Dott.ssa Claudia Cioffi

Dott.ssa Claudia Cioffi Psicologo a Ancona

47 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2023

Cara Viola,

capisco la tragedia che le sta passando nella testa e nel cuore. Effettivamente un eventuale padre tossicodipendente è una contraddizione in termini. Infatti il padre dovrebbe essere colui che rende indipendenti i figli, garantendo loro un esempio di chi si è reso di fatto indipendente nella vita, con tutto il significato che possiamo attribuire alla parola indipendenza.
Ormai è successo, e nulla le darà mai più il suo bambino, questo è un fatto.
Però pensi a tutto l'amore che lei può dare invece che rimanere ancorati a quel brusco distacco, certo non è facile, ma con l'aiuto di uno psicoterapeuta potrà realizzare questo cambiamento.
Colgo l'occasione per augurarle un buon 2023!
Dott.Gabriele Lenti
Psicoterapeuta Genova

Dott. Gabriele Lenti Psicologo a Genova

122 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Gentile Viola, comprendo il suo dolore e le sono vicina. Comprendo quanto la sua decisione possa essere stata sofferta, ma
non si deve mettere al mondo un figlio pensando di poterlo crescere da sola, soltanto perché abbiamo bisogno d'amore, di riempire un vuoto affettivo che ci rende fortemente vulnerabili. Il primo gesto di responsabilità di una madre è proprio quello di mettere al mondo un figlio con una persona che abbia idea di che cosa significhi la parola "genitorialità" , una persona che si accosti a questo ruolo con rispetto, una persona che sappia ciò che vuole dalla vita e che abbia raggiunto un livello di maturità tale da poter aspirare a svolgere questo compito. Sicuramente la persona con la quale lei ha avuto una relazione non aveva nessuna di queste caratteristiche, ma pensare di procedere con la gravidanza e mettere al mondo un figlio in una situazione così precaria e difficile
sarebbe stato un gesto di puro egoismo. Non si deve sentire in colpa per ciò che è successo, ma deve rivedere alcuni aspetti della sua vita. Riferisce di avere una bella famiglia, ma mi chiedo per quale motivo non si è aperta con loro cercando un po' di conforto ed un po' di comprensione? Forse perché teme il loro giudizio? Non continui a torturarsi e a farsi del male, ma intraprenda un percorso psicoterapico che l'aiuti ad elaborare questo dolore e a riprendersi in mano la sua vita, ne ha tutto il diritto. Le faccio tantissimi auguri e rimango a disposizione, senza alcun impegno, per informazioni ed approfondimenti. Un abbraccio. Dott.ssa Daniela Noccioli.

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

419 Risposte

183 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Cara Viola,
l'esperienza dell'aborto volontario comporta un dolore lancinante, una sofferenza intollerabile, la sensazione di uno svuotamento fisico e psicologico, la sensazione di andare in frantumi, insieme al senso di colpa che lei nomina. Ogni scelta è giusta nel momento in cui viene compiuta, in quel presente e a quelle condizioni, corrisponde al nostro stato e ai nostri nostri bisogni del momento. Lei stessa sottolinea di essersi sentita soverchiata, schiacciata, di non aver intravisto di fronte a sé altre strade. L'interruzione della gravidanza è stata l'unica possibile.
Lei è stata molto sola, troppo, per poter tollerare tutto. Provi a perdonarsi e andare avanti nella sua vita, ripartire per riparare la sua ferita e ricostruire se stessa.
Resto a disposizione anche online.
Caramente
Dottoressa Simona D'Urso

Simona D'Urso Psicologo a Torino

120 Risposte

36 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno Viola,
Sono molto dispiaciuta per la grande pressione che ha dovuto sopportare da sola. Nessuno è riuscito a guadagnarsi abbastanza la sua fiducia.
La tossicodipendenza è una patologia seria, che coinvolge tutte le persone che sono intorno al paziente diretto. Posso immaginare quanto si sia interrogata e quanto le debba essere costata la decisione finale.
Le consiglio un supporto psicologico in questo momento, perché possa elaborare insieme a qualcuno quanto le è capitato e possa uscire da dinamiche che non la fanno più stare bene, per costruirne di nuove.
Rimango a sua disposizione per qualsiasi cosa,

Laura Cargnino

Dott.ssa Laura Cargnino Psicologo a Cuneo

17 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno Viola,
Mi dispiace molto che si sia sentita sola in un momento così delicato. Non mi è chiaro se la relazione è conclusa o meno ma è stata una relazione molto importante se dura da 4 anni. Le consiglio di trovare un supporto psicologico per elaborare la perdita ma anche per analizzare la sua relazione duratura con una persona con una dipendenza duratura.
Cari saluti.
Luisa Festini

Dr.ssa Luisa Festini Psicologo a Verona

33 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno Viola,
la legalizzazione dell'aborto è stata una lunga battaglia per le donne della mia generazione ed io sono ancora convinta che sia stata una lotta giusta e necessaria che ha reso possibile l'esercizio della libera scelta in un momento drammatico nella vita delle donne.
Perchè è questo il punto: il fatto che l'aborto non sia più illegale non significa che la scelta possa essere fatta con leggerezza perchè l'interruzione di una gravidanza ha un costo emotivo molto elevato, sempre! Pensi che stanno male anche le donne che devono abortire a seguito di uno stupro o dopo essere state violentate a causa di una guerra in corso.
Ciò che lei sta vivendo è una reazione intensa a ciò che è accaduto, gli psicologi direbbero che è un lutto per la perdita subita,
e quello che lei può fare è tollerare questo dolore perchè per un certo periodo sarà inevitabile, sia che lei lo chiami lutto sia che lo chiami tristezza profonda. Poi, se non si avvita su sè stessa, piano piano se ne andrà e le rimarrà solo un doloroso ricordo dell'accaduto.
Purchè non complichi la sua vicenda con sensi di colpa eccessivi: lei ha fatto una scelta molto ragionevole, ha voluto evitare a sè e al suo potenziale bambino una vita difficile e senza la necessaria protezione. Il suo compagno,lei dice, non era e non è ancora in grado di uscire dalla dipendenza e quindi, non solo lei non avrebbe potuto contare sul suo sostegno, ma avrebbe dovuto guardarsi dall'irrompere nella vostra vita delle conseguenze del suo comportamento.
Le consiglio di rivolgersi ad un bravo psicologo che la aiuti ad attraversare questo momento e che la faccia riflettere sulle ragioni del legame con un partner che le ispira così poca fiducia.
Un forte abbraccio.

Dott.ssa Rinalda Sabbadini Psicologo a Arese

73 Risposte

60 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno Viola,
Purtroppo non avevi al tuo fianco la persona giusta con cui costruire una famiglia e ti sei trovata a dover affrontare tutto da sola.
Troverai una persona che ti merita e con cui potrai realizzare il tuo sogno.
Intanto ti consiglio un percorso di supporto psicologico per elaborare la perdita e lavorare sul senso di colpa in modo da alleviare la sofferenza dovuta a questa situazione.
Dott. Michele Arnaboldi.

Michele Arnaboldi Psicologo a Varedo

29 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Cara Viola1234, il suo vissuto post-ivg è comune a molte donne che hanno compiuto la sua stessa scelta valutando attentamente, e dolorosamente, le circostanze nelle quali portare avanti una gravidanza e poi far crescere un figlio. Non è mai una scelta a cuor leggero e priva di sensi di colpa, e il vissuto è proprio quello di un lutto complesso e delicato.
Quello che le posso dire è di farsi seguire da uno psicoterapeuta per elaborare il senso di perdita, e restituire a se stessa la giusta dimensione della sua scelta.
Le auguro il meglio
Dottoressa Aniela Corsini

Dott.ssa Aniela Corsini Psicologo a San Benedetto del Tronto

115 Risposte

45 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Cara Viola, mi spiace per la situazione che sta vivendo e comprendo quanto abbia un'influenza sulla sua quotidianità. La strada che ha scelto sicuramente non è stata la più semplice, specie da un punto di vista emotivo. Mi spiace che le persone che ha trovato lungo la sua strada non abbiano saputo darle l'aiuto necessario, specie in un percorso cosi delicato come l'igv.
Il dolore che porta con sè in questo momento ha bisogno di essere elaborato, prenda in considerazione un supporto psicologico cosi da essere supportata in questo periodo di vita da un professionista che la possa supportare senza giudizio.
Se ne ha piacere, resto a disposizione anche per una consulenza online.
La abbraccio, dott.ssa Sara Manzoni.

Dott.ssa Sara Manzoni Psicologo a Treviglio

595 Risposte

187 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno Viola,
in un momento così difficile nella vita si possono prendere decisioni di cui poi ci pentiamo, ma il vero errore è ritornare sempre indietro per vedere lo sbaglio e non andare più avanti. la cosa più difficile è perdonarsi e legittimare i propri comportamenti. se hai voglia di condividere la tua storia rimango a tua disposizione.
cordialmente
Dott. Giuseppe D'Amico

Dott Giuseppe D'Amico Psicologo a Palermo

62 Risposte

16 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno
Capisco il suo dolore nell'avere scelto di abortire. Forse la situazione era quella idonea in quel momento per lei.
Incontrerà una nuova persona con la quale poter stabilire un rapporto relazionale. affettivo e poter diventare mamma.
La invito a fare un percorso di psicoterapia per poter superare il suo dolore, e i suoi sensi di colpa.
Ci pensi un attimo, che padre sarebbe stato il suo compagno per suo figlio?avrebbe bisogno anche lui di una psicoterapia, e di una comunità terapeutica.
Dott.ssa Patrizia Carboni
Psicologa Psicoterapeuta
Roma

Dott.ssa Patrizia Carboni Psicologo a Roma

484 Risposte

72 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno Viola,
posso solo immaginare il dolore che sta provando in un momento così difficile per lei. Purtroppo la decisione di ricorrere ad una IGV è tutt'altro che semplice e spesso viene vissuta con angoscia e senso di colpa.
Ritengo sia importante per lei rivolgersi ed affidarsi ad un professionista con il cui supporto potrà elaborare questo lutto così doloroso e le perdite che ha dovuto affrontare in questo periodo della sua vita.
Rimango a sua disposizione per un consulto anche online.
Un caro saluto
Dott.ssa Beatrice Mastrilli

Beatrice Mastrilli Psicologo a Torino

71 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Viola buongiorno, il suo strazio si sente forte e chiaro. La sua scelta è già materialmente alle sue spalle. È già fisicamente nel suo passato, e lei si sta muovendo disperatamente verso un futuro che percepisce come drammatico.
Si fermi più tempo nel suo presente.
E si faccia aiutare.

Tiziana Viol Psicologo a Vittorio Veneto

628 Risposte

1979 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Cara Viola,

sono a sua completa disposizione per elaborare il suo lutto in uno spazio a lei dedicato di ascolto e supporto psicologico.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

826 Risposte

289 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2023

Buongiorno Viola,
comprendo la sua situazione è come sia doloroso per lei affrontare da sola questa perdita.
La decisione di ricorrere ad una IVG non è mai una cosa semplice e spesso viene vissuta con un gran senso di colpa e vergogna. Credo che sia importante che possa rivolgersi ad un professionista, in uno spazio a lei dedicato in assenza di giudizio, così da poter elaborare questo lutto così doloroso.
Un caro saluto
Dr.ssa Laura Chiuselli

Dr.ssa Laura Chiuselli Psicologo a Pesaro

105 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21350

psicologi

domande 36550

domande

Risposte 125200

Risposte