La mia fidanzata credo sia depressa e mi allontana

Inviata da Massimo il 28 gen 2019 Depressione

Buongiorno, cercherò di raccontare la mia storia in maniera concisa.
Io e la mia fidanzata di siamo conosciuti 8 anni fa ( io ho 32 anni e lei 34) e abbiamo una relazione che dura da 7 anni. 7 anni bellissimi, in cui siamo stati sempre molto a stretto contatto, viviamo insieme da 5 anni e anche se ne abbiamo passate siamo sempre stati uniti. Lei ha sempre avuto un forte sentimento d'amore verso di me e io verso di lei.
Circa 6 mesi fa però lei ha iniziato ad essere distaccata, a prendersi più spazio per sè, a parlarmi meno. Ho pensato fosse una fase normale del rapporto e le ho dato spazio ma le cose non miglioravano. Abbiamo parlato della situazione e lei ha iniziato a dirmi che si sentiva spesso oppressa e aveva la necessità di stare da sola, di non avere nessuno che le mettesse pressione. Lei fa un lavoro i cui le mettono spesso pressione, con obiettivi mensili e quindi ho immaginato che quello fosse il problema principale.
Abbiamo vissuto un periodo di circa un mese e mezzo in cui le ho dato spazio, siamo stati un po' lontani ( anche se ammetto di aver avuto la necessità di sentirla spesso per sincerarmi di come stesse ). La situazione nei mesi successivi è peggiorata perchè io provo a starle vicino ma lei tende ad allontarmi, a prendersi spazio e non voler essere "pressata" ( Dice infatti che anche se mi ha chiesto spazio e tempo io ho pressato per sapere cosa facesse, come stava, e con le mie ansie anche). Io cerco di starle vicino anche facendole capire i miei sentimenti verso di lei ma non sortisce alcun effetto. Lei mi dice che sa di farmi male ma dice di non vedere la fine di questo suo malessere.
Dice di sentirsi apatica, insofferente ad ogni cosa che la circonda e di non " sentire". Tende a chiudersi, a non volere il mio aiuto.
Ho cercato di fare una sorta di patto positivo con lei in cui avremmo fatto dei passi insieme, ma mentre se all'inizio è servito (abbiamo passato diverse settimane di miglioramenti, con qualche riavvicinamento anche fisico) poi, col tempo, non ha più voluto e di nuovo non ha interesse a far le cose. Provo a spronarla con situazioni, proposte di fare determinate attività ma è altalenante. Cambia constantemenete idea e umore: un giorno dice che va bene, fa progetti sul futuro di coppia mentre il giorno dopo ribadisce che ha necessità di star per i fatti suoi per un po'. Dice che vuole star meglio e vede che io sto male per lei ma quando le propongo di andare da uno psicologo rinvia sempre.
Adesso esce molto con le amiche, mentre prima era una cosa che faceva poco.
Io questo momento viviamo insieme ma lei continua a dire che vorrebbe star sola per un po' perchè secondo lei le serve per ricominciare a star meglio lei e di conseguenza la coppia, ma io ho paura che questa serva solo ad allontarci di più e farla cadere sempre di più in questo stato.
Io amo la mia fidanzata e non voglio perdere la nostra storia, per cui ho spesso paura di non fare la cosa più giusta, se assecondare queste sue richieste o continuare a starle vicino.
Inoltre da un po' inizio a non stare bene nemmeno io, con una conintua sensazione di pressione allo stomaco e mancanza di aria..

Mi scuso per la lunghezza e per il messaggio forse un po' sconnesso, ma mi sento davvero in difficoltà.
Grazie a chiunque possa darmi un aiuto..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Massimo,
comprendo la sua ansia e la sua sofferenza ma occorrerebbe approfondire alcuni punti per provare ad interpretare il malessere della sua fidanzata.
Innanzitutto sarebbe utile sapere se 6 mesi fa è accaduto qualche evento nuovo e destabilizzante per la ragazza.
Poi sarebbe anche interessante sapere se tale malessere oltre che nei suoi confronti è stato espresso anche nelle altre relazioni cioè a livello familiare e/o amicale (ma sembra che con le amiche i rapporti siano addirittura migliorati!).
Ad ogni modo, qualunque sia il motivo, sembra chiaro che la sua fidanzata stia vivendo una crisi nella relazione di coppia, motivo per cui le chiede di non starle troppo addosso, cosa che a lei riesce difficile e quasi incomprensibile.
Se ne ha la capacità, credo sarebbe utile che lei stesso chieda alla ragazza un periodo di pausa e riflessione per decidere cosa fare di questa relazione che dura da 7 anni ma che ora è in crisi.
Le suggerisco però di avvalersi di un sostegno psicologico iniziando una psicoterapia personale, salvo a farla diventare di coppia qualora la sua fidanzata manifestasse l'intenzione di riavvicinarsi anzichè quella di continuare ad allontanarsi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Massimo, comprendo la sua sofferenza. Purtroppo la situazione è delicata, e non credo che qualche banale consiglio sia più utile di tanto. Forse la sua fidanzata è davvero depressa, forse ha un disturbo di personalità di lunga data. In ogni caso sarebbe quanto mai opportuno che affrontaste un percorso di coppia. Se la sua partner non vuole è necessario che cominci almeno lei da solo. Un cordiale saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

729 Risposte

305 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Massimo, dalle sue parole trapare tanta sofferenza e paura di perdere la persona amata, ma arriva anche un sentimento di impotenza. Da soli non è sempre semplice trovare la strada giusta, io le consiglio di contattare un terapeuta e provare assieme alla sua compagna a comprendere quale direzione sta prendendo la vostra relazione per poter modificare laddove è possibile le dinamiche di coppia disfunzionali.
Dott.ssa Roberta Ruggeri

Dott.ssa Roberta Ruggieri Psicologo a Itri

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Massimo,

come suggeritole dai colleghi prima di me, forse sarebbe il caso di iniziare a valutare l' opportunità di un percorso di coppia visto che anche lei incomincia a mostrare una sintomatologia invalidante. La problematica che fa soffrire entrambi parrebbe infatti risiedere nelle dinamiche di coppia. Non esiti quindi rivolgersi ad un collega nella sua zona.
Cordiali saluti
Dott.ssa Barbara Testa Psicologa e Psicoterapeuta

Dott.ssa Barbara Testa Psicologo a Como

100 Risposte

83 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissimo,
mi sembra che a soffrire qui siate in due. E lei non vuole andare da uno psicologo. Non so quanto lei sembri depressa perché se ha preso ad uscire con le amiche non è segno di depressione. Mi sembra invece che la radice del suo malessere risieda nel rapporto di coppia. Come le ha detto la collega perché non tentare quindi una terapia di coppia, sarebbe anche più semplice convincerla dato che parteciperebbe anche lei?
Mi faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

474 Risposte

709 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Massimo,

dalle sue parole emergono molto le sue preoccupazioni, dubbi e anche la sua sofferenza per la situazione. Non deve essere semplice gestire la situazione, soprattutto perchè sei mesi di sopportazione sono tanti, immagino che si senti anche trascurato e messo da parte. Penso che la situazione, la relazione abbia bisogno di essere indagata, avete mai pensato di rivolgervi ad un professionista ed intraprendere una terapia di coppia?
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, può scrivermi.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1535 Risposte

1136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte