Non so cosa fare della mia vita per darle un senso

Inviata da Alessia. 3 gen 2019 1 Risposta  · Depressione

Mi chiamo Alessia e sono al primo anno di università. Se si guardasse la mia vita dall'esterno si potrebbe pensare che non possa lamentarmi di nulla, infatti è quello che vorrei fare. Io sono grata per tutto quello che ho: una famiglia che mi supporta e pochi ma buoni amici. Eppure mi sento molto spesso vuota, insoddisfatta. Non ho una buona autostima ma non può essere solo questo il problema. Soffro anche di ansia e di piccoli episodi di depressione. Ultimamente mi sto preoccupando proprio per quest'ultimi. Sono legati al fatto che continuo a non capire se c'è qualcosa che potrebbe piacermi. Sin da piccola sono sempre stata molto brava a scuola, talmente tanto che alla fine delle medie anche i miei prof hanno detto che potevo fare qualsiasi cosa. Ma io non so scegliere, sono talmente tanto indecisa che ci metto un quarto d'ora anche per scegliere i gusti di un gelato. Perciò alla fine non ho scelto io, per me andava bene sia il classico che lo scientifico. I miei erano disperati e hanno finito per mandarmi al classico, dopo un anno mi sono trasferita allo scientifico e mi sono trovata davvero bene ma anche questa scelta l'hanno fatta i miei in buona fede. Ho passato buona parte della mia vita a ricoprire il ruolo della brava figlia, della brava studentessa e della brava amica, tanto da non chiedermi chi fossi realmente. Ma quando mi sono ritrovata a dover scegliere da sola l',università, mi sono trovata di nuovo in crisi. Vorrei poter fare tutto e niente. Molto spesso penso di non essere nulla, perché non ho grandi passioni, figuriamoci una vocazione. A volte penso di essere tra quegli sfigati che non hanno nessun talento particolare. Se mi piace tutto allora significa che non mi piace nulla in particolare. Sono una ragazza molto curiosa ma non ho una buona motivazione. Molte delle mie piccole passioni sono voluttuose e pretestuose, giusto per riempire il tempo in qualcosa di piacevole. Mi sento costantemente un vuoto e non so proprio come potrei colmarlo. Ho scelto io l'universita, era una sfida e pensavo fosse quello che volevo ma adesso che ci sono dentro fino al collo, non ne sono più tanto sicura. Non mi sta appassionando e questo mi butta ancora più giù. Eppure sto andando più che bene con una media del 29. Mi sono resa conto che qualsiasi facoltà scelga non mi farebbe né caldo né freddo e questo mi terrorizza. Adesso non so più che fare, se almeno provarci e cambiare università oppure continuare, sapendo che sono in un'ottima università e che 99% sarò impassibile davanti a qualsiasi altra facoltá. Sarebbe uno spreco cambiare e rimanere di nuovo delusa ma ho anche paura di continuare con questa indifferenza. Ho seriamente paura di non trovare nulla che mi possa piacere da studiare e da poter fare come lavoro per il resto della mia vita. Essendo piuttosto sensibile alla depressione non posso ritrovarmi con un lavoro grigio, non posso correre questo rischio ma tutti i lavori se fatto per tanto tempo credo mi annoierebbero. La mia unica aspirazione che mi sta tenendo in vita è che riesca a trovare un buon lavoro così da poter diventare indipendente e magari avere una famiglia. Cosa posso fare? Come posso prendere una scelta consapevole e matura? . So tutte le mie paure ma nemmeno una soluzione valida. Vorrei dare un senso a questa vita ma non riesco a trovare una passione che non sia effimera. Vorrei poter dare il mio miglior contributo a questo mondo ma penso davvero di non avere nessun talento spiccato. Voglio essere completamente sincera...tutti hanno un'opinione buonissima di me, continuano a ripetermi che potrei fare qualsiasi cosa perché ci riuscirei. Forse dall'esterno sembra davvero così ma io mi conosco e so che non è che cosi,a volte ho quasi la certezza di essere medrioche. Ma anche se fosse vero, come potrei non esserlo più? Grazie mille se vorrette darmi una mano.

amici , crisi , capire

Miglior risposta

Gentile Alessia, purtroppo non è possibile darle una risposta semplice. Ci sono soggetti che cambiano molti lavori e sono molto versatili, non è detto che sia una debolezza ma piuttosto una ricchezza. Dal punto di vista tecnico sarebbe stato molto positivo che Lei si fosse sottoposta ad un percorso di orientamento professionale, o career counseling. Ci sono psicologi che lo fanno, non tutti però. E' ancora in tempo. Oggi sono disponibili strumenti psicometrici e psicodiagnostici che consentono di stilare un profilo precisissimo delle capacità, qualità, ricchezze, personalità, punti di forza e di debolezza del soggetto. Addirittura si può ottenere per ogni profilo lavorativo una percentuale di pro e contro. Non per niente c'è un indirizzo nella laurea in psicologia che si chiama psicologia del lavoro e delle organizzazioni. E'ancora in tempo a farlo, ma deve rivolgersi ad un Centro qualificato. Un normale psicoterapeuta difficilmente ha in studio gli strumenti psicometrici per questi scopi. Un cordiale saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Non so cosa ho e cosa voglio fare nella vita

3 Risposte, Ultima risposta il 25 Gennaio 2017

Sono sola e non so cosa fare fare nella mia vita.

2 Risposte, Ultima risposta il 06 Febbraio 2018

Non so più cosa fare della mia vita: università

6 Risposte, Ultima risposta il 10 Luglio 2015

Non so cosa fare nella vita. Ansia e paura

6 Risposte, Ultima risposta il 30 Luglio 2019

Non so cosa voglio fare nella vita

5 Risposte, Ultima risposta il 21 Marzo 2018

Non so più cosa fare della mia vita!

4 Risposte, Ultima risposta il 16 Gennaio 2015

Non so cosa fare della mia vita a quasi 25 anni.

2 Risposte, Ultima risposta il 19 Gennaio 2018

Non so cosa fare nella vita

7 Risposte, Ultima risposta il 30 Agosto 2017

Non so più cosa fare della mia vita...il mio passato mi distrugge.

2 Risposte, Ultima risposta il 05 Gennaio 2017