Perdonare un tradimento.....ma come???

Inviata da pippo pelo · 2 mar 2018 Terapia di coppia

Salve, ho 50.anni e sono sposato da 21, abbiamo 3 figli e personalmente.ho sempre amato mia moglie e non l'ho mai tradita. Tra alti e bassi normali si giunge a quest'ultimo anno dove fattori più che altro esterni hanno.contribuito ad incrinare il nostro rapporto. Io ho completamente perso la pazienza ed ero stanco di vedere sempre mia moglie triste e sofferente per colpe della sua famiglia di origine che quotidianamente portava in casa allontanandonsempre più la considerazione nei miei confronti. Per lei c'erano sempre prima i figli, il suo lavoro, la casa....e poi se c'era tempo...io...questa situazione mi ha portato appunto ad interrompere le mie attenzioni ed i miei sentimenti per lei. Cioè in pratica non la.sopportavo più ed offendevo subito e sbagliando senza ascoltare e sopportare le sue problematiche come invece avevo fatto per tantontempo. Non ricevendo mai attenzioni e considerazioni ho preferitonstaccare la spina affettiva credendo di darle un input positivo nei miei confronti....ma sbagliavo.....infatti ad inizio ottobre ho scoperto che aveva una relazione con un altro uomo iniziata ad agosto. Ovviamente la rabbia e lo sconforto che ho provato non ve lo sto a raccontare....lei ancora oggi si difende asserendo che in quell'altro aveva trovato la sua risposta alla mancanza di affetto ed attenzioni che non aveva più da me.....ma Come??? Ma.se io la avevo addirittura anche avvertita del mio stop!!!! Insomma io sto davvero male.....perche nutro ancora sentimento per lei ma ho puntualmente la.fotografia nella.mia testa della sera in cui, raccontato da lei, lui le ha fatto bere del vino e si è avvicinato strisciando il suo membro sul suo ventre per penetrata ma lei, dice, di averlo spinto via impedendo l'atto. Io purtroppo non le credo e questo fattore mi impedisce di amarla come vorrei. Ho continui sbalzi di umore ed ho perso la fiducia in lei. Sembro geloso e possessivo ma in realtà non riesco a superare quellidea che mi affligge. Aiuto......che posso fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 MAR 2018

Gentile Pippo,
Il tradimento rappresenta una importante ferita da elaborare, d'altra parte come lei descrive in modo puntuale nel racconto nella coppia sono presenti delle corresponsabilità che hanno portato a tale risultato. Se lei ama sua moglie provi a lasciar andare questi pensieri nefasti sostituendoli con immagini ed emozioni positive della vostra storia d'amore. Ripensi all'inizio della relazione, cosa vi aveva unito e appassionato...si sintonizzi con tali emozioni, ricordi, sensazioni...
Un percorso di coppia o individuale potrebbe esserle utile in questo momento.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2755 Risposte

2238 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAR 2018

Salve pippo pelo,
si ha spesso una considerazione sbagliata dei "tradimenti". Comunemente vengono considerati come il punto di rottura della coppia. Al contrario a volte rappresentano l'ancora di salvezza. Senza dilungarmi su tanta letteratura prendiamo ad esempio il suo caso: se non avesse scoperto del quasitradimento (o tradimento) di sua moglie per quanto ancora vi sareste ignorati? Dovrebbe quasi ringraziarla! Spero di offrirle degli spunti di riflessione, con l'augurio che possa cominciare a rifletterne prima con se stesso e poi con sua moglie. Credo abbiate tanto di cui parlare, non si arrenda prima di cominciare.
Cordialmente,
Dott.ssa Maria Antonietta Tecce

Dr.ssa Maria Antonietta Tecce Psicologo a Roma

7 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAR 2018

Buongiorno Pippo,
la situazione famigliare che mi descrive evidenzia una fase di stallo dove la fatica della quotidianità ha giocato nel ruolo nella vostra relazione. La sensazione è che il processo di condivisione sia stato a volte superato dai figli, lavoro, impegni di sempre. Affrontare una "tradimento" come lo descrive lei è un processo che richiede tempo e una riformulazione di sè stessi e dell'altra persona. Credo che un percorso di coppia potrebbe aiutarvi in questo momento difficile. Condividere questa possibilità potrebbe favorire all' interno della coppia un importante canale comunicativo anche verso nuove dimensioni.
Una buona giornata
Francesco Tesser

Dott. Francesco Tesser Psicologo a Roncade

57 Risposte

64 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte