Non riesco più a vivere serenamente l'amore

Inviata da MARTA il 25 set 2017 Terapia di coppia

Buongiorno, cercherò di essere sintetica ma non sarà facile. Tra poco compirò 50 anni, a 37 anni dopo poco più di 6 anni di matrimonio mi sono separata. sono rimasta sola per molti anni, durante i quali è venuto a mancare mio padre e dopo la sua morte ho scoperto che praticamnte ha sempre vissuto una doppia vita con una donna molto più giovane di lui. Circa un anno fa ho conosciuto il mio attuale uomo. Mi è piaciuto subito molto, il problema è che ha poco tempo, abbiamo orari lavorativi molto diversi in più lui ha una situazione familiare molto complicata per la quale non ha molto tempo da dedicarmi. Quando sono insieme a lui non dubito dei suoi sentimenti, sto bene sono serena e vedo che mi ama. Abbiamo un'enorme intesa sesssuale e c'è molta dolcezza e tenerezza. Ma non appena se ne va mi assalgono mille dubbi e sto male, malissimo fino all'incontro successivo. Cerco di non farglielo capire, ma ho sempre paura che mi menta, che mi tradisca, che sia ancora troppo legato alla sua ex moglie. Ho quasi l'idea che non voglia condividere il futuro con me, ma stia con me finchè va..senza particolari esigenze o desideri di condividere la propria vita..Una volta ho provato a parlargliene, ma quando capisce che dubito di lui si arrabbia e dice che non riesce a gestire un altro problema nella sua vita...che se va bene ok se diventa un problema molla...ma problemi ce ne sono stati parecchi in questo anno e tre mesi ed è ancora qui...vorrei fidarmi e stare serena ma non riesco...eppure nelle mie relazioni passate sono sempre stata serena...senza particolare fretta o desiderio di accasarmi...Non mi riconosco in quella che sono ora e mi chiedo se quello che ho scoperto su mio padre puo' avermi segnata e cambiata fino a questo punto o se dovrei dar retta al mio istinto che mi dice che in questa storia c'è qualcosa che non va...possibile che il disagio che avverto sia tutto frutto della mia mente? Grazie a tutti per l'attenzione e saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Marta,
innanzitutto ritengo che non le faccia bene essersi distaccata dai suoi familiari perchè è come rinunciare ad una risorsa affettiva importante specie in certi momenti difficili.
Quanto alla sua attuale relazione, quest'uomo è stato molto chiaro nel dirle che non sopporta eccessive pressioni e condizionamenti per cui se lei insiste rischia di perderlo.
Non le resta quindi che accettarlo così com'è o lasciarlo.
E' evidente che lei è molto fragile, dipendente e insicura e per questo motivo avrebbe bisogno di un supporto psicologico.
Se, nonostante abbia un lavoro, ha difficoltà economiche che non le permettono una psicoterapia privata può rivolgersi al Servizio Pubblico di Psicoterapia della sua ASL tramite il suo medico di base.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18112 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta,
il suo passato, carico di vicissitudini e conflitti familiari, l'ha resa insicura e bisognosa di controllare la persona con cui ha, dopo molto tempo, stabilito un legame sentimentale.
Il suo compagno è stato abbastanza onesto nel dichiarare i propri limiti e le proprie aspettative rispetto alla coppia.
Riprendere una terapia può sembrarle faticoso e forse frustante, ma dovrebbe concedersi questa possibilità per giungere ad una migliore comprensione di se stessa, dei propri punti deboli e delle sue reali risorse.
Nell'impossibilità di rivolgersi ad un professionista privato, può avvalersi del consultorio della sua zona di residenza.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1088 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta,
Iei ha scelto un uomo con diverse responsabilità, ora occorre comprendere come porsi per non risultare troppo pressante sul piano relazionale.
Le consiglierei di mantenere una modalità assertiva e nel contempo lavorare su se stessa.
Le proprie insicurezze possono minare il rapporto e creare delle criticità.
Forse questa persona non desidera coinvolgersi maggiormente nella relazione, inoltre lei racconta di alcuni problemi esistenti nella relazione che bisognerebbe approfondire.
Un sostegno psicologico in questo momento potrebbe esserle utile per migliorare il proprio modo di entrare in relazione e valutare la situazione nello specifico.
Personalmente credo molto nella possibilità di cambiamento e di crescita delle persone affiancate da un valido supporto.
Cordialmente
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2420 Risposte

2048 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte