Il mio fidanzato è in crisi

Inviata da Sara · 17 ott 2016 Terapia di coppia

Il mio fidanzato, stiamo insieme da 3 anni, si trova in erasmus da un mese e durante una nostra conversazione è venuto fuori il problema che da qualche mese ha messo in discussione la nostra relazione. Dice che da qualche tempo non riusciamo più a parlare perché non sappiamo di cosa parlare, che non si diverte con me e non sente la necessità di passare del tempo da soli.
Parlando credo di aver capito che il problema sono degli aspetti del mio carattere che vorrei cambiare, come ad esempio il fatto di non cambiare mai idea su determinati aspetti o l'averlo assecondato sempre e comunque perché avevo paura di allontanarlo. Lui dice che non sente la mia mancanza perché gli scrivo ogni secondo per qualsiasi sciocchezza raccontandogli tutto quello che faccio e in questo modo non riesce a sentire la mia mancanza ed arriva a fine giornata che non sa cosa dirmi perché ci siamo già detti tutto.
Io vorrei provare a riaccendere il rapporto perché non voglio buttare al vento questi anni di relazione. Lui non vuole né prendere una pausa né lasciarmi, perché dice di non essere ancora convinto di quello che vuole dato che se mi lasciasse sa che non tornerei da lui e ha paura di sbagliare.
Cosa posso fare per far tornare il suo interesse nei miei confronti? Tra 3 settimane io andrò a trovarlo ma vorrei provare ad arrivare lì e trovarlo interessato a me, altrimenti so già che chiuderemo la storia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 OTT 2016

Gentile Sara,

da quanto scrivi il tuo ragazzo pare essersi definito con chiarezza rispetto alla vostra relazione.

Se la tua storia dovesse chiudersi, più o meno doloroso che sia lo strappo, accogli con coraggio il cambiamento.

Sono infatti le situazioni che più spaventano, se affrontate con autenticità, a rivelarsi spesso assai preziose per il nostro benessere e miglioramento.

Appassionarsi alla propria vita è il primo passo per far appassionare gli altri e ricevere la loro attenzione.

Cordialmente,

Dott.ssa Elena Consenti
Psicologa - Psicoterapeuta Latina

Dott.ssa Elena Consenti Psicologo a Latina

42 Risposte

700 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2016

Cara Sara, credo che dovresti lasciare il tempo al tuo ragazzo per capire cosa vuole da questo rapporto. Dagli spazio, d'altronde implicitamente te lo ha chiesto. Inoltre, bombardandolo di messaggi otterai l'effetto contrario. Ti saluto cordialmente con la parabola dei porcospini di Schopenhauer
"Una compagnia di porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, per proteggersi dal freddo. Ben presto, però, sentirono il dolore causato dalle spine reciproche; il dolore, così, li costrinse ad allontanarsi l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di scaldarsi li portò di nuovo a stare insieme, si punsero di nuovo; così si avvicinavano e si allontanavano, sballottati avanti e indietro tra due mali, finché non trovarono la "giusta distanza", che rappresentò per loro la migliore posizione:
quella giusta distanza che consentì loro di scaldarsi e nello stesso tempo di non farsi del male reciprocamente."


Dott.ssa Simona B. Morabito Psicologo a Reggio Calabria

50 Risposte

165 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2016

Cara Sara,
innanzitutto è importante, a mio avviso, comprendere che in una relazione di coppia si è in due: non si dia quindi la colpa esclusiva delle vostre difficoltà, in quanto nella relazione giocano gli aspetti caratteriali, personali, comportamentali etc. di ognuno dei due partner.
Potrebbe riflettere su cosa è cambiato nella vostra storia e da quando, se è successo qualcosa in concomitanza e quali sono gli aspetti che sono cambiati di lui, eventualmente.
In secondo luogo, per quanto riguarda la "mancanza delle cose da dirvi", potreste tentare di sentirvi meno con gli sms durante la giornata, in cui poi magari siete impegnati nelle vostre attività (fattore che potrebbe interferire con il vostro piacere nel sentirvi), e contattarvi magari nei momenti in cui siete più liberi, per parlare tranquilli al telefono.
Inoltre, ha provato a parlare con lui delle sue riflessioni, cioè del fatto che lei pensa che il problema sia che in questi anni l'ha sempre assecondato? Provi a parlare con lui anche di questo: confrontandovi e parlando insieme potrete capire quali sono gli aspetti che sono cambiati nella vostra relazione e che ora creano disagio e difficoltà, riuscendo poi a capire come intervenire per modificarli.

Un caro saluto

Dott.ssa Giorgia Salvagno Psicologo a Venezia

119 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2016

Gentile Sara,
sembra che già prima della partenza per l'Erasmus il tuo fidanzato si sia allontanato emotivamente da te e che anche la lontananza fisica stia contribuendo a far aumentare questo disinteresse.
Il tuo bombardamento quotidiano col raccontargli tramite messaggi tutto ciò che fai non è un buon modo per riavvicinarti a lui dal momento che sembra addirittura infastidirlo.
Sarebbe anzi preferibile, a mio avviso, che tu fossi molto più parsimoniosa nell'invio di questi messaggi e molto più attenta invece quando tra 3 settimane andrai da lui, a valutare il suo comportamento per capire quanto è ancora interessato a te e regolarti di conseguenza.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte