non capisco piu cos'è l'amore e se sono innamorata

Inviata da Sara Cristofalo · 6 ago 2019 Terapia di coppia

buonasera,
sono Erika, una ragazza di 26 anni che non sa cos'è l'amore. Scriverò tanti dettagli che vi faranno andare in confusione ma secondo me sono necessari..Quando avevo 16 anni ho conosciuto un ragazzo (Guido) che mi ha subito conquistata, lo trovavo bellissimo, affascinante, stupendo. ma siamo usciti tre volte e poi è sparito. Dopo un anno però lo ricontatto, cominciamo ad uscire e cominciamo una relazione che dura due anni circa, poi ci lasciamo perchè mi dice che non mi ama e io mi metto con un altro ragazzo... dopo un bel pò di tempo poi Guido torna dicendomi che mi ama e io lascio quel ragazzo per rimettermi con Guido... la relazione dura per quasi due anni ma poi mi rendo conto che in realtà lui mi da un sacco di mancanze e sto piu male che bene, quindi lo lascio (agosto 2018)... ero decisa a stare da sola..... ma dopo poco tempo incontro un ragazzo meraviglioso (Leonardo), che ha tutte le caratteristiche che Guido non aveva: serio, con i piedi per terra, che ha obiettivi, ambizioso, con tanta voglia di fare, che mi da mille attenzioni, mi fa sentire amata, mi fa sentire una regina, mi coccola, mi fa sentire quella sensazione di benessere che non avevo mai sentito...non mi ha fatto provare batticuori, mi ha solo fatto provare una specie di calma interiore mista ad entusiasmo che mi ha fatto dire "finalmente quello che cercavo". Così inizio una relazione con lui, una relazione bellissima sotto moltissimi punti di vista, in cui mi sentivo stabile, appagata, serena, coccolata, amata, amata tantissimo, amata anche troppo... io onestamente però non mi sentivo innamorata come lo ero con Guido, con Leo c'era un sentimento di affetto diverso, che li per li ho pensato essere normale dato che la relazione era radicalmente diversa. Quindi dicendomi che era normale, sono andata avanti coltivando quella calma e quell'entusiasmo. Il probkema è che un giorno, ad un certo punto, mi crolla il castello: io non amo davvero Leonardo se non ho le farfalle nello stomaco e non ho il brivido. Non amo Leonardo se non provo le stesse cose che provavo con Guido. Io non lo amo e sto prendendo in giro lui e me. Così inizio ad andare da uno psicologo per capire che cosa fare, e lui mi sta facendo ragionare sul fatto che il nostro è un rapporto d'amore ma io per una serie di motivi non lo identifico come tale e devo lavorare su questi motivi altrimenti non starò bene in nessuna relazione sana. Diciamo che mi sta aiutando, ma dentro di me rimane sempre di fondo l'idea che non lo amo e che lo devo lasciare. Ora mi si affacciata un'altra idea che non riesco a scollarmi di dosso e mi ossessiona facendomi sentire male alla bocca dello stomaco: e se amassi ancora Guido? forse devo tornare con lui, è lui il mio destino.... e mentre lo penso sento che è come se fosse la verità. Ma io non voglio tornare con Guido, ero così sicura quando l'ho lasciato... e Leonardo è così meraviglioso sotto tanti punti di vista, anche se non mi fa provare "scintille"... che cos'è l'amore, con chi devo stare, cosa devo seguire, cos'è l'istinto, qual è la vera voce interiore... io non lo so piu.... sono mesi che non riesco a vivere la mia vita perchè mi tormento su questi argomenti che non mi danno tregua... mi informo su forum, dappertutto... passo le mie giornate a rimuginare senza venirne a capo, solo quando parlo con lo psicologo va meglio ma dura solo il tempo della seduta.... io non so piu dove sbattere la testa...sono studentessa di mediicna e dovrei studiare sui mattoni di libri che ho. invece passo le mie giornate con il cervello intasato e lo stomaco in una morsa...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 AGO 2019

Gentile Erika,
sembra che sia lei stessa in grande confusione su quelli che sono i suoi sentimenti e i suoi valori.
Quando qualcosa produce un effetto negativo, in genere vuol dire che non è una cosa buona per cui se la relazione con Guido le procurava insoddisfazione probabilmente non era il caso di ritornarci insieme già dopo la prima rottura ma poichè è insoddisfatta anche con Leonardo che le dà tutto l'amore possibile, allora forse il problema è lei.
D'altra parte, se le "farfalle nello stomaco" che provava con Guido fossero state autentiche e indispensabili alla relazione, questa non sarebbe finita.
La verità è che lei non sa ancora ciò di cui ha bisogno e rischia di essere permanentemente insoddisfatta con chiunque.
Pertanto è auspicabile che il percorso di psicoterapia che sta facendo la aiuti a conoscersi meglio e a modificare in maniera più funzionale la sua personalità.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2019

Buongiorno Erica
Mi sembra molto chiaro quello che lei dice, spesso ciò che ci porta a cercare qualcosa è proprio la sua assenza, l’idea di conquistare una specie di paradiso perduto ma poi quando lo conquistiamo ci rendiamo conto che non lo è e allora forse torniamo a rimuginare che l’altro ovvero Leonardo è davvero ciò che può rendere gratificante una relazione.
Credo che questo dipenda non solo dalla sequenza della storia con Guido che naturalmente con i suoi allontanamenti e avvicinamenti rende tutto più emozionante almeno all’inizio e dall’a Parte dipende dai modelli relazionali che abbiamo interiorizzato rispetto a noi, l’altro e la relazione amorosa. Penso che ciò possa essere validamente esplorato in terapia senza che lei debba convincersi e obbligarsi alla ragionevolezza di mantenere un rapporto sicuramente valido ma rispetto al quale necessità di realizzare una ulteriore comprensione per saperlo eventualmente vivere e valorizzarlo.

Dott.ssa Chiara Schaula Bevilacqua Psicologo a Roma

22 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2019

Gentile Erika,

la descrizione delle sue relazioni con i due ragazzi fa pensare ad un bisogno di ricevere dagli altri qualcosa che vada a riempire una mancanza, un senso di vuoto e di solitudine.

Dalle sue parole, non sembra esserci spazio per sentire come lei riesca a riempire se stessa, a non sentire come se in lei, profondamente, non ci fosse niente, a meno che qualcuno, da fuori, intervenga.

Anche il percorso psicologico che ha avviato sembra assumere le stesse caratteristiche: lei si aspetta che qualcuno depositi in lei dei significati. Le posso però dire che il senso lo dobbiamo trovare noi, procedendo a piccoli passi, sentendoci all'interno di una relazione che accompagna e supporta. In questi termini deve essere intesa la psicoterapia.

Affronti questi aspetti con il suo psicologo; potrebbe scoprire interessanti verità su di sè e il suo rapporto con il mondo.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Barbara Furlano
Psicologa, Psicoterapeuta, Specilista in Psicologia Clinica - Asti

Dott.ssa Barbara Furlano Psicologo a Asti

94 Risposte

158 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2019

Buongiorno Sara, occorre comprendere cosa sono per te le farfalle nello stomaco, comprendere cosa ti manca o credi che ti manca, quali sono questo ingredienti che magari tigiarsano altre relazioni della tua vita che non immagini che possano condizionare cosa provi o credi ora. Attraverso anche la tecnica dell EMDR possiamo scoprire cosa ti fa star male e trasformarlo. Rimango a disposizione per informazioni

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

210 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte