Non so che fare... ho bisogno di un parere di sfogarmi, scusatemi.

Inviata da claudia001 · 17 feb 2020 Elaborazione del lutto

Salve, sono una ragazza di 18 anni e mi chiamo Claudia. Da poco mia nonna è andata via. Mia nonna stava in ospedale perchè non stava molto bene. Poi tra la notte di lunedì e martedì scorso il mondo mi è crollato addosso. Era notte ed io stavo dormendo, quando improvvisamente sento squillare il telefono di casa, presi il mio cellulare per vedere che ore fossero, ed erano le 3;47. Subito dopo questo mi alzai e andai ad avvertire i miei del telefono che squillava. Io non so perchè non andai a rispondere.. che vigliacca. Mio padre andò a rispondere, ma quando lo fece l'altra parte staccò. In quel momento ero come divisa in due. Una parte di me pensava che quella chiamata fosse solo uno stupido scherzo da parte di qualcuno, e l'altra invece che sapeva chi fosse a chiamare,fu una cosa a sensazione.
Richiamarono una seconda volta dopo poco, però questa volta rispose mia madre. Quando finì di parlare, non cì fu nemmeno il bisogno di chiedergli chi fosse e cosa avessero detto, il suo sguardo già mi disse tutto. In quel momento mi sentii sprofondare in una grande fossa. Non potevo crederci che nonna se ne fosse andata via, che da quel momento in poi non avrei più rivisto i suoi occhi, sentito la sua voce.... mi lascia andare in un fortissimo pianto irrefrenabile che mi prendeva tutto il corpo, mi sentivo quasi di svenire... non potevo crederci. Da quella notte dormire è un inferno. Mia nonna non è stata la prima perdita subita, molti anni fa persi già mio nonno (marito di mia nonna che è andata via da poco) Fino e qualche giorno fa dormire era un vero schifo. Durante la notte mi svegliavo di colpo perchè sentivo squillare il telefono di casa, per poi controllare l'orario sul mio cellulare, per vedere se ci fosse scritto 3 e qualcosa, e solo dopo questo mi accorgevo che in realtà non suonava assolutamente nulla. Qualche giorno fa il suono del telefono di casa lo sentii anche mentre stavo a scuola..
E poi la mattina appena mi sveglio, sento come se non fosse successo mai nulla di estremamente doloroso per me, come se non vivesse ancora qua e non se ne fosse mai andata, ma poi subito dopo, in me scatta qualcosa, in quel momento realizzo la realtà dei fatti, ed io mi sento così stordita e illusa da me stessa.
Sento di uscire fuori di testa.
Ora è da circa due notti che finalmente sto riuscendo a dormire ma io comunque provo, ansia e paura di sentire quello squillo di nuovo.
Da quando nonna è andata mi sembra di vivere in un incubo, di sentire questa vita come se non fosse più la mia, come se fossi solo una semplice spettatrice di questo tempo che passa....
Ora ammetto di star un pochino meglio, certo ho ancora la percezione come se nulla avesse più un senso, un colore... ma ci sono momenti ( come questi) in cui mi sento abbastanza bene, momenti in cui provo una felicità, una gioia che non ne capisco il senso.. felice? e di cosa? mi verrebbe da festeggiare, ma mi chiedo che cosa, festeggiare che cosa... e in quei momenti nonostante sia così felice ( che poi non riesco a capire nemmeno da dove provenga questa improvvisa felicità) io mi sento tanto in colpa. Mi sento in colpa perchè sento di non starla onorando, sento di starla mancando di rispetto.... non co che fare...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 FEB 2020

Gentile Claudia, hai bisogno di un aiuto per elaborare il lutto. I tuoi sensi di colpa probabilmente provengono da qualcosa di precedente, forse la malattia di tua nonna o la sua cura ti ha richiesto tempo ed energie, e quindi ora ti senti in qualche modo "sollevata" che questo ciclo sia terminato. Sono sentimenti molto umani e comuni, tutti noi li abbiamo provati, più o meno. La psicoanalisi insegna che anche l'amore più profondo e travolgente non esclude sentimenti di ambivalenza, e qualche volta abbiamo bisogno di stare da soli. Spesso sono le persone più sensibili a provare queste contraddizioni. Stai serena, e rivolgiti con fiducia ad una/o psicoterapeuta che ti aiuterà ad elaborare in poco tempo questi vissuti. Di più con queste righe non posso fare.
Un caro saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1011 Risposte

439 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 FEB 2020

Ciao Claudia, si percepisce tanto la sofferenza dalle tua parole. Purtroppo non si è mai pronti a perdere qualcuno... sentirsi in colpa per non soffrire della perdita è normale ma è difficile capire che si può stare male per bene allo stesso tempo! Questa felicità per te inspiegabile è frutto delle tue emozioni e bisogna accoglierle... questo non significa assolutamente che tu non sia triste o non stia rispettando tua nonna. Il lutto e la sofferenza per la morte di una persona a cui eravamo legati e a cui volevamo un gran bene è molto difficile e spesso ci affatica tanto. Prova a parlarne e ad esternare le tue emozioni, positive o negative che siano, e se tra un po' di tempo ti senti di parlarne anche con un esperto potresti pensare di prendere in considerazione l'ipotesi di fare un percorso di sostegno psicologico per questo difficile momento per renderlo meno faticoso. Spero che presto ti sentirai meglio, un caloroso saluto, Dott.ssa Melis Deborah.

Studio Dott.ssa Deborah Melis Psicologo a Roma

23 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 FEB 2020

Salve Claudia, è un momento veramente brutto quello che stai attraversando, vero?
Hai subìto una perdita di una persona cara. Un lutto. Uno sconvolgimento.
Un trauma è una situazione pesante. Uno shock che arriva e ci sconvolge, perchè è superiore alle nostre capacità di gestione.
Tutto quello che è successo si imprime nella mente e basta qualsiasi cosa che lo ricorda per creare paura. A te succede con lo squillo del telefono, l' orario notturno in cui è arrivata la chiamata, ecc.
Cosa fare? Il tuo turbamento, come stai vedendo,man mano tende a diminuire e tornare verso la normalità.
Se invece ti accorgi che non riesci a gestire la tua emotività, cerca un aiuto professionale.
Va bene? Un cordiale saluto.
Dott. M. Di Nunzio

Dott. Mario Di Nunzio Psicologo a San Salvo

13 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 FEB 2020

Ciao Claudia, la perdita di una persona cara è un dolore grandissimo. Il fatto che tu soffra denota l’importanza del legame che avevi con tua nonna ed è proprio tutto quello che lei ti ha trasmesso che ti aiuterà a superare questo momento. La tua famiglia, l’affetto che vi lega ti darà la forza per affrontare tutti i periodi di difficoltà. Tutti vorremmo una vita senza dolori o momenti difficili ma così non avremmo la possibilità di crescere, di migliorare. Ad ogni difficoltà che superi diventi più forte e più sicura di te stessa. Quando ti prende l’ansia l’unica cosa che puoi fare è cercare di razionalizzare. Prova a chiudere gli occhi ed immaginare un bel momento che hai vissuto con tua nonna, cerca di ricordare il suo sguardo dolce, le sue carezze, la sua voce. Lei sarà sempre nel tuo cuore perché anche se non c’è più vivrà sempre nei tuoi ricordi, quelli non te li può portare via nessuno, neanche la morte ha questo potere! Sei una brava ragazza, sei sensibile e forte e diventerai una grande donna!

Ileana Bertolaso Psicologa Psicologo a Gavirate

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19050

psicologi

domande 30700

domande

Risposte 105250

Risposte