Un modo per combattere lo stress e sentirsi riposati senza pillole

Lo sapevate che esistono dei metodi per scaricare lo stress della quotidianità e migliorare la qualità del riposo e il dolore fisico?

30 NOV 2021 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Un modo per combattere lo stress e sentirsi riposati senza pillole

Sapevate che si tratta solo di imparare a usarlo e poi potreste farlo da soli per tutta la vita? Qui ve ne spiegheremo uno: il Training autogeno!

Il Training autogeno è una tecnica che nasce dall'esigenza di gestire adeguatamente il distress a cui siamo sottoposti giornalmente. Esso risulta particolarmente utile soprattutto in questo periodo storico, caratterizzato da cambiamenti socio-lavorativi repentini e iper-connessione digitale.

Il Training Autogeno è una metodologia di rilassamento che, attraverso l'auto-distensione da concentrazione psichica, produce dei cambiamenti reali sia di carattere psicologico che fisiologico. È una tecnica ampiamente validata e ancora oggi fortemente promossa dall'ICSAT (Italian Commitee for the Study of Autogenetic Training), che continua a studiarla e a individuarne nuove applicazioni (ultimissima ad esempio è una sperimentazione sulla qualità del sonno in gruppi di persone che avevano contratto il covid-19).

L'apprendimento e la pratica costate del training permettono, a chi lo padroneggia, di modificare autonomamente le funzioni del proprio sistema neurovegetativo, fortemente invalidato dall'esposizione prolungata a contenuti stressogeni.

L'obiettivo del percorso è quello di raggiungere uno stato di "commutazione" organica, in cui il corpo esperisce non solo il passaggio tra diversi stati somatici finalizzati al rilassamento fisico (come ad esempio dalla contrattura alla distensione muscolare), ma anche un "atteggiamento di passiva e acritica immedesimazione", che riporta la mente alla calma e all'accettazione.

La regolazione dell'attività fisiologica e mentale sono possibili grazie:

  • sia al raggiungimento di uno stato di contemplazione passiva, in cui viene indotto il paziente durante il training;
  • sia al fenomeno dell'ideoplasia.

Quest'ultima è un processo di carattere neurofisiologico che permette, una volta pensato un movimento, di indurre modificazioni elettriche neuronali in corrispondenza del centro cerebrale interessato al movimento pensato e una parziale modificazione elettrica anche a livello delle fibre muscolari dell'organo coinvolto. Questo vuol dire che se penso che il mio braccio stia percependo calore, a lungo andare, rappresentandomi mentalmente il calore e concentrandomi sul braccio, sentirò il mio braccio accaldarsi.

Sebbene si basi sull'induzione di stati psicofisiologici attraverso la rappresentazione mentale, il Training Autogeno differisce in maniera sostanziale dall'Ipnosi, in quanto riduce al minimo gli effetti suggestivi e fornisce al paziente uno strumento che può essere utilizzato in autonomia una volta imparato adeguatamente.

È importante sperimentare il percorso di Training Autogeno con uno psicologo esperto della tecnica, al fine di elaborare al meglio le sensazioni e i vissuti esperiti durante la pratica e riuscire successivamente senza timore ad utilizzarla in autonomia e sicurezza.

I risultati che si possono ottenere con l'allenamento costante del Training Autogeno sono tre:

  1. equilibrio neurovegetativo;
  2. stato di calma;
  3. modifiche della personalità.

Tra gli effetti benefici durante una sessione di Training Autogeno vi sono:

  • recupero dell'energia;
  • induzione alla calma;
  • regolazioni di funzioni corporee involontarie (come quelle dell'apparato cardiocircolatorio, respiratorio o viscerale);
  • regolazione del ciclo del sonno;
  • miglioramento delle capacità mnemoniche e di concentrazione;
  • diminuzione della percezione di dolore attraverso la modifica del vissuto di sofferenza autoindotta (si pensi ad esempio ai dolori mestruali o cervicali;
  • autodeterminazione per mezzo di proponimenti che permettono di superare specifiche difficoltà;
  • introspezione e autocontrollo.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Una Stanza per Sé: servizi per il benessere psicologico

Bibliografia

  • Di Donato, F (2019) Training Autogeno, il quaderno teorico - operativo per gli psicologi, Torrazza Piemonte, Amazon
  • Liu K, Chen Y, Wu D et al. Effects of progressive muscle relaxation on anxiety and sleep qualitity in patients with COVID-19, Epub 2020 mar 6.
  • Schultz, J.H. (1999) Training Autogeno Vol 1 Esercizi inferiori. Milano, Feltrinelli.

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su ansia