Sono fidanzata,ma penso ad un altro

Inviata da Elena · 6 giu 2018 Terapia di coppia

Buongiorno,mi presento,mi chiamo Elena,ho 18 anni e un problema che non so risolvere
Sono fidanzata da 1 anno con un ragazzo di due anni più grande,Marco,è una persona spettacolare,mi ama,mi protegge e cerca di dare il 1000 x 1000 per rendermi felice. Il mio ragazzo ha un solo difetto per me,ovvero è molto geloso e tende a proibiti tante cose per paura che incontri un altro.
Io pensavo non potesse mai accadere,ma la verità è che da diversi mesi,mi sono avvicinata ad un ragazzo che frequenta la mia stessa palestra,anche lui fidanzato e più grande di me di 7 anni.
Qualche giorno fa,con mia grande sorpresa,quest'ultimo si è dichiarato e io purtroppo,ingenuamente,presa dall emozione,ho detto subito che ricambiavo.
Questo ragazzo si chiama Pietro ed è impegnato in una relazione di 2 anni e convive da 1.
La sua ragazza Mariam è di origine Rumena ed è partita per un mese per il suo paese. Pietro l'ha contattata dicendole che non voleva che tornasse a casa perché non era più innamorato di lei e non voleva più starci assieme. Lei è tornata comunque e lui le ha detto della mia esistenza e del fatto che ha perso la testa per me. Mariam soffre moltissimo e finché non trova un altro alloggio deve restare da lui.
Tornando a me,mi sono fatta coraggio per raccontare a Marco che da qualche mese mi sentivo distante da lui e non provavo più le stesse cose. Il problema è che lui è scoppiato in lacrime dicendomi che mi avrebbe dato tempo per sistemare le cose e che non poteva in alcun modo perdermi. Ho pianto tanto anch'io e so che l'idea di finire qui questo rapporto mi farebbe stare troppo male.
Il punto però è che mi sto vedendo con Pietro (non c'è stato nessun bacio,solo chiacchiere e qualche abbraccio) e capisco che mi fa stare bene,in più lui è molto preso da me e mi ricorda spesso che lui ha lasciato andare quella che sarebbe potuta essere sua moglie per me.
Io adesso non so più cosa fare,perché non capisco se amo ancora o no il mio ragazzo e non capisco se dovendo decidere di restarci assieme sarebbe solo per vigliaccheria e per pena. Allo stesso tempo però,so che lasciandolo soffrirebbe lui e io assieme e non posso sapere come andrebbe con Pietro.. Insomma,cosa devo fare??

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 GIU 2018

Buongiorno Elena,

Capisco la situazione, non deve essere semplice gestirla, alla fine è come se si trovasse tra due fuori e sa che qualsiasi decisione prenderà uno dei due soffrirà.
Al fine di poterla aiutare servirebbero maggiori informazioni sulla sua storia, tuttavia le consiglio di non soffermarsi sugli altri, ovvero su chi starà più o meno male, ma su di lei. Elena cosa vorrebbe per essere felice?di chi e di cosa ha bisogno? non si faccia influenzare dai sensi di colpa e sulla paura di poter sbagliare, cerchi di pensare a ciò che ha bisogno lei.

Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1664 Risposte

1176 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2018

Cara Elena, capisco tutta la sofferenza che stai vivendo, unita alla confusione sulla scelta da fare.....purtroppo non posso dirti io cosa fare, ma posso darti qualche elemento di riflessione per facilitarti nella scelta. Come ti vedi da qui a 15 anni? che tipo di uomo vedi accanto a te e che tipo di relazione sarebbe più soddisfacente per te? già provare a dare una risposta a questo potrebbe farti orientare rispetto a come ti senti quando stai con questi ragazzi. A questo proposito, come ti fa sentire Pietro? e cosa provi, invece, quando stai con Marco? E' difficile scegliere, lo immagino...ma credo sia ancora più difficile fare una scelta basandosi su come la possano prendere gli altri: tu dove sei in tutto ciò? tu cosa vuoi per te? quando si fa una scelta inevitabilmente si lascia qualcosa e si rischia di ferire qualcuno.....e, proprio perchè questo è lo scotto da pagare quando si vive, mi sento di dirti di "Isolarti" e di fermarti solo su te stessa e i tuoi bisogni. Non puoi e non devi "far felici" tutti (l'hai imparata da qualche parte questa cosa, per caso?): ascoltati e scegli senza paura, vedrai che dentro di te una risposta ce l'hai già. Valuta magari l'idea di contattare uno psicologo per fare chiarezza se senti che ti potrebbe essere di supporto in questa scelta.
Un grosso in bocca al lupo, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

252 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85700

Risposte