Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

È gelosa perché innamorata o è una manipolatrice?

Inviata da Paolo il 26 ago 2019 Terapia di coppia

Buonasera a tutti, fino ad un mese fa stavo con la mia ragazza (una storia di 2 anni) poi lei mi ha lasciato per i continui litigi, ho accettato questa decisione perché nemmeno io ne potevo più... Fatto sta continuavamo a sentirci e lei sembrava più tranquilla e mi diceva:" se sto con te sono gelosa e litighiamo se invece so che non stiamo insieme vivo il rapporto più rilassata" quindi a me questa situazione andava bene... Tuttavia se sapeva che uscivo con gli amici faceva ugualmente la gelosa ma lei invece poteva tranquillamente andare a ballare con la sua amica... Quando le facevo notare questa cosa di difendeva dicendo:" ma io quando esco so comportarmi, tu no"
Fatto sta che io continuavo lo stesso ad uscire con gli amici e lei offesa non vuole più sentirmi. Non ci sentiamo per un mese, dopodiché la ricontatto pensando che le acque si fossero calmate e per sondare un po' il terreno e vedere se ci poteva essere un ricongiungimento... Il giorno stesso che ci vediamo facciamo sesso, sembra tutto apposto, rimaniamo d'accordo su una trombamicizia senza impegno e a me va benissimo così nn mi devo sorbire le sue scenate... Ma invece no! Nonostante non stiamo insieme continua a fare la gelosa sul fatto che esco (la cosa bella che anche lei si organizza ad andare a ballare con l'amica) accusandomi che la sfrutto solo per il sesso e che mi sto frequentando con un'altra ( cosa non vera, frutto delle sue paranoie). Per farla breve rilitighiamo, per telefono e m'impone un confronto dal vivo la sera stessa dopo che lei finisce da lavoro (all'1:30 di notte perché fa la barista) io le dico vediamoci l'indomani mattina perché a quell'ora sono a dormire perché stanco... E lei che di nuovo mi accusa che in realtà dovevo uscire con altri ed ecco xké nn c'ero... La mattina si presenta davanti casa e appena sveglio mi trovo le sue telefonate e i suoi messaggi che m'intimavano di uscire... esco e subito mi aggredisce dicendo di farle vedere il cellulare, io mi rifiuto alche mi aggredisce fisicamente, le do il cellulare controlla i messaggi e inizia a fare domande sulle amiche che conosco da prima di lei e con cui ogni tanto sono uscito ma sempre in compagnia mai da soli e soprattutto senza malizia... Alche ad un certo punto vedendo che nn la finiva più mi riprendo con forza il cellulare e lei mi sbatte contro la macchina e inizia a dirmi:"vuoi sesso? È questo che vuoi da me?" E inizia a baciarmi sul collo ed in bocca, io nel frattempo la tiro indietro e mi sposto e lei di nuovo addosso:"cos'è non vuoi farlo più?" Io:" no perché sei pazza" dopo un po' si arrende si mette in macchina per andarsene e butta tutti i pupazzetti per strada che le avevo regalato quando Stavamo insieme e se ne và, bloccandomi ovunque... Ora dico io questo è un comportamento da ragazza innamorata che non sa gestire la gelosia? O è solo possessività? E quindi di me alla fine fine non gliene frega nulla?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Paolo, in questa storia non credo sia presente l'amore perché non vi è nessun presupposto di un rapporto equilibrato che porti ad una crescita interiore sana. Vedo morbosità, possessività che implicano, nella ragazza, un disturbo psichico importante, deviante e innaturale.
Continui la sua vita serenamente e consigli alla ragazza di intraprendere un percorso psicologico il prima possibile.

Cordiali saluti

Dott. Emmanuele Rosito

Dott. Emmanuele Rosito Psicologo a Guglionesi

119 Risposte

299 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Paolo, due anni di relazione con la sua ragazza danno prova che lei, nonostante la gelosia molto forte della sua ragazza, senta un legame forte con lei da cui fatica a mettere confini. Si è creato nel tempo uno schema di comportamento circolare e ripetitivo da cui, entrambi non riuscite a staccarvi: provare a distanziarvi ( solo amici, o solo sesso...ecc) poi appare un episodio che innesca la gelosia della sua ragazza e lì avviene l'allontanamento e infine, ( "dopo che le acque si sono calmate") lei rincontatta la sua ragazza. Questo schema si ripete continuamente ed entrambi con il vostro comportamento lo alimentate. Si sente dalle sue parole che percepisce una continua instabilità nella vostra relazione dove la gelosia è solo la punta dell'iceberg. Non è possibile, con così pochi elementi fare una diagnosi alla sua ragazza ma la sensazione è di una fragilità relazionale e comunicativa che a circolo emerge con episodi di aggressività verbale ma anche corporea ( quando x la gelosia le impone un rapporto sessuale). La sua ragazza sembra voler avere il potere di decidere sulla sua vita ( chi frequentare, quando vedersi e che tipo di relazione avere) questo desiderio di controllo riverla un'area di insicurezza personale e sarebbe utile approfondire la sua storia. Ma ciò che è utile chiedersi è se proprio alcune di queste caratteristiche della sua ragazza non siano proprio quelle che l'attraggono di lei? Io non potrei mai dirle di stare insieme o lasciare la sua ragazza ma posso cosigliarle, se desidera costruire un rapporto funzionale e sano con la sua ragazza di intraprendere un percorso di coppia sistemico relazionale che lavori proprio sulla comunicazione tra voi, sulla vostra storia e sul quid pro quo di coppia ( su ciò che via ha unito e ciò che ora vi fa confliggere). Può contattarmi anche via mail. Cordiali saluti

Nadia Calderaro Psicologo a Tombolo

17 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Paolo, volti pagina. Questa persona agisce comportamenti che sembrano la conseguenza di un disturbo importante.
La lasci andare e si dia la possibilità di vivere serenamente senza pressioni. Un saluto. Luisa

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

343 Risposte

400 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Paolo, questo è un comportamento ovviamente da persona con disturbi importanti. Potrei anche sbilanciarmi dicendo che non è innamorata, perché l'amore non è possessività e ipercontrollo, ma vista la presenza di patologia nella ragazza, lei non è capace di amare in maniera sana. Le consigli di rivolgersi ad uno psicologo e per la vostra relazione non potrà esserci una relazione sana basata sull'amore finché la ragazza non avrà imparato nuove modalità relazionali. Dott.ssa Masserdotti Giulia

Dott.ssa Giulia Masserdotti Psicologo a Civitavecchia

169 Risposte

130 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte