Perché non riesco a relazionarmi con i ragazzi?

Inviata da Maria. 26 mar 2018 3 Risposte  · Terapia di coppia

Salve, il problema che mi affligge ormai da anni è che non riesco davvero a relazionarmi con i ragazzi. Sono una ragazza piuttosto introversa e timida, che in genere preferisce evitare i contatti sociali: anche stringere nuove amicizie, a dirla tutta, mi crea non poche difficoltà. In particolare il problema su cui vorrei soffermarmi è il fatto che non ho mai davvero avuto nemmeno un amico maschio, a meno che non fosse un amico di altre amiche che uscisse nella mia stessa compagnia. Recentemente, in realtà, trovandomi ad uscire in una compagnia prevalentemente maschile, poiché le mie due amiche più strette sono interessate a due ragazzi del gruppo, mi sono più o meno abituata a stare tra ragazzi, seppur mantenendomi piuttosto riservata. Infatti se posso, in genere, cerco sempre di stare vicino ad una mia amica e tendo a parlare molto di più con le femmine che con i maschi. Questa situazione, però, mi infastidisce molto perché non voglio risultare un peso per le mie amiche, che escono per flirtare e farsi notare dai ragazzi. Io non riesco ad essere spigliata neppure per fare due chiacchiere con i ragazzi, o meglio acquisto sicurezza solo in presenza di un'altra ragazza, ma mi inibisco a parlare con un ragazzo da sola o in disparte. Peraltro ho come il timore che il mio avvicinarmi ad un qualsiasi ragazzo possa essere scambiato come interesse "romantico". Io, invece, non mi sento particolarmente attratta da nessun ragazzo, né della compagnia, sebbene siano tutti bravi e simpatici, né in generale. Le persone che mi circondano: le mie amiche, mia madre, la gente con cui parlo, ecc. non riescono a credere che io non provi interesse per nessuno e che io non voglia avere una relazione sentimentale. Ho 17 anni, non sono mai stata fidanzata, né sono mai anche solo uscita da sola con un ragazzo, né ho mai dato un bacio: dovrei preoccuparmi? C'è qualcosa che non va in me? Non che io abbia avuto molte occasioni per mettermi alla prova in realtà: difficilmente un ragazzo si interessa a me o prova ad approcciarsi, sebbene io mi reputi abbastanza carina, ma temo che ciò dipenda proprio dalla mia freddezza, timidezza e rigidità.
A dirla tutta mi piacerebbe innamorarmi, avere una relazione e sentirmi attraente e desiderabile come tutte le altre ragazze, ma non mi va di fare le cose tanto per farle: se non trovo un ragazzo che mi piaccia davvero tanto, insomma, non sono disposta a sforzarmi in qualcosa per cui non mi sento affatto portata. Le relazioni sociali mi creano molto stress e ansia, e ciò vale molto di più se c'è di mezzo il sesso maschile e un rapporto 1 a 1, per così dire. Non voglio forzarmi a fare nulla, ma allo stesso tempo mi rendo conto di essere fuori dai tempi, visto che le mie coetanee e i miei coetanei hanno già avuto moltissime esperienze in più di me in amore. Cosa dovrei fare? Come posso almeno in parte superare questo blocco con l'altro sesso?
Mi scuso per essere stata così prolissa e ringrazio di cuore chi mi risponderà.
Cordiali saluti

amore , difficoltà

Miglior risposta

Cara Maria,
non devi sentirti fuori tempo solo perché non hai ancora avuto una relazione sentimentale, in quanto non esiste una data specifica per il primo fidanzato o il primo bacio.
Dalle tue parole emerge insicurezza e timidezza. Prova a pensare di fare un percorso mirato al miglioramento dell'autostima e alla riduzione dell'ansia nell'approcciarti all'altro sesso.
Migliorare questi due aspetti, ti porterà sicuramente ad attivare le strategie necessarie per stabilire gratificanti investimenti affettivi.
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Maria,
il tuo timore che parlare con un ragazzo (soprattutto da sola) essendo socievole possa essere scambiato come interesse romantico o di altro tipo è totalmente fuori luogo ed attiene ad insicurezza, ansia sociale e bassa autostima che tu preferisci chiamare freddezza, timidezza e rigidità.
Il problema non è che a 17 anni non hai ancora avuto esperienze sentimentali "tanto per " in quanto, anzi, questa è una cosa apprezzabile.
Il vero problema è che se non ti fai aiutare (dalla psicoterapia) a superare l'ansia sociale vivrai sempre in questo conflitto interiore di desiderare una relazione sentimentale appagante ma non essere mai nella condizione di poterla far nascere.
In conclusione, il suggerimento è di intraprendere un percorso di psicoterapia preferibilmente ad indirizzo cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr.Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 MAR 2018

Logo Dott. Gennaro Fiore Dott. Gennaro Fiore

6025 Risposte

16839 voti positivi

Gentile X "mia freddezza, timidezza e rigidità". Questi sono i suoi problemi che vanno affrontati con calma e determinazione. Se da sola non riesce si rivolga ad un o una collega psicologo psicoterapeuta a lei accessibile. Buon cammino!

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2018

Logo Dr. Paolo Ciotti Dr. Paolo Ciotti

49 Risposte

39 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Perché non riesco a relazionarmi con i miei genitori?

3 Risposte, Ultima risposta il 17 Luglio 2018

Non riesco a relazionarmi...e tanti altri problemi

2 Risposte, Ultima risposta il 14 Settembre 2016

Non riesco a relazionarmi con le persone...

3 Risposte, Ultima risposta il 24 Ottobre 2017

Non riesco a relazionarmi

3 Risposte, Ultima risposta il 08 Giugno 2017

Perché non riesco ad avere rapporti con le ragazze?

6 Risposte, Ultima risposta il 22 Settembre 2014

Perché non riesco ad avere una ragazza?

4 Risposte, Ultima risposta il 11 Dicembre 2016

Perche non riesco piu a fare l'amore con il mio ragazzo?

3 Risposte, Ultima risposta il 01 Dicembre 2016

Perché non riesco a trovare una ragazza?

16 Risposte, Ultima risposta il 13 Dicembre 2018