Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

psicologia infantile - genitori separati

Inviata da alex · 3 ott 2017 Psicologia sociale e legale

salve, sono un genitore di una bimba di quasi tre anni; sono separato da circa 4 mesi e da allora è nato il rapporto con mia figlia prima soffocato dall'attaccamento morboso della mamma; la bimba vive con lei e sta con me due pomeriggi e notti a settimana oltre alle settimane alterne (sabato e domenica); x non far capire niente alla bimba le diciamo che quando è con papà è xc la mamma lavora e viceversa; da qualche tempo quando vado a prenderla mi dice sempre che vuole papà e mamma assieme a lei e ogni tanto mostra insofferenza nei miei confronti .
Domande:
1. abbiamo fatto bene a dire che siamo divisi x lavoro?
2. E' opportuno che ogni tanto facciamo qc assieme come se si fosse una famiglia? (i ns rapporti non sono buoni allo stato anzi).
Come risolvo questa sua necessità di vederci assieme?
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 OTT 2017

Gentile Alex , penso che sia meglio dire alla bimba ciò che stà accadendo , in modo da elaborare questa cosa , i bambini vogliono i genitori sempre insieme è normale che abbia richieste di questo tipo. Sicuramente un sostegno di un collega potrà aiutarvi a gestire meglio voi genitori e la bambina ad affrontare per il meglio e serenamente questo momento. In bocca al lupo per tutto
Dr.sa Lucchesi

Dott.ssa Luisa Lucchesi Psicologo a Castagneto Carducci

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 OTT 2017

Rispondo alle sue domande:
1) i bambini sono molto più in gamba di quello che noi immaginiamo: sua figlia ha già compreso che le cose non sono come i genitori stanno dicendo. Meglio dirle semplicemente la verità: mamma è papà hanno deciso di vivere in due case diverse, tu starai un po' con mamma e un po' con papà. Anche se mamma e papà non vivono più nella stessa casa, resteranno sempre la tua mamma e iltuo papà.
2)all'inizio fare le cose tutti insieme, fa creare aspettative al bambino che poi verrebbero deluse. Meglio dire che al momento non è possibile.
I bambini certo vorrebbero sempre vedere i genitori insieme, ma non è questo il vero problema. La loro sofferenza nasce dalla guerra che spesso i genitori si fanno.
Auguri di buona vita

Antonietta Lapegna Psicologo a Castellammare di Stabia

32 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2017

Salve,
Le rispondo sulla base delle Sue domande puntuali: 1- nonostante la tenera età di Sua figlia, dovete dirLe la verità, e cioè che state separati non per problemi lavorativi, ma perché mamma e papà si vogliono bene in maniera diversa, a tal punto che non potete vivere sotto lo stesso tetto.
2- il tempo di elaborazione per un figlio è soggettivo e questo vale ancora di più per Sua figlia, che é ancora piuttosto piccola, per cui in ogni Suo contesto di vita, dovrà trovare qualcuno che l'aiuto nella comprensione del cambiamento famigliare. Il messaggio per Sua figlia è che non perde né il papà né la mamma, ma che la sua famiglia non é più come prima e che non potrà più tornare come prima (sempre che mamma e papà abbiano fatto ed elaborato una scelta condivisa e definitiva). Pertanto, passare del tempo libero tutti e tre come una volta, è altamente sconsigliato perché potrebbero alimentare nella piccola fantasie sulla Vostra riconciliazione.
Per una separazione consapevole e un sostegno alla genitorialità, in modo da prevenire disagi e manifestazioni sintomatiche della piccola, Le suggerisco un percorso di coppia da uno psicologo o psicoterapeuta ad indirizzo sistemico relazionale, l'approccio terapeutico più elettivo per trattare la problematica familiare, da Lei presentata.
Resto disponibile per chiarimenti e domande.
Cordiali saluti,

Dott.ssa Berti

Dott.Ssa Berti Martina Psicologo a Firenze

18 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Salve Alex,
affrontare una separazione è sempre un evento sconvolgente e di grande cambiamento, personale e familiare.
A volte raccontando mezze verità, o delle "bugie buone" ai figli, soprattutto se piccoli, si pensa di tutelarli, di proteggerli da quanto sta accadendo e dal dolore che sicuramente proveranno... e a volte possono anche alleviare il senso di colpa che il genitore vive verso il figlio. quali sono le ragioni che vi hanno portato a concordare - immagino - questa versione?
Anche se piccoli, i bambini sono davvero molto intuitivi e intelligenti, dire loro la verità, usando un linguaggio e dei modi che siano alla loro portata, li aiuta a capire quanto sta accadendo, a spiegarsi alcuni cambiamenti che inevitabilmente sono intervenuti tra voi due genitori, ad avere più chiara la situazione, ad avere fiducia in voi - che non gli raccontate bugie - ad imparare, piano piano, che con papà e mamma si può parlare anche delle cose spiacevoli e che fanno male. Il desiderio, profondo e sincero, che i propri genitori tornino insieme e di essere di nuovo una famiglia unita, rimane in ogni bambino anche per molto tempo, e possono riuscire ad esprimerlo o meno. in questo senso, fare delle cose insieme, seppure sembra alleviare la preoccupazione della bambina, non fa altro che rassicurarla su una cosa... che non accadrà: voi due non tornerete insieme (per lo meno da come scrive sembra che attualmente non ce ne sia l'intenzione), ma il fare le cose insieme potrebbe alimentare questa fantasia in vostra figlia, e confonderla quando le vostre vite si separeranno definitivamente.
Non è mai facile attraversare momenti come questi, complessi, di confusione, ridefinizione, aggiustamento... il confronto con un professionista potrebbe aiutarla a fare chiarezza e a gestire al meglio il rapporto con sua figlia in questo momento così delicato, anche in considerazione del fatto che - da come scrive - sembra che proprio ora questo rapporto abbia la possibilità di costruirsi in modo più "libero".
i miei migliori auguri.
Dott.ssa Sabrina Solustri

Dott.ssa Sabrina Solustri - Studio privato di Psicologia Clinica Psicologo a Chiaravalle

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Gentile Alex,
non è mai facile gestire una separazione, soprattutto quando rimangono dei rancori.
Sarebbe opportuno spiegare alla bambina cosa sta succedendo fra i suoi genitori, con parole adatte alla sua tenera età. Questo perché spesso facciamo l'errore di sottovalutare l'intelligenza dei bambini, che sono in grado di percepire e capire le cose molto bene. Anche se all'apparenza può sembrare di aiuto per la bambina, mentirle non le permette di comprendere e può confonderla. Spiegatele insieme la vostra situazione, confortandola e facendole capire che il vostro amore per lei rimarrà lo stesso.
Per quanto riguarda passare del tempo insieme, può essere un'idea, ma sarebbe meglio che fosse un momento piacevole anche per voi genitori e non un modo per alimentare malumori. Per cui è da valutare. Prima sarebbe meglio cercare di migliorare il rapporto fra voi genitori, magari affrontando un percorso con un professionista che possa aiutarvi a risolvere conflitti e questioni irrisolte. In questo modo, si eviterà che i problemi fra voi influiscano sulla vostra bambina.
Un grande in bocca al lupo!
Saluti,
D.ssa Gloria Sardo

Dott.ssa Gloria Sardo Psicologo a Volpiano

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Gentile Alex,
comprendo perfettamente la vostra volontà di non turbare la vostra bambina e di far sì che le difficoltà della vita le arrivino il più tardi possibile...ma mentirle o farle credere (pur in buona fede,certo) qualcosa di diverso dalla realtà non farà che illuderla, renderle più difficile accettare la realtà man mano che passa il tempo e potrebbe incrinare la sua fiducia nei vostri confronti crescendo. I bambini, anche se molto piccoli, sono in grado di comprendere e cogliere molto. La cosa migliore è sempre dir loro la verità, ovviamente utilizzando un linguaggio semplice e adatto alla loro età. Ci saranno sicuramente delle reazioni più o meno esplicite, ma aiutandola a gestirle le permetterete di accettare la situazione e ritrovare un nuovo equilibrio. Ditele come stanno realmente le cose.
Per quanto riguarda fare cose tutti insieme, le risulterebbe troppo confondente e le darebbe l'illusione che voi possiate tornare ad essere una famiglia, meglio evitare per ora.

Le auguro il meglio.

Dott.ssa Raso Rossana

Dott.ssa Rossana Raso Psicologo a Aosta

76 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Gentilissimo Alex, credo che sia meglio spiegare la realtà dei fatti alla bimba per evitare una sofferenza maggiore in un futuro. Ritengo altresì che in questo questa fase dolorosa è difficile per tutti sia necessario chiedere una mano ad un collega affinché possa aiutarLa/ aiutarVi al meglio a superare questa situazione con un po’ più di “serenità”. Le auguro davvero un grosso in bocca al lupo.
Dr.sa Foglia

Dott.ssa Anna Foglia Psicologo a Alba

13 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Gentile Alex,
affinché il rapporto con sua figlia possa essere scevro di ombre e sincero è molto importante che le venga detto, con termini comprensibil e semplici che nonostante mamma e papà non stiano più insieme continueranno ad esserci per lei ed a volerle molto bene. Per i figli si rivela più dannoso permanere in uno stato di incertezza, confusione, ambiguità ed essere in balia degli eventi. I figli, inoltre, sono attenti osservatori e molto sensibili a cogliere gli stati emotivi degli adulti di riferimento.
Il sapere che è possibile parlare liberamente è il primo passo che consente al bambino di esprimere le proprie emozioni e all’adulto di riconoscerle e farle riconoscere. Il bambino deve sapere che la propria mamma e papà saranno sempre i suoi genitori, anche se il matrimonio finisce e non vivranno più tutti insieme. Le consiglio di recarsi presso una libreria per bambini, vi sono alcuni libricini, adatti all'età che possono aiutare sua figlia e voi in questa fase. Sarebbe molto utile, altresì, intraprendere un percorso alla genitorialità che possa favorire una buona comunicazione tra le parti ed aiutarvi ad affrontare al meglio questa fase di transizione.
I miei migliori saluti.
Dott.ssa Valentina Maghella

Dott.ssa Valentina Maghella Psicologo a Quinzano d'Oglio

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Buon giorno Alex,rispondo alle sue importanti domande in modo deciso,così da poterla aiutare e a non sentirsi destabilizzare dalla stazione, così anche la bimba può essere a sua volta Serena e tranquilla. Non credo vadano dette bugie ai bambini,la verità sempre,per come loro possono capirla,cioè col loro linguaggio. Tanto l'inconscio capta tutto e le bugie confondono. Non credo sia una buona idea fare cose insieme a tre,confonde un bambino e non lo aiuta ad elaborare la vostra separazione. Un consiglio: legga se ha tempo articoli o libri di F. DOLTO ,psicoanalista francese che si occupa quasi solo di bambini. Chiara e lineare aiuta molto con consigli pratici. I miei pazienti ne hanno beneficiato. Le auguro il meglio. Dottoressa Giulia Piana Milano

Dott.ssa Giulia Piana Psicologo a Milano

78 Risposte

96 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Gentile Alex,
la sincerità è la base di qualsiasi relazione, per cui le suggerisco di spiegare il vero motivo della vostra separazione, chiaramente tramite un dialogo comprensibile ed accogliente per una bimba di 3 anni.
Comprendo la difficoltà a stabilire un dialogo con la sua ex moglie, ma è necessario superare i rancori personali , per garantire a vostra figlia un ambiente sereno.
Potreste avvalervi di un percorso di sostegno alla genitorialità, per individuare le strategie migliori da mettere in atto, considerando che a breve la piccola dovrà affrontare l'ingresso nella scuola dell'infanzia.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1197 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

buongiorno anche se la bimba è piccola è opportuno spiegare insieme che mamma e papà non vivono più insieme e che lei passerà del tempo con uno o con l'altro. è molto importante le diciate che lei non ha colpa di nulla, questo perché i bambini tendono a prendere su di sé la responsabilità di quanto accaduto: se io fossi stata più brava, papà e mamma non avrebbero litigato
più che fare cose insieme, sopratutto se ora i rapporti non sono sereni, è importante che la bimba vi veda tranquilli nel momento dello scambio, che passiate qualche momento insieme a raccontare all'altro cosa avete fatto, è importante che quando è con lei sia presente mentalmente la mamma(parlarne con la bimba, mostrarsi contento dl ciò che fa con mamma) e viceversa quando è con mamma
per la bimba la vita deve rimanere il più possibile come sarebbe stata se non vi foste separati
per voi sarebbe utile un percorso di mediazione familiare che vi aiuti a riorganizzare la vostra relazione genitoriale che continuerà oltre la separazione
a disposizione per approfondimenti
dott.ssa Monica Foco

Studio FamigliALcentro Psicologo a Alessandria

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Caro Alex,
I bambini, nonostante la tenera età, sono molto abili a capire lo stato emotivo dei grandi e i cambiamenti che avvengono. Sebbene possa essere per voi genitori difficile è necessario spiegare alla bambina con le giuste parole ciò che sta succedendo. Il fatto che non sia una separazione conflittuale è per voi una risorsa, ma è necessario esplicitare i motivi per cui mamma e papà si sono separati; trasmettendo l'idea che nonostante questo rimarrete sempre i suoi genitori e le vorrete sempre bene, come prima. Non dando spiegazioni il rischio è che i bambini si creino fantasie di colpa per cui pensano di essere la causa di quanto accaduto.

Resto a disposizione,
Dr.ssa Muzio Sara

Dr.ssa Muzio Sara Psicologo a Milano

28 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Buongiorno,
anche se la bimba è piccola, è possibile attraverso tecniche di gioco spiegare che ha due case: la casa del papà e della mamma.
I bambini hanno bisogno di metabolizzare i cambiamenti attraverso situazioni ed esempi concreti per esempio attraverso il gioco simbolico. Sono a disposizione. Buona giornata

Dott.ssa Ornella Convertino Psicologo a Lissone

9 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2017

Gentile Alex,
comprendo la situazione difficile che vive in questo momento.
Occorre dire la verità alla bimba con parole e pensieri calibrati all'età cronologica, il rischio è che possa scoprire la realtà oggettiva subendo in seguito una delusione maggiore.
Cercherei di migliorare il clima genitoriale e mantenere un confronto aperto con la mamma di sua figlia.
Un percorso psicologico per sostenere la genitorialita' e rasserenare il clima potrebbe essere utile e strategico.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2618 Risposte

2183 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 OTT 2017

Gentile Alex,
Capisco che la situazione non è facile per nessuno di voi.
E' giusto però che sua figlia sia informata rispetto al fatto che voi siate separati (ovviamente vista l'età bisogna pensare bene a come e cosa dirle) in questo modo anche le richieste di stare tutti e tre assieme avranno un altro significato. Mantenere un rapporto civile con la mamma della bambina sarebbe l'ideale per lei ma nelle fasi dopo una separazione non è così facile. Avete pensato di rivolgervi ad uno psicologo? Potrebbe aiutarvi a trovare una nuova armonia in questa nuova situazione.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)

Dott.ssa Daniela Vinci Psicologo a Arluno

316 Risposte

658 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte