Dipendenze e bugie come uscirne?

Inviata da Federico · 3 dic 2014 Tossicodipendenza

Salve, mi chiamo Marco. Quest'anno ho dovuto ammettere a me stesso di essere schiavo della cocaina. La uso da parecchio tempo, ma in questi ultimi due anno ho sentito in particolar modo di aver perso il controllo su me stesso. Sto rischiando di perdere la mia ragazza, alla quale, ho raccontato un sacco di bugie per assumere la cocaina. Ho da poco intrapreso una terapia al sert. Non mi faccio da 3 mesi. Ho promesso alla mia ragazza di diventare una persona sincera ma sono caduto ancora. Quando faccio una sciocchezza, anche piccola, la tentazione di mentire e' in me troppo forte e lei ovviamente non lo sopporta. Sembra che io comprenda la gravita' dei miei comportamenti solo quando sono messo alle strette. Prima e' come se non li cogliessi del tutto. Io vorrei essere migliore, voglio essere migliore. Voglio smetterla con la cocaina e per ora sto riuscendo. Voglio essere una persona sincera, ma capisco che la strada e' ancora lunga. Mi sento una brutta persona e temo di non meritare l'amore che ricevo, non dimostro di meritarlo. Allo stesso tempo sono convinto di poter essere migliore di cosi'. Ma poi rovino tutto, anche per delle cazzate. Sono veramente giu' e arrabbiato con me stesso. Non cerco alibi. Credo di essere anche un manipolatore e non vorrei pilotare la terapia in modo da far sembrare tutto rosa e fiori. Credo di dover approfondire con la mia terapeuta il tema della compulsivita' e della menzogna che credo non siano emerse completamente. Non vorrei che la cocaina sia la punta di un iceberg che non riesco del tutto a cogliere. Come posso fare per smettere di prendere in giro me stesso e gli altri?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 DIC 2014

Egregio signor Marco,
un capace terapeuta esperto in dipendenze patologico potrà aiutarla sia nella sintomatologia della dipendenza da cocaina sia pure nel modificare alcune caratteristiche personologiche maladattive. Da solo non vedo proprio vie d'uscita. Eventuali manipolazioni che lei potrà agire saranno previste soprattutto se il percorso terapeutico viene contrattualizzato come solitamente fanno io terapeuti cognitivo comportamentali
paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale in friuli venezia giulia

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1602 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2014

Caro Federico
come dici tu sei "un manipolatore e dici un sacco di bugie", però dalla tua lettera emerge molta sincerità! Stai davvero prendendo coscienza di quanto difficile e profondo sia il problema della dipendenza che stai vivendo e vuoi davvero venirne fuori.
Sappi che la strada è lunga.
La cosa principale, a mio parere, è per te riuscire a mantenere una forte motivazione a voler Essere Migliore.
Questa motivazione può essere sostenuta dal fatto che tu sai che questo non è il tuo vero Sè e che il tuo Vero Sè di fatto è molto diverso, molto meglio.
Ora però questa personalità ti ha costretto ad essere di lei succube e dimostra grande forza nel volerti mantenere a questo livello...
Tu dovrai avere ancora più determinazione di lei nel voler emergere nel tuo Essere Sano e mostrare come e cosa sei veramente.
Questa lotta ha bisogno di forti alleati..La tua Psicoterapeuta!!!
Impegnati a fondo con lei, tira fuori tutto!!! Parla e riparla... non stancarti.
Inoltre sviluppa molta pazienza, nel sapere che il percorso è lungo, accetta con umiltà di percorrerlo in piccoli successivi passi, cerca di essere contento di ogni minima acquisizione e se ricadi, poi riprendi sempre e sempre...
Vedilo come un percorso eroico come quelli narrati in tanti miti: un viaggio all'Inferno... però hai appena acquistato un biglietto di... Ritorno!
Auguri
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7640 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2014

Si sono sicuramente stanco e ameraggiato, ma non posso arrendermi. La terapia e' iniziata da un mese e mezzo. Prima parlavo solo con l'assistente sociale e mi sottoponevo al controllo urine. Ho comunque parlato con la terapeuta e le ho spiegato anche i miei timori di non andare veramente a fondo. Ho compreso che lei queste cose le ha gia' messe in conto e mi ha parlato per la prima volta del contratto terapeutico. Capisco che non devo illudermi che la strada sia cosi' facile. Ma voglio riusciere, per me stesso e per chi vive la sua vita assieme a me. Sperando che rimanga. Grazie per le risposte.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2014

Buongiorno Federico, mi occupo di dipendenze da molto tempo. Ciò che scrive fa comprendere che sia molto stanco e amareggiato e nel contempo fa comprendere quanto la sostanza abbia diretto completamente la sua vita. Ho capito che sta seguendo un percorso di terapia al Sert, mi domandavo se vi fosse oltre la psicoterapia anche la parte di analisi delle urine per mantenere l'astinenza. Tornando alla sostanza che domina e manipola ciò che è sempre evidente nelle Addiction è l'arresto, o l'assenza di tutte le altre funzioni o capacità del soggetto interessato che solitamente alterna momenti di ritiro nella fasi di astinenza nella quale è più facile cadere a momenti di maggiore atyivita.. Le funzioni necessitano di una ripresa e lo stesso mondo del soggetto deve essere allargato ovvero visto al di là della sostanza perché lei Federico esisteva prima del suo uso di cocaina. La sostanza ci dà l'illusione di cancellare un qualcosa, 'di pensarci lei', ma in realtà ci continua a mentire. Continui la sua terapia e non abbia paura di dire anche di aver il timore di non procedere in alcun verso o di dirigere lei stesso il tutto,sono certa che la sua terapeuta sarà in grado di gestirla. Un caro saluto. Dott.ssa Bragalini

Dott.ssa Damia Simona Bragalini Psicologo a Milano

36 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Tossicodipendenza

Vedere più psicologi specializzati in Tossicodipendenza

Altre domande su Tossicodipendenza

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20300

psicologi

domande 34000

domande

Risposte 116050

Risposte