Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perché non riesco a liberarmi mentalmente dal mio ex?

Inviata da ornella12 · 15 set 2016 Dipendenza affettiva

Buongiorno. Sono una ragazza di 28 anni e da 5 mesi ho concluso una storia di 8 anni, di cui 2 di convivenza, con un ragazzo più grande di me di 10 anni. Sono stati anni un po' difficili, a soli 20 anni mi sono legata a quest'uomo che aveva una situazione personale complicata: orfano di madre da piccolo, rapporto complicato con il padre e fratello disabile. Mi sono legata a lui e alla sua famiglia sin da subito, li ho amati con tutta me stessa ma nonostante ciò io e lui litigavamo sempre. Aveva un carattere molto forte, ha sempre cercato di sminuirmi, era geloso del rapporto con la mia famiglia, mi ha sempre fatto pesare di aver inutilmente studiato perche lui senza studio lavorava ed io ero in balia della precarietà dei laureati italiani. Insomma non mi ha mai sostenuto, sempre pretestuoso con me cercava di sfogare tutta la sua rabbia repressa su di me con insulti o urla, dopo lui stava bene come se nulla fosse, ma io mi spegnevo pian pano dentro non riuscendo ad essere più spontanea in nulla per paura di suscitare in lui nervosismo. Negli ultimi mesi la situazione è degenerata, si litigava per qualsiasi stupidaggine anche violentemente ed io sono andata via di casa. I primi mesi, pur pensandolo ogni giorno, mi sembrava di stare meglio. Avevo iniziato un lavoro seppure temporaneo, stavo più serena e ho conosciuto anche un ragazzo che è l'esatto opposto del mio ex: il mio primo sostenitore, comprensivo, buono e soprattutto mi ama incondizionatamente. Ho capito che quello precedente era un amore malato e che l'amore in tranquillità è molto più bello e soprattutto ciò che mi merito dopo essere stata assorbita completamente da problemi non miei. Lui in questi mesi cercava di farsi sentire, con messaggi,lettere e telefonate a cui non rispondevo. Da un mesetto mi sembra di non avere più la convinzione dell'inizio, mi sembra di non volere più la tranquillità con questo ragazzo ma avere quasi nostalgia del mio ex dice che dice di aver capito i suoi errori e che ha approfittato della mia pazienza volutamente chiedendomi perdono. Io ho chiaro ciò che vorrei nella mia vita e non è di certo un rapporto fatto di liti inutili quotidiane, ma non riesco a liberarmi mentalmente di lui, ci penso in ogni istante, sono ossessionata da un passato che seppure mi faceva stare a volte male rappresenta per me la mia esperienza più importante. Io amerò sempre il mio ex, seppure dovessi sposarmi con un altro, ma perché non riesco a ritornare da lui e accettare tutto nel bene e nel male e né rifarmi una vita e dimenticare lui e tutte le sue modalità sbagliate? Non riesco a stare né con lui ne senza di lui: se riprovo con lui manco di rispetto a me stessa, se lo lascio andare non sono felice....aiutatemi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 SET 2016


Gentile Ornella,
otto anni sono tanti e temo che il tuo ex, senza rendersene conto, abbia fatto danni difficilmente rimediabili.
Penso che tu faccia bene a lasciarti il passato alle spalle anche perchè se avessi avuto le risorse necessarie a modificare quella relazione per te distruttiva e mortifera le avresti adoperate a tempo debito.
Ora dovresti prima fare lunghi anni di psicoterapia e poi ricominciare daccapo senza garanzia di poter risanare quella relazione.
Detto ciò e guardando avanti, è normale dopo tanto tempo che ci possa essere qualche momento di tristezza o nostalgia per qualche cosa buona in quel passato.
In realtà la tua serenità non deve dipendere dal dimenticare o cancellare gli anni vissuti col tuo ex ma piuttosto dall'accettarli quale esperienza necessaria per comprendere, come bene hai detto, quello che non vuoi nella tua vita, cioè un rapporto fatto di inutili liti e mortificazioni quotidiane.
Posto che il tempo sicuramente ti aiuterà in questo processo, volendo puoi anche utilmente avvalerti di un breve sostegno psicologico.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6840 Risposte

19098 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2016

Buongiorno Ornella,
credo che tu stia vivendo un momento di difficoltà per la nostalgia di un tempo passato legato alla tua precedente relazione , che tuttavia ,vivendola , ti ha profondamente deluso. Rifltetti su questa lunga e complicata esperienza di relazione cercando di capire cosa veramente oggi desideri da una relazione sentimentale.
Forse l'hai già intuito con la relazione recente di cui hai scritto?
A volte per separarsi dal passato è necessario attraversare un dolore che comunque ti permetterà di lasciare andare ciò che è stato , riconoscendo aspetti della tua personalità che forse nella precedente relazione erano inespressi o soffocati.
Allontana incertezze e paure che ti immobilizzano e ti lasciano in un presente statico e osa sperimentare il presente con più fiducia.
Se ritieni di non potercela fare da sola valuta anche di regalarti un percorso di psicoterapia che ti aiuterà nella tua rinascita interiore.

Dottoressa Tiziana Romano Psicologo a Bergamo

1 Risposta

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2016

Salve Ornella,
innanzitutto si congratuli con se stessa per essere riuscita a sottrarsi alla relazione distruttiva che ha vissuto per quei lunghi 8 anni. Si è finalmente avviata in una nuova direzione, ma si porta dietro i vecchi condizionamenti come una palla al piede. Il modello di rapporto che lei ha realizzato col suo ex è un'eredità delle sue precedenti esperienze di vita, di cui non dice niente in questo contesto. E' sulla base di tali esperienze che lei ha imparato a stare in relazione in una posizione di soggezione e di svalutazione, è un modo di relazionarsi che conosce bene e con il quale si sente a suo agio, nonostante la sofferenza.
Ora ha bisogno di consolidare la sua autonomia emotiva, di imparare ad amarsi davvero, e una terapia può certamente aiutarla a farlo. Ci vuole tempo e pazienza. Anche se ora si sente quasi in imbarazzo a sentirsi trattata bene e rispettata, queste sensazioni svaniranno quando avrà consolidato il suo senso di valore personale in modo indipendente dallo stare con qualcuno, magari anche tramite realizzazioni concrete in vari ambiti della sua vita.
In bocca la lupo!
Anna Maria Deutsch
psicologa psicoterapeuta a Sassari

Anna Maria Deutsch Psicologo a Sassari

52 Risposte

30 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 SET 2016

Gentile Ornella,
la relazione col suo ex è durata ben otto anni, in cui c'è stata anche una convivenza e dunque molta condivisione di tempi, spazi, conversazioni. Alla luce di questo, è frequente che dopo storie così lunghe il pensiero dell'ex si ripresenti anche quando si sta in una relazione con una persona diversa. Se lei ritiene di stare bene in questa nuova relazione, si dia tempo e si concentri su di essa e sul nuovo ragazzo che ha conosciuto.
Certamente la storia d'amore passata non va necessariamente dimenticata, rimane comunque un ricordo e una persona importante della sua vita. In ogni caso cerchi di non sostituire il ricordo di questa persona e i sentimenti che la legavano al suo ex con la relazione autentica e appagante che sta costruendo col nuovo ragazzo. Rivolga il suo sguardo al presente e al futuro col nuovo ragazzo, più che al passato con il suo ex.
Potrebbe giovarle un breve percorso di terapia personale con uno/a terapeuta della sua zona per mettere ben a fuoco le sue emozioni e le sue priorità.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta, Sustinente (Mantova)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2173 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 SET 2016

Salve Ornella,
Grazie per averci scritto.
Come ha lei stessa riconosciuto, sembra aver vissuto una relazione molto conflittuale e "distruttiva" sia nelle modalità che ha descritto che nella frequenza dei litigi. Inoltre descrive una frequente svalutazione di se stessa, a fronte di suoi sforzi, disponibilità e alto senso di responsabilità.
Purtroppo accade spesso che relazioni così sbilanciate e conflittuali, lascino attivi degli "schemi di coppia" e dei legami anche quando la relazione e il sentimento sono finiti. È normale.
Forse varrebbe la pena confrontarsi con una terapeuta, anche solo per qualche incontro, che possa aiutarla a distinguere meglio tra le sue emozioni autentiche e le emozioni che vengono suscitate dagli schemi di dipendenza ancora attivi con il suo ex.
Facendo chiarezza su questo, di solito diventa più facile scegliere.

A disposizione per eventuali chiarimenti,
Saluti

Camilla Marzocchi
Bologna BO

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

173 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21850

domande

Risposte 82350

Risposte