Piango a dirotto

Inviata da Emm. 15 apr 2018 · 3 Risposte · Depressione

Salve, scrivo qui dato che non ho nessuno con cui parlare o meglio, nessuno che oltre a dirmi "tranquilla passerà" possa darmi un vero conforto.
Comunque, passando al problema... mi capita molto spesso, soprattutto quando sono sola o quando sono a letto, di mettermi a pensare e piangere, poiché nei miei pensieri non trovo nulla di positivo. Mi capita anche molto spesso di avere battibecchi con mia madre, non reggerli e di correre in bagno per il bisogno incessante di piangere e pensare di essere un peso perfino per la mia famiglia. Molto spesso capita che con una piccola cosa andata storta, mi metta a pensare a tutto quello che è andato storto nella mia vita e piangere a singhiozzi disperata.
A volte ho davvero paura di cadere in depressione o qualcosa del genere, nonostante sia consapevolissima che, con il mio carattere, sia quasi impossibile. Inoltre, c'è da dire che anche quando sono triste, riesco a far finta di nulla, soprattutto con amici e familiari, rido e scherzo come se non ci fosse nessun problema.
Mi capita anche di essere triste perché vorrei che qualcuno capisse che non sto bene e che mi chieda che succede, e mi deprime il fatto che non succeda mai...
Non so davvero come fare, e sono sempre più convinta che l'unico problema sia io...

Mi scuso in anticipo per la poca fluidità del testo, ma anche ora che sto scrivendo non mi trovo in un momento molto esilarante...

3 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Emm,
    la prima cosa che lei dovrebbe correggere è il nascondere le sue emozioni perchè in tal modo porta dei pesi ingombranti che sceglie di non condividere sicchè può succedere che amici e familiari non si accorgano di come lei realmente sta dal momento che nasconde e/o mistifica sentimenti ed emozioni.
    Quando dice che col suo carattere è impossibile cadere in depressione, probabilmente lei interpreta erroneamente questo suo atteggiamento come espressione di forza mentre in realtà è vero il contrario.,
    Pertanto, quello che dovrebbe fare è di intraprendere un percorso di psicoterapia che le permetta di migliorare autostima e struttura di personalità trovando soluzioni anzichè limitarsi a piangere di nascosto.
    Cordiali saluti.
    Dr. Gennaro Fiore
    medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

    Pubblicato 16 Aprile 2018

    Logo Dott. Gennaro Fiore

    4944 Risposte

    13977 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 12950 Psicologi a tua disposizione
    • 14650 Domande inviate
    • 65350 Risposte date
    • Salve Emm,

      Dal suo racconto è chiaro che sta attraversando un periodo in cui probabilmente si sente sovraccarica e assorbita in pensieri e stati d'animo negativi. Quello che le sarà sicuramente d'aiuto è capire l'orgine di questi vissuti negativi e di questa tensione. Sembra che abbia proprio il bisogno di raccontari e di farlo con qualcuno che possa, non solo ascoltarla, ma aiutarla a fare chiarezza nella sua vita e sosteneral nel ritrovare qualche obiettivo ed aspetti positivi nella sua vita.

      Cordialmente,

      Dott. Pietro De Trucco
      Psicologo/Psicoterapeuta (Caserta) (Napoli)

      Pubblicato 16 Aprile 2018

      Logo Dott. Pietro De Trucco

      34 Risposte

      9 Valutazioni positive

    • Salve Emm
      Non è necessario scusarti
      Hai esposto la tua condizione attuale in maniera chiara.
      Hai colto in maniera puntuale la relazione esistente tra emozioni e pensieri negativi.
      L'interessante è capire da dove partono questi pensieri negativi, cosa li alimenta, quale è il ruolo della relazione con tua madre in queste dinamiche.
      Affermi di riuscire a nascondere i tuoi sentimenti quando sei tra la gente: quella è una strategia che metti in campo per gestire la tua emotività, e sarebbe utile comprendere quanto funzioni e quale costi comporti.
      Infine, il carattere può spingerci in una direzione piuttosto che un'altra, ma se si consolidano determinati circoli viziosi tra emozioni, pensieri, comportamenti non si può escludere in maniera definitiva una malattia, in questo caso la depressione.
      Ti consiglio di avvalerti di una terapia cognitivo comportamentale che è molto incisiva sul disturbo depressivo e che si avvale di strumenti utili a intervenire sui circoli viziosi.
      Buona giornata
      Dott.ssa Bracci

      Pubblicato 16 Aprile 2018

      Logo Dott.ssa Lorenza Maddalena Bracci

      44 Risposte

      11 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande