Cosa fare se non riesco a lasciarlo ma questa storia mi rende triste?

Inviata da GCM · 25 mar 2014 Terapia di coppia

Gentile dottore,
Scrivo su questo forum perché non so che altro fare, purtroppo vivo all'estero in un paese in cui la lingua ufficiale non é l'italiano e non credo sarei in grado di andare da uno psicologo e parlare dei miei problemi in una lingua non mia ma da qualche mese non sorrido più, ho continuamente voglia di piangere e sto perdendo interesse anche nel mio lavoro, che fino ad oggi è sempre stato causa di gioia e orgoglio nella mia vita.
Comincio dall'inizio:
Per motivi di lavoro mi sposto a vivere all'estero, dopo tre anni in cui ho fatto di tutto per dimostrare il mio valore finalmente questo mi viene riconosciuto e ottengo un'offerta di lavoro straordinaria: il lavoro per cui ho studiato e sudato tanto da tutta una vita! (Premetto che questo è successo un anno fa e avevo 31 anni).
Più o meno nello stesso periodo conosco un ragazzo su un sito di incontri online ed è la favola: inizia il periodo più bello della mia vita. Lui per lavoro è spesso via ma anche se torna alle 3 di notte o sta in città per solo un giorno fa di tutto per vedermi, passiamo dei momenti molto intensi insieme e qualunque cosa accadesse bastava un sorriso o un abbraccio ed ero in grado di affrontare il mondo a testa alta.
Piano piano però le cose sono cambiate e a distanza di un anno da quei momenti mi ritrovo ad avere di fronte a me una persona che se si ricorda di mandarmi un msg quando è via per farmi sapere come sta è un miracolo e comunque sono quasi sempre io a chiedere, quasi mai lui a scrivere di sua iniziativa. Fino all'ultimo minuto non mi dice i suoi impegni quando sta qui, quindi spesso io mi tengo libera per poi sapere che invece ha altro da fare. Adesso non è più non posso stare un altro minuto senza vederti ma è se vuoi vieni qui. Ovviamente io ho cominciato ad arrabbiarmi e a dire che così le cose non potevano andare e facendo un riassunto delle varie discussioni lui nell'ordine mi ha detto:
- quando stiamo insieme non vorrei mai lasciarti andare ma quando non stiamo insieme non mi manchi
- non so se sono completamente innamorato di te o siamo solo amici speciali, per me c'é comunque qualcosa in più della semplice amicizia (amici? Ma se ci siamo conosciuti online..?) ma se vuoi vediamo come va con il tempo
- io sono fatto così, non puoi chiedermi di cambiare perché vuol dire che vuoi una persona diversa da quella che sono
- sei libera di fare ciò che vuoi, vedere altre persone o quello che credi sia meglio per te, non posso mica tenerti in una gabbia

Aggiungiamo che, a causa del suo lavoro e dal fatto che se gli chiedo di pianificare qualcosa insieme lui si sente soffocare, non abbiamo mai fatto una vacanza o passato dei giorni insieme.

Negli ultimi 3-4 mesi è un'altalena di emozioni, alcuni giorni mi cerca, mi scrive che gli manco e che vuole vedermi, altri non sa nemmeno che esisto, io sono arrivata al punto di vedere se si è collegato con il cellulare e a che ora per capire se non mi ha scritto perché è impegnato o perché non mi sta pensando.
Settimana scorsa poi mi sono svegliata con un dubbio e sono andata a controllare una cosa online: lui è ancora attivo sul sito di incontri dove ci siamo conosciuti (io poco dopo ho cancellato il mio profilo) lo tiene aggiornato e vi accede regolarmente.

Gli ho chiesto perché è lui dice che ha fatto l'accesso per parlare con una amica che non sentiva da tempo (su un sito di incontri???) che non chatta con altre donne e che si é "scordato" di cambiare il suo profilo da "in cerca di amore con una donna 18-35" a qualcos'altro, e alla mia richiesta se mi avrebbe fatto vedere le conversazioni per provarmi che quello che dice è vero ha risposto di no perché sono cose private e non sarebbe corretto da parte mia voler controllare ma che mi devo fidare.

Ovviamente se nella mia situazione ci fosse una mia amica non esiterei a dirle di lasciare immediatamente un uomo così perché se ne sta solo approfittando ma io ogni volta che ci provo non riesco a farlo. Perdo ogni forza di volontà e ogni coraggio a parlare e mi faccio andare bene le briciole. Credo purtroppo (o per fortuna, non saprei!) di essermi veramente innamorata per la prima volta in vita mia. Ho avuto altre due storie lunghe (5 e 7 anni) prima di lui più varie storielle nel mezzo ma per la prima volta io se penso di stare senza di lui provo un dolore fisico, come se due mani grandi mi schiacciassero la cassa toracica e non mi permettessero di respirare. Sono sempre stata una persona solare, vitale, con voglia di fare mille cose nella vita ma ultimamente voglio solo dormire......

Non so cosa fare, sono veramente disperata, ma non so a chi chiedere aiuto. La mia famiglia vive in Italia e si preoccuperebbe troppo, gli amici mi dicono tutti la stessa cosa, ovvero di lasciarlo (che è la stessa che direi io a loro se le parti fossero invertite) ma non capiscono che non ci riesco e quindi evito il discorso a priori.

Spero che lei possa darmi qualche consiglio in più, perché io non so davvero dove sbattere la testa.

Grazie mille in anticipo,

Ps: non so se questo sia di qualche importanza ma io ho 32 anni e lui 29

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 MAR 2014

Buongiorno gentile Signorina,
dalla sua richiesta emerge un livello di allarme per il suo equilibrio psicofisico che porta a pensare quanto sia coinvolta nella relazione tanto da non vedere la sproporzione affettiva condivisa tra Lei e lui. Se lui non si è cancellato dal sito d'incontri mi sembra evidente che le sue aspettative sul rapporto non sono le stesse che ha lei. Il suo bisogno di ricevere risposte certe da altri denota una insicurezza dovuta al mancato ascolto di se stessa nel profondo, credo che Lei abbia già la risposta sul da farsi... Si ascolti e ascolti le sue priorità.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2825 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2014

Gentile GCM,

le persone non cambiano, questo e' vero. Se non vogliono cambiare pero'. E il suo ragazzo questo l'ha detto piu' volte. E, come dice il mio collega Dr Mori, ha anche svalutato piu' volte il vostro rapporto. Quindi, cosa puo' onestamente sperare di aver con lui un domani?

Un ulteriore consiglio: visto che si trova all'estero e non si sente di andare da uno psicolgoo li' anche per le difficolta' linguistiche, consideri che adesso molti colleghi offrono servizi online. Questo vuol dire che lei puo' fare dei colloqui con uno psicologo italiano, normalmente via skype, e quindi usare la sua linguamadre per esprimersi al meglio. Anche su guidapsicologi molti colleghi, come me, riportano se offrono questo tipo di servizio: provi a cercare.

Auguri
Dott.ssa Luisa Gatto

Dott.ssa Luisa Gatto - Genitori e Psicologia Psicologo a Nova Milanese

30 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2014

Carissima,
l'età non è il problema ma lo è il fatto che non riesci a viverti la fase dell'innamoramento perché il ragazzo non è sulla tua stessa 'lunghezza d'onda'. Comunque la risposta te la sei già data da sola immaginando cosa, specularmente , diresti ad una tua amica nelle stesse tue condizioni. Il fatto è che pensare richiede anche un sentire ed evidentemente da qui nasce il conflitto. Ti suggerirei di non far pesare la cosa a lui, perché , così facendo peggioreresti la situazione. Momentaneamente potresti far riposare la mente lasciando libero il cuore nel prendersi quel tanto che il ragazzo può dare, ma se vedi che la cosa si rende difficile , fatti aiutare da un Collega senza preoccuparti per la lingua. Ti assicuro che il linguaggio 'parlato' non è mai il mezzo di comunicazione privilegiato in psicoterapia e comunque , se credi , nel frattempo , puoi rimanere in contatto con me. Rimango a tua disposizione e per ora ti saluto.

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

643 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2014

Salve,
Sarebbe importante fare una riflessione a tutto tondo sulla sua vita, poiché un semplice consulto online, ne sono certa, avrebbe la stessa risonanza emotiva che hanno i consigli dei tuoi amici, poiché è ragionevole pensare che chiunque le direbbe di lasciar perdere una relazione non nutriente come questa.
Ma il punto, credo, non è tanto la relazione, quanto il bisogno che colma dentro di lei e le lacune personali da cui origina il mantenere uno status quo che altro non fa se non svalutare la sua persona.
Amare una persona che non la ama è un po' come aspettare un treno in aeroporto: esatto, il punto sta nell aspettativa.
Che cosa si aspetta a lungo termine da questa relazione? Si immagina con lui tra 10 anni? Se si, come sarebbe la vostra coppia?
Il dolore al torace piano piano passerà, e allora cosa manterrà vivo in lei il bisogno di questa relazione?
Sarebbe importante che lei potesse accedere ad un servizio di psicoterapia in italiano che sono certa esiste anche nel paese in ciò si trova, altrimenti ci sono colleghi che come me svolgono la professione anche attraverso video chiamate.
Può accedere al mio profilo per il mio contatto, mi rendo disponibile per ulteriori specifiche.
In bocca al lupo.

Dott.ssa Sabina Marianelli Psicologo a Roma

122 Risposte

63 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2014

Gentile Dr. Mori,
innanzitutto la ringrazio per la sua risposta.
Il problema e` proprio questo, io so perfettamente che in teoria dovrei lasciar perdere una storia senza futuro e concentrarmi su di me, ma e` quando si tratta di mettere in pratica che non riesco. C'e` qualcosa in lui che nonostante io sia una persona forte e indipendente mi fa crollare al primo sorriso.

Mi chiedo se esista un qualcosa da fare che in questo momento potrebbe sembrare assurdo ma che con il tempo si potrebbe rivelare la cosa giusta.

Io le ho pensate tutte:
Chiedo ad un amico di cancellare tutti i contatti messaggi e foto dal mio cellulare? Ma se poi e` lui a scrivermi?
Potrei provare ad uscire con altri uomini ma oltre a non averne una gran voglia mi ritrovo spesso a fare paragoni e a enfatizzare tutte le qualita positive che in lui mi hanno fatta innamorare, non credo sia una buona idea....
Mi lascio trasportare fino in fondo da questa situazione arrivando a calpestare la mia autostima sperando di riuscire a reagire prima o poi, quando piu` in basso di cosi` non si puo` andare?
Mi faccio trattare male da lui fino al punto di provare disgusto?

A pensarle (e a scriverle ancora di piu`) sembrano tutte idee malsane ma non so cos'altro fare, e se una di queste dovesse essere la soluzione migliore sarei pronta a tutto pur di andare oltre questa storia......

Grazie mille per la sua gentilezza,
GCM.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2014

Gentile dott. Mori,
prima di tutto grazie per la sua risposta.
E` proprio questo il problema, io so cosa dovrei fare in teoria, ovvero lasciar perdere e concentrarmi piu` su me stessa che su una storia senza futuro, ma quando si tratta di mettere in pratica non ci riesco. C'e` un qualcosa in lui che nonostante io sia una persona forte e indipendente mi fa crollare inesorabilmente al primo sorriso.
Quello che vorrei tanto capire e` se c'e` un modo per riuscire a sbloccare questa situazione, tipo una terapia d'urto o qualcosa da fare che ora sembra irrazionale ma che poi con il tempo si rivelera` la cosa giusta.
Chiedo a qualche amico di cancellare ogni contatto dal mio telefono? E se poi mi riscrive lui?
Posso provare ad uscire con altri uomini ma oltre a non averne una gran voglia quasi sempre di fronte ad altre persone mi ritrovo a fare confronti e a elencare tutti i motivi per cui sono cosi` innamorata, non credo sia di grande aiuto.
Continuo cosi` fino al momento in cui la mia autostima arriva a livelli talmente bassi che non c'e` altra scelta che risalire?
Mi faccio trattare sempre piu` male fino ad arrivare al disgusto per questa persona?

Onestamente le ho pensate tutte ma nessuna di queste opzioni mi sembra sensata! C'e` una regola generale da seguire in queste situazioni??

Grazie mille per la sua gentilezza,
GCM.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 MAR 2014

Gentile ragazza,
Spesso le scelte umane si snodano su livelli ambigui, qualsiasi strada imbocchiamo, soffriamo. Le persone non cambiano solo perché noi lo vogliamo ed il suo compagno a più riprese ha svalutato il vostro rapporto, dando poche chance di progettualità.
La palla dunque torna a lei.
Che ha intenzione di fare?

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16900

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85900

Risposte