Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come posso aiutare mia mamma?

Inviata da Elena · 30 giu 2016 Violenza di genere

Salve, mi chiamo Elena.
Ho tre sorelle e un fratello che amo, ma nonostante ciò vivo una situazione familiare tremenda, tutto a causa di mio padre.
È una persona violenta, non ragionevole, si comporta come se fosse un dittatore e sono quasi sicura che abbia qualche serio problema mentale.
Spesso picchia me, le mie sorelle e mio fratello per cose futili e noi non ci siamo mai ribellati perché sarebbe inutile, tanto il dolore fisico sparisce prima o poi.
Ciò che invece non riesco ad accettare è che picchi mia madre, perché è lei la vittima maggiore di questo mostro.
Viene trattata letteralmente come una schiava e, oltre al male fisico, deve subire quotidianamente una serie di insulti orribili.
Ogni volta che mio padre la picchia io e mia sorella maggiore interveniamo e lo fermiamo, però la situazione rimane comunque estenuante perché lui si mette a rompere porte e finestre, a urlare tutta la notte e soprattutto minaccia di morte mia madre (cosa che sarebbe capacissimo di fare, dato che una volta ci ha anche provato, senza riuscirci perché l'ho fermato).
Io sono più che esausta della mia vita, spesso desidero di morire, senza però avere intenzione di farlo per il dolore che recherei a mia mamma.
Non ho alcun rapporto sociale con i miei coetanei e non ho la possibilità di crescere adeguatamente dato che sono sempre a casa a badare ai miei fratellini (sono un po' la mamma della casa) oppure a impedire qualche lite.
Dalla nascita soffro di tachicardia e ogni volta che succede qualcosa di brutto il mio cuore ne risente, smetto di respirare per un po'.
Mia sorella (18 anni) ha crisi di panico/ansia (non so bene cosa siano), però spesso scoppia a piangere e le riesce difficile respirare.
Nonostante tutte queste brutte cose, la vittima principale e sulla quale voglio concentrarmi è mia mamma.
Sopporta cose immaginabili e mi sembra che stia arrivando a un punto di non ritorno.
Non posso neanche denunciare mio padre, perché il tempo che la polizia ci metterebbe ad arrestarlo, lo userebbe per ammazzare mia mamma.
Quando lui è al lavoro la famiglia è felice, staremmo benissimo tra di noi se non ci fosse mio padre.
Ho bisogno di un consiglio, di un aiuto, non per me o per le mie sorelle, siamo giovani e abbiamo un'intera vita per uscirne, ma per mia mamma che non ce la fa più.
Non voglio perderla.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 LUG 2016

Cara Elena,
ciò che racconta è davvero tremendo e capisco la sua grande preoccupazione per sua madre, per sé e per i suoi cari. Capisco anche i timori per intraprendere determinate scelte però davvero nessuno di voi può andare avanti così è davvero distruttivo. In ogni città sappia che esistono dei centri antiviolenza in cui è possibile avere tutto il supporto e il sostegno necessario potete rivolgervi anche al servizio sociale (assistente sociale) della vostra città o territorio che vi metterà in contatto con i servizi del caso.

Rimango a disposizione

Cordialmente
dott.ssa Mara Di Paolo

Dott.ssa Mara Di Paolo Psicologo a Trento

89 Risposte

210 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 LUG 2016

Ciao Elena,
"come posso aiutare mia mamma?" non è la domanda che ti aiuterà a trovare la soluzione al tuo personale malessere, anzi. Non si può trovare una soluzione allo stesso livello del problema. La domanda giusta è: "Come posso fare per migliorare la mia condizione di vita?".

Veronica Santoro
--
Dott.sa Veronica SANTORO
Psicologa e Operatrice di Guarigione Riconnettiva

Psicologa Dott.ssa Veronica Santoro Psicologo a Pedesina

8 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 LUG 2016

Gentile Elena,
dispiace molto leggere ancora storie come la sua al giorno d'oggi in cui è cresciuta molto la cultura contro la violenza sulle donne.
Se suo padre è mentalmente disturbato e adotta comportamenti violenti va curato o comunque fermato e non serve a niente subire in silenzio come immagino per anni avrà fatto sua madre pensando di evitare problemi peggiori perchè, ripeto, il problema peggiore è subire in silenzio.
Lei che fa in casa un pò le veci di sua madre, quando capitano le situazioni spiacevoli descritte, nell'intervenire per fermare suo padre, provi a farlo ragionare chiedendogli di controllare la sua rabbia e aggressività e farsi aiutare per questa sua difficoltà.
Se non ottiene nulla non esiti a rivolgersi a un Centro Anti-violenza della sua città oppure, estrema ratio, all'Autorità Giudiziaria.
Mi dispiace dire che lei si preoccupa molto di tutelare sua madre (e questo è ammirevole) ma forse sua madre fin dall'inizio non si è mai preoccupata di tutelare i suoi figli ( e se stessa ) dagli atteggiamenti aggressivi dell'uomo con cui ha scelto di vivere.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6875 Risposte

19176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Violenza di genere

Vedere più psicologi specializzati in Violenza di genere

Altre domande su Violenza di genere

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte