Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Rancore e difficoltà a perdonare

Inviata da Patrizia CARDI il 31 mag 2018 Terapia di coppia

Buon giorno, ho 40 anni e 8 anni fa ho subito un aborto spontaneo, ho sofferto tanto ed ho incolpato mio marito per questo (lui era spesso in trasferta per lavoro, quando ho perso il bimbo era via ed è tornato dopo una settimana). Ero veramente intrattabile, lui incassava in silenzio (ha sempre incassato in silenzio anche dai genitori). Nel frattempo una collega lo riempe di complimenti e gratificazioni, una sera mio marito nel salutarla sfiora le sue labbra senza volerlo, domanda scusa e pare finita lì... purtroppo non per la collega che tenta un approccio durante una cena aziendale baciandolo, lui resta pietrificato per qualche secondo e si sposta, ma purtroppo non le dà nessuna spiegazione e nessuno stop.... lei ritenta, ma sentendosi rifiutata domanda a lui perchè non sente nulla, finalmente le dice "perchè non c'è nulla".... ecco so che può sembrare una sciocchezza, ma io non riesco a perdonare, porto un rancore enorme a mio marito. Purtroppo sono una persona rancorosa verso tutti, tranne i miei figli. So che ha sicuramente tradito la mia fiducia, ma non si tratta di un tradimento vero e proprio. Mio marito ha cambiato prima reparto, ma non vedendomi tranquilla nel saperlo al lavoro con quella persona ha addirittura cambiato lavoro. So che è una persona d'oro, che ha avuto un momento di debolezza in un periodo particolare della nostra vita.... ma allora perchè tutto questo rancore? Ho addirittura contattato la collega la quale dapprima mi ha detto di non doversi giustificare di nulla e poi ha detto che si trattava di un rapporto di lavoro dove lui non provava nulla, mentre lei qualcosa in più... che si è trattato di un mezzo bacio da bambini delle elementari.... ah ha chiuso la telefonata dicendomi di smetterla di fare la gatta morta.... probabilmente ha detto a me quello che ha fatto lei, ma anche su questo io ci rimugino continuamente e il mio rancore aumenta. Grazie a chiunque potrà aiutarmi con una parola

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buonasera Patrizia,
Capisco la situazione e non deve essere semplice gestire il rancore di cui parla. Tuttavia penso che suo marito, pur avendo sbagliato, le ha dimostrato un cambiamento, anche fisico perché ha deciso di cambiare lavoro. Penso invece che lei porti ancora rancore per quello che è successo prima. Non mi è chiara una cosa: l'aborto che ha avuto spontaneo è successo 8 anni fa e invece l'avvicinamento con la collega? Sarebbe interessante conoscere la sua storia, al fine di poterla aiutare. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti

Cordiali saluti

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1548 Risposte

1139 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15650

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 79100

Risposte