In crisi per l’università

Inviata da DoubtfulDude · 11 mag 2020 Orientamento professionale

Ciao, sono un ragazzo di 20 anni al secondo anno di università (Psicologia fra l’altro!) e sto vivendo una crisi profonda che riguarda proprio il mio percorso universitario. Inizio a dire che, da fuori, sembro uno studente modello. Ho una media alta, sono al pari con gli esami e sono sempre il motivatore del mio gruppo di colleghi-amici. Dentro, al contrario, ho un vortice emotivo che mi sta impedendo di concentrarmi a pieno sul mio percorso di studio e sui miei obiettivi.
Ho scelto psicologia per una mia innata propensione all’ascolto delle persone e, particolarmente, al miglioramento del benessere delle persone all’interno del contesto in cui esse vivono. L’ho sperimentato sia con le amicizie nel tempo libero sia in ambito lavorativo a scuola. Ancora prima di iscrivermi alla triennale già sapevo che mi sarebbe piaciuto specializzarmi nella Psicologia del Lavoro, in modo da mettere le mie capacità e competenze al servizio di aziende che possano trarne beneficio e, perché no, potenzialmente trarne una carriera soddisfacente.
Questi presupposti, però, stanno perdendo di importanza man mano che realizzo che, per quanto possa avere del potenziale nel mio ambito, esso possa non essere veramente ciò che desidero fare nella vita. Infatti, ho difficoltà ad interessarmi degli ambiti di studio della mia università al di fuori delle lezioni e dello studio pre-esame. Ho amici che leggono ricerche e si interessano degli sviluppi della materia, io non sono così, e ne soffro.
Sono un appassionato di fitness ed inizio a pensare che la mia via sia in realtà quella delle scienze motorie o della fisioterapia, percorsi che ho sempre ritenuto poco ambiziosi, forse a causa delle influenze sociali che pervadono la nostra cultura (lo stigma dell’atleta ignorante contrapposto allo status dell’intellettuale laureato) e per gli insegnamenti espliciti dei miei genitori e degli insegnanti, che mi hanno sempre consigliato di proseguire con le scienze umane o con le materie umanistiche. Al contrario della psicologia, sono informato sulle ultime novità del mondo del fitness, seguo video online e, per passione, sono attivo nel mondo del bodybuilding. Insomma, inizio a pensare che il mio amore per la psicologia sia in realtà semplice interesse per una materia che è innegabilmente interessantissima ed applicabile a qualsiasi contesto in cui ci sia l’uomo, ma similare all’interesse che potrei provare per la politica o per l’economia. Inizio a credere di aver seguito questo percorso per soddisfare le richieste di chi mi sta vicino, senza tenere conto delle mie passioni.
Ci troviamo in un periodo storico straordinario e sono convinto che le condizioni in cui stiamo tutti vivendo incidano profondamente sul nostro modo di ragionare. Prima che iniziasse questo periodo mi sono posto delle domande sul percorso di studi, ma penso che la vita da costante pendolare non mi abbia veramente permesso di ragionarci su come avrei dovuto. Ho bisogno di consigli, perché sento che devo prendere una decisione fondamentale per il mio futuro nei prossimi giorni: manca poco alla prossima rata della mia università e alla scadenza delle iscrizioni alle altre facoltà.
Un saluto ed un ringraziamento a tutti coloro che leggeranno il mio messaggio e che proveranno ad aiutarmi!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 MAG 2020

Buonasera DoubtfulDude, sembra evidente che il periodo che stiamo vivendo, così unico nell'occasione di trovarci molto tempo con noi stessi, ti abbia dato la possibilità di approfondire e chiarire molti aspetti del tema di cui parli : in effetti nel vortice delle giornate normali per ognuno di noi è molto più difficile porre davanti a sè la propria situazione e valutarne gli aspetti e le implicazioni profonde. Mi sembra che tu lo abbia già fatto molto bene e forse hai bisogno di un breve consulto a supporto di quello che sembra già essersi evidenziata come direzione di scelta. Un aspetto senz'altro più complesso da affrontare da soli è quelloda vivere della relazione e dell'influenza che i tuoi genitori hanno avuto sulle tue scelte e soprattutto quanto ti senti libero di cambiare la tua direzione di studi rispetto alle loro aspettative. Se su questo o su altri aspetti ritieni di poter beneficiare di un breve consulto sono a disposizione,ma vorrei comunque ricordarti che,anche se può sembrare una banalità, siamo solo noi ad avere la nostra vita da vivere e nessuno altro può sentire realmente in quale direzione essa debba andare per realizzare ciò che siamo. Cordialmente

Gemma Facchinetti Psicologo a Bergamo

37 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAG 2020

Gentile utente,
dal momento che lei è al secondo anno della triennale in Psicologia ( facoltà che sembra apprezzare) ed è al pari con gli esami,
penso che portare a termine e non vanificare quello che ha già fatto (almeno per questa prima fase degli studi) sia positivo per la costruzione dell'autostima.
Avrà modo di valutare in seguito se dare spazio ad altri studi affini alla sua passione per le attività motorie preferibilmente con il supporto di un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapèeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20812 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAG 2020

Carissimo DoubtfulDude,
Mi arriva molto la sua sensibilità e le sue capacità empatiche, insieme al risvolto della medaglia che comportano questi aspetti dell'animo umano, che portano ad una maggiore tendenza alla riflessione e all'interrogarsi in merito a ciò che ci accade, avendo un'attenzione spiccata per il mondo interno, sia proprio che altrui.
Gli anni degli studi universitari sono quelli di maggiore formazione della propria identità, in cui inizia a prendere forma il me stesso professionale, un'immagine che potenzialmente ci accompagnerà per tutta la vita, e che indubbiamente porta con sé numerose aspettative, proprie e dei cari.
Le passo un pensiero, nella speranza che possa aiutarla: ha mai pensato di coniugare questi due suoi interessi? Glielo chiedo perchè esiste una branca della psicologia che si occupa degli aspetti psicologici che devono affrontare gli atleti sportivi, soprattutto quelli che fanno agonismo.
Ciononostante, un consulto con un professionista potrebbe aiutarla a indagare le motivazioni inconsce delle sue scelte, e quindi a scoprire assieme cosa sia meglio per lei e per il suo futuro.
Resto a disposizione se desidera contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Manara Alessia

Psicologa a Monza e Brianza
Fa terapia online

Dott.ssa Manara Alessia Psicologo a Concorezzo

13 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2020

Buonasera, il dubbio che esprime è legittimo e da quanto ha scritto ipotizzo che abbia compiuto una riflessione accurata ed una valutazione abbastanza profonda che considera tanti aspetti.
Credo che continuando così, la risposta possa trovarla in autonomia dentro di sé.
Se invece sente di aver bisogno di chiarimenti, può
contattarmi
Cordiali Saluti
Dott. Masucci A.

Dott. Armando Masucci Psicologo a Avellino

333 Risposte

286 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2020

Caro ragazzo,

Lei esprime la perplessità di aver intrapreso un percorso che non risponde pienamente al suo desiderio e domanda se non sia invece qualcos’altro che la possa appassionare maggiormente.
È importante quello che sta facendo: prenderci del tempo per domandare a noi stessi se ciò su cui investiamo è ciò che realmente ci piace ci permette di d’intraprendere un percorso in grado di realizzarci anche a livello personale, oltre che professionale.
In particolare i due orientamenti professionali che lei individua non si escludono a vicenda e se fosse interessato potrebbe unire l’interesse per la psicologia con la passione per lo sport.
Nel caso, invece, sentisse di aver intrapreso questo percorso di studi per risponda ai suoi desideri le consiglierei di prendersi carico del proprio benessere in prima persona e farsi agente attivo di cambiamento per sé e per il proprio futuro. È infatti importante che lei sappia che solo lei può rispondere a questa domanda e che spesso l’interrogativo stesso può celare indizi utili a comprendere ciò che più le è proprio.
Se desidera ricevere chiarimenti non esiti a contattarmi.

Cordialmente,
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

648 Risposte

321 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAG 2020

Gentile DoubtfulDude,
è difficile dire quale sia il percorso di studi giusto per te, ma ritengo che possa esserti utile cercare di ragionare su alcune cose come per esempio:
che cosa di appassiona maggiormente,
di che cosa ti piacerebbe occuparti nella vita,
se dovessi immaginarti nel futuro quale lavoro saresti felice di fare?
Una frase che hai scritto mi ha colpito cioè: "Inizio a credere di aver seguito questo percorso per soddisfare le richieste di chi mi sta vicino, senza tenere conto delle mie passioni." cerca di capire meglio se davvero sia così, perché è comprensibile non voler deludere le aspettative di chi ci sta accanto, ma il lavoro è una parte importante e che occupa una bella fetta della nostra vita, scegliendo una professione che ci appassiona si può trarre maggiore appagamento e motivazione.
L'ultima riflessione, mi domandavo se ti capita spesso di cercare di compiacere le persone cui tieni? questo tuo modo di fare ti mette in difficoltà anche in altre occasioni? Se volessi approfondire riguardo tali quesiti e modificare atteggiamenti di questo tipo potresti contattare uno psicologo-a.
In bocca al lupo nella scelta sul percorso di studio, per eventuali domande rimango a disposizione
Saluti, Sara Vassileva psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Sara Vassileva Psicologo a Genova

107 Risposte

41 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97400

Risposte