Mio figlio non accetta che abbia un nuovo compagno

Inviata da Viviana Ranzini · 22 mag 2017 Psicologia sociale e legale

Buon pomeriggio,
ho quasi 48 anni e sono separata da più di 4, con un figlio di quasi nove anni. Premetto che con il padre di mio figlio c'è un rapporto da "ex" che molti invidiano, poichè dopo la ns separazione, ci siamo perdonati e siamo rimasti legati per il fatto che ci conosciamo da tantissimo e perchè entrambi abbiamo come obiettivo, essere dei buoni genitori pur se non siamo una coppia. Questo su ns figlio funziona bene, perchè lo vediamo entrambi sereno. Lui chiaramente smania per stare con suo babbo e non trova difficoltà o conflitti tra noi, per far sì che si vedano il più possibile! Abbiamo tranquillamente un rapporto di amicizia che ci permette anche di vivere momenti a 3, pur essendo entrambi impegnati in nuove relazioni.

Arrivo al punto. Ho avuto una relazione con un uomo di qualche anno più giovane e senza figli che è durata 3 anni, con tanto di convivenza insieme a mio figlio.
Con lui è stata dura perchè non essendo genitore, gli risultava difficile capire il mio comportamento mettendo il bimbo al primo posto. Il bimbo, cmq dopo un periodo di aperta gelosia nei suoi confronti, si è affezionato o quanto meno sembrava aver accettato la situazione che la mamma avesse un compagno.

Ora sto frequentando un uomo che sta affrontando una separazione molto complicate e a cui sono stati affidati I suoi due figli. Lui abita a 30 mt da casa mia e I ns bambini giocano insieme. Mio figlio ha capito benissimo (e non l'ho mai preso in giro raccontadogli bugie) che tra me e questo uomo è nato un rapporto d'amore e lui è spaventatissimo e gelosissimo.

Chiaramente noi due, a parte parlare tantissimo e non mostrare davanti a lui ed ai suoi figli effusioni, sappiamo che è una situazione delicata.

Mio figlio è arrabbiato con me perchè dice che non vuole un altro vice-papa e me lo dimostra ogni volta che io ed il mio compagno interagiamo (a cena, durante una chiacchierata, etc.) e mi dice chiaramente che a lui non piace "questo IVan".
Nei confronti dei suoi due figli, è un'altra storia complicate. Con il bambino di 7 ha un buon rapporto. Si cercano per giocare insieme in cortile e se abbiamo occasione di stare allo stesso tavolo sono entrambi contenti.

Con la bambina di 5 invece è altrettanto arrabbiato, poichè lei sta mostrando a me il suo lato di bimba senza mamma ed essendo coccolona di carattere, non perde occasione di avere un vero e proprio contatto con me.

Ovviamente io ho spiegato a mio figlio che io sarò sempre solo sua madre e che non avrà mai due papa, come questi due bambini non avranno me come mamma.. ma ultimamente si sta comportando in modo esagerato e/o aggressivo , più che altro nei miei confronti (esempio mi tiene d'occhio se parlo troppo con il mio compagno o se siamo per lui troppo vicini, mi da' delle vere e proprie punizioni picchiandomi o rispondendomi male ..).

Vorrei sapere se è una fase normale che probabilmente passerà con l'accettazione del fatto che nessuno gli porta via la sua mamma o se è il caso di consultare uno psicologo infantile di modo che sia io che suo padre ed il mio compagno, possiamo cercare di trovare un nuovo equilibrio nelle relazioni da due famiglie che cercano di costruire qualcosa che è abbastanza difficile .. ma che se dovesse funzionare, arricchirebbe tutti.

Grazie, saluti.
Viviana

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 MAG 2017

Gentile Viviana,
è comprensibile la reazione di suo figlio che, dopo aver vissuto ben due delusioni emotivo-affettive, rifiuta la sua nuova relazione sentimentale sentendosi minacciato e arrabbiato.
Poichè, come lei stessa riconosce, la situazione è molto delicata, per prima cosa suggerirei di evitare una seconda convivenza in modo da non dare adito a confusione di ruoli con relative conseguenze negative per tutti i minori coinvolti.
Purtroppo le sole rassicurazioni verbali che lei cerca di dare a suo figlio non bastano essendo anche venuta a scemare la fiducia nei suoi confronti anche perchè forse si è esposta troppo quando gli ha parlato di un rapporto d'amore con questo nuovo compagno.
Premesso che l'intervento di uno psicologo infantile può senz'altro essere di aiuto sia al bambino che a lei, ritengo consigliabile evitare, almeno per il momento con questo suo nuovo compagno, uno stile relazionale simile a quello della precedente convivenza.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7048 Risposte

20149 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2017

Penso che stai gestendo bene questa situazione. Le reazioni di tuo figlio sono chiaramente comprensibili e probabilmente ,vista la situazione, fisiologiche. È probabile che abbia solo bisogno di tempo per accettare questa nuova situazione. Quindi ti consiglio di mantenere questo atteggiamento comprensivo nei suoi confronti. Solo se l'oppositivita e i conportamenti aggressivi aumentano in frequenza ed intensità, puoi rivolgerti ad uno specialista. Considera che dal mio punto di vista, se la situazione non si scioglie tutto quello che fate anche se ragionevole può aumentare il problema, in quanto con questo comportamento e le conseguenti reazioni tuo figlio attira tutta l'attenzione su di sé, cosa di cui può avere grande bisogno in questo momento. Cordiali Saluti Dr. Francesco Tinacci

Dott. Francesco Tinacci Psicologo a Empoli

19 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAG 2017

Gent.le Viviana,
La situazione che ci rappresenti sembra meritare l'attenzione di un collega, meglio se Psicologo dell'Eta' Evolutiva o Psicoterapeuta Sistemico Relazionale.
Tuo figlio sembra aver affrontato molti cambiamenti, e forse questa volta, complice anche una storia famigliare particolarmente intricata (quella del tuo nuovo compagno), avete bisogno di adottare qualche accortezza in più per fargli vivere questa nuova tappa con serenità.
Cordialmente,
Dott.ssa Cinzia Correale

Associazione MinD - Mettersi in Discussione Psicologo a Roma

17 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte