Non amo più mia moglie ma è doloroso lasciarla

Inviata da Marco · 21 ott 2013 Terapia di coppia

Buon giorno,sn un Uomo di 40 anni,sposato da 17 con 2 figli di 15 e 12.
Ho gia tradito mia moglie 2 volte confessando tutto,sta succedendo nuovamente ma questa volta gli ho detto che nn l'amo piu ma ho evitato di dirgli che ce un'altra donna.
Non volgio ferirla piu del dovuto.
L'ultima volta era successo 3 anni,e ci stavamo separando,ma al momento di andar via di casa nn ce lo fatta,son rimasto e di comune accordo ci abbiamo riprovato.
Era diventata un angelo di moglie,indipendente,amorevole,mi cercava anche lei per l'amore,non sempre come è soccusso dopo quei sei mesi e fino adesso.
Lei purtroppo sta male ma io sto peggio perche nn sopporto l'idea di farla soffrire,io sto malissimo e mi sento tntissimo in colpa ma penso sia la cosa giusta,nn deve piu soffrire,per me nn fa niente ne usciro anche se in 10 gg ho perso 8 kg.
Grazie per il vostro aiuto

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 OTT 2013

Gentile Marco,
ci sono persone che si separano velocemente, altre che hanno bisogno di maggior tempo per capire come farlo o se farlo. C'è un legame importante tra di voi ma anche tanto dolore. Cominciare a far emergere i problemi tra di voi, mi sembra un buon modo per capire cosa voler fare e magari con meno dolore possibile. Tuttavia l'aiuto di uno psicoterapeuta facilita a comprendersi meglio su cosa e su come si può migliorare un rapporto comunque importante o trasformarlo. Un caro saluto.
Risposta da Dott.ssa Marialba Albisinni. Ieri, 29 Ottobre 2013

Dr.ssa Marialba Albisinni Psicologo a San Cesareo

41 Risposte

110 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2013

Gentile Marco,
ci sono persone che si separano velocemente, altre che hanno bisogno di maggior tempo per capire come farlo o se farlo. C'è un legame importante tra di voi ma anche tanto dolore. Cominciare a far emergere i problemi tra di voi, mi sembra un buon modo per capire cosa voler fare e magari con meno dolore possibile. Tuttavia l'aiuto di uno psicoterapeuta facilita a comprendersi meglio su cosa e su come si può migliorare un rapporto comunque importante o trasformarlo. Un caro saluto.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2013

Gentile Marco,
dalle sue parole si evince come le sia doloroso chiudere questo capitolo e da quanti anni vi siano tra voi due delle difficoltà di coppia, che a quanto pare erano scomparse quando sua moglie, dietro la minaccia di perderla, si era iniziata a comportare "come lei voleva".
Io la invito a riflettere, prima di chiudere il rapporto, sull'eventualità di una terapia di coppia da affrontare con sua moglie, che la potrà condurre ad una separazione più consapevole, fornendovi anche un appoggio emotivo, oppure a scoprire che i tradimenti, possono spesso rappresentare un" sintomo" di una dinamica risolvibile, che nel suo caso, potrebbe anche riproporsi qualora lei intraprenda un nuovo rapporto di coppia.
A tal riguardo molti psicologi le potranno offrire questo tipo di servizio sulla sua zona di residenza e se si trova nella città di Roma, anche il mio stesso studio.

Un Caro Saluto
D.ssa Michelini

D.ssa Silvia Michelini Psicologo a Roma

162 Risposte

137 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2013

Grazie a tutti per la risposta data e dell'aiuto, abbiamo parlato e riparlato io e mia moglie, staremo assieme ancora un po' per i ragazzi, poi col passare del tempo penso che una via d'uscita la troveremo.
per quanto riguarda il percorso di coppia e l'aiuto di un esperto, ci abbiamo già provato 3 anni fa ma senza risultato.
Grazie ancora e buona giornata a tutti

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Gentile Marco,
comprendo la difficoltà legata alla sua scelta.
Sicuramente è utile parlarne apertamente con sua moglie e poi chiarire le dinamiche del vostro rapporto facendovi aiutare da un terapista di coppia. Oppure potrebbe intraprendere un percorso terapeutico individuale che possa favorire la comprensione di quello che vuole davvero e possa agevolare l' adeguata gestione di questi vissuti di colpa e di sofferenza.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Di Luca - Collaboratrice Es Psicologia

Es Psicologia Psicologo a Teramo

11 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Gentile Marco,
dalle sue parole sembra che sia la convivenza con sua moglie sia la possibilità di lasciarla risultino entrambe scelte dolorose e difficili, come se nessuna delle due fosse di fatto attuabile senza rinunciare ad una parte importante di sé. Forse un momento di riflessione sui suoi vissuti con uno psicologo la può aiutare a fare chiarezza dentro di sé. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, MIlano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

468 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

eGREGIO SIGNOR MARCO,
un questi casi c'è bisogno proprio di uno specialista; uno psicoterapeuta con competenze specifiche anche di coppia, se possibile anche uno psicologo forense
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine (friuli venezia giulia)

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1569 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Salve Marco
parlarne sinceramente con sua moglie è una buona mossa.
Avete provato un percorso di coppia? A volte è necessario per attraversare momenti come questi e insieme decidere, poi, se ritrovare la vostra dimensione di coppia e di famiglia o separarvi. Non prendete decisioni affrettate o rimanere in questo limbo di sofferenza e di tira e molla. Provate ad andare da uno psicologo e psicoterapeuta di coppia.
Dott.ssa Letizia Patricolo

Dott.ssa Letizia Patricolo Psicologo a Palermo

14 Risposte

30 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Caro Marco, lasciare qualcuno non è spesso una cosa facile, come spesso invece si crede dicendo che chi lascia tutto sommato non soffre. Forse lei è giunto a questa conclusione dopo aver meditato per tutti questi anni sull'accaduto, arrivando quindi alla constatazione che non c'è più amore. Alle volte non è sempre detto che sia così, ovvero, nella vita cambiano tante cose negli anni, si attraversano fasi evolutive diverse e in tempi diversi e questo alle volte può far sorgere il dubbio che sia finito l'amore. Oppure posso esserci problemi di coppia che se risolti riportano in essa la voglia di continuare. Non mi è raramente capitato nella mia esperienza lavorativa di avere a che fare con situazioni analoghe. Io le suggerisco di fare qualche colloquio chiarificatore con uno psicologo, cosicchè, se davvero emergerà una mancanza di amore, lei possa anche essere supportato ad affrontare questa separazione nel migliore dei modi per entrambi.

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

354 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Gentile Marco,
comprendo bene la sua situazione e le diverse difficoltà che sta incontrando, ma a questo punto mi sembra inevitabile un confronto attivo con sua moglie quantomeno per fare il punto della situazione. I tradimenti sono molto spesso un campanello d'allarme per segnalare che c'è qualcosa che non va nella coppia, sono dei "segnali" che vanno ascoltati anche perché in questo modo ne risente la qualità di vita di entrambi.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

751 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte