Doc Omosessuale, ansia o omosessuale

Inviata da Paco il 2 lug 2018 Ansia

Salve Ho 30 anni, e sto passando un momento di difficoltà che ormai non mi fa più vivere. Dall’eta Di 19 anni ho sofferto di attacchi di panico, e nel corso degli anni ho vissuti vari momenti in cui ho avuto ossessioni come la paura di essere pazzo o impazzire (in cui mi sentivo tale), di essere malato (con somatizzazioni), di poter far del male alle persone. Soffro di ansia generalizzata ormai da anni, ma ora da un po’ di settimane si è insinuata in testa l’idea e la paura di essere omosessuale. Premetto che ho sempre avuto rapporti con donne, sessualmente soddisfacenti, ho sempre fantasticato sull’altro sesso, immaginandomi nella mia vita con donne. Non ho mai provato nessun tipo di attrazione ne sentimentale ne fisica per uomini, e l’unica esperienza omo l’ho avuta con un mio amico all’età di 15 anni (mai rapoorti completi, era più una masturbazione perché spesso guardavamo porno etero assieme e provammo). Nel corsi degli anni, mi è capitato di esplorare tematiche bisex e omo nei porno(raramente), intendendo il sesso come piacere, ma mai pensando di poterlo trasferire alla vita reale. Il punto è che ora sto male, passo le mie giornate a pensare di essere omosessuale, e mi testo di continuo guardando uomini pensando cosa provo e questo mi mette un panico enorme. Sento questi pensieri non miei, io sono felice solo quando in quei pochi momenti riesco a sfuggire dall’ansia e realizzo che solo con una donna io provo attrazione fisica e sentimenale e che nella mia vita voglio quello. Mi viene naturale pensarla cosi, ed è uno strazio ormai vedere ogni figura maschile provocarmi paura (non provando lo stesso attrazione). Ho di recente perso una persona che è stata importante nella mia vita, e non lavoro ormai da un mese. Ormai passo intere giornate nel panico, si presentano in testa idee che non voglio sulle quali poi co rimugino e mi do risposte che non sento mie in quanto non mi fanno sentire me stesso. Non ho nessun tipo di problema con l’omosessualità, ma semplicemente io non mi sento me stesso se mi immagino così ed è una sensazione che ormai non riesco più a gestire. Ora negli ultimo giorni la mia paura più grande è che quando guardo donne (che fino a pochi giorni fa trovavo sempre attraenti) non riesco più a sentire certe sensazioni, mentre se guardo uomini più che provare attrazione, mi scatta la paura di poterla provare. Ho una relazione con un a persona da 4 mesi, tengo a lei tantissimo, e quando sono con lei nonostante le ansie, sessualmente sono molto preso. Non riesco più a scacciare questi pensieri, mi entrano in testa senza che io li voglia, e mi stanno annientando. Io mi sento felice e vedo me stesso solo quando mi immagino con una donna, ma non riesco a scacciare questa ansia perenne. Grazie in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Giovanni arriva forte e chiara l'angoscia per ciò che sta vivendo...da ciò che dice l'ansia è sempre stata una caratteristica che ha accompagnato la sua vita e adesso sembra essere intrappolato in delle ruminazioni ossessive che non le danno tregua. Il mio consiglio è di intervenire con una psicoterapia per lavorare sul suo disagio e le sue paure.
In bocca al lupo per la sua vita, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

224 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Direi proprio che il suo problema sia un disturbo di personalita' ossessiva. Le ansie sono solo la conseguenza. Le occorre una buona psicoterapia accompagnata eventualmente da trattamento farmacologico. Ma ne puo' uscire, tranquillo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissimo, credo che i suoi pensieri nascano per associazione e che lei può e dunque, deve provare a sganciarsene, perché le creano solo sofferenza. La sua ansia generalizzata come i suoi attacchi di panico, immagino siano anche essi dovuti a pensieri intrusivi. Da solo non può farcela, le consiglio un terapeuta di specializzazione cognitivo-comportamentale che le dia una mano nell'elaborazione dei suoi pensieri ansiogeni.
Saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

391 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giovanni,
i suoi pensieri sembra stiano diventando sempre più insistenti e angosciosi, tali da crearle un forte malessere. E' importante che lei possa trovare uno spazio di ascolto e di elaborazione di quello che sta vivendo per trovare sollievo dalla forte ansia che la opprime. Una consultazione con uno psicoterapeuta potrà esserle di grande aiuto.
Se lo desidera rimango a disposizione.
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

993 Risposte

458 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 77400

Risposte