Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Il narcisismo ipervigile

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Conoscete la differenza tra narcisismo inconsapevole e narcisismo ipervigile?

3 MAG 2017 · Tempo di lettura: min.
Il narcisismo ipervigile

«Ogni volta che iniziamo a pensare di essere il centro dell'universo, l'universo si gira e dice con un'aria leggermente distratta: "Mi dispiace. Può ripetermi di nuovo il suo nome?"», (Margaret Maron).

Quali sono le caratteristiche del narcisista?

Nella società contemporanea si sente sempre più spesso parlare di narcisisti. Tuttavia il termine narcisismo, pur definendo una caratteristica della personalità, può indicare anche un disturbo della personalità che danneggia non solo chi ne viene colpito ma anche i suoi familiari e i suoi amici.

La parola "narcisismo" deriva da un personaggio di un mito greco, Narciso (narkè), che dopo aver respinto l'amore della ninfa Eco si innamora della propria immagine riflessa nell'acqua, fino ad annegare (secondo alcune versioni del mito) e a trasformarsi in un fiore che prende il suo nome.

Gli individui narcisisti risultano egocentrici, arroganti, esibizionisti e per niente empatici nei confronti degli altri. Le persone che si rapportano con l'individuo narcisista non si sentono mai amate o apprezzate sufficientemente: per il narcisista svalutare gli altri serve a sentirsi meglio. Nonostante ciò si tratta solitamente di individui con una grande fragilità rispetto alle critiche e una scarsa autostima.

Secondo Gabbard il narcisismo si differenzia in due sottocategorie. Nel caso sopra descritto, queste caratteristiche si presentano nel cosiddetto "narcisista inconsapevole" (oblivious). Tuttavia non sempre la situazione è così netta, in quanto esistono anche i narcisisti ipervigili (covert o hypervigilant).

Questi individui non si mostrano arroganti ma appaiono enormemente sensibili alle critiche, modesti e sono molto critici nei confronti delle altre persone. Si tratta di narcisisti "silenziosi" che però sanno essere grandi manipolatori e possono avere un grande impatto sulle persone vicine.

Come riconoscere un narcisista ipervigile?

Il narcisista ipervigile, anche se può sembrare abbia un impatto minore sulle altre persone, in realtà, pur non mostrando grandi dosi di protagonismo, utilizza strategie indirette per manipolare gli altri e farli sentire poco apprezzati. Si tratta di un disturbo più complicato da smascherare ma che può provocare pesanti conseguenze su chi ne soffre e sulle persone che gli sono accanto. Quali sono le principali caratteristiche di un narcisista ipervigile? Ecco come riconoscerlo.

  • Pur desiderando essere al centro dell'attenzione, non si espone troppo. Tuttavia cerca sempre il momento opportuno per sminuire gli altri, soprattutto chi non gli ha prestato sufficiente attenzione.
  • È molto sensibile alle critiche e alle reazioni degli altri. Per questo, se subisce un danno, chiude drasticamente la relazione senza bisogno di chiarire o chiedere spiegazioni.
  • Non vuole che gli altri si allontanino da lui e, per ottenere questo, cerca di manipolarli attraverso il vittimismo, il senso di colpa o la seduzione.
  • Dà l'immagine di una persona debole, fragile e vittima. Nella maggior parte dei casi rivolge l'attenzione maggiormente verso gli altri che verso se stesso, dando quasi l'impressione di "sparire" dalla conversazione.
  • Nel suo silenzio, il narcisista ipervigile è molto attento a quello che dicono gli altri, in modo tale da poter criticare posteriormente la conversazione e le persone che ne hanno fatto parte.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in disturbi della personalità.

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento
1 Commenti
  • Antonella Cao

    La descrizione è perfetta in ogni suo rigo. Complimenti!

ultimi articoli su disturbi della personalità