Come gestire i pensieri fissi sul terapeuta?

Inviata da Alessia · 20 apr 2020 Psicoterapia

Salve! dall'ultima seduta che si è tenuta un mese e mezzo fa penso sempre alla mia psicoterapeuta in modo ossessivo. Non è la prima volta che mi succede con persone che ricoprono un certo tipo di ruolo e con cui ho avuto un certo tipo di rapporto. Mi è capitato spesso con dei professori a cui mi sono particolarmente legata come per esempio la mia relatrice della triennale e il mio relatore della magistrale. Generalmente il pensiero fisso su di loro andava via via scemando fino a risolversi del tutto, anche se chiaramente il momento del distacco in questi rapporti non è mai stato semplice. Il pensiero fisso continuava per mesi di solito. Io sono una persona molto sensibile, che vede sempre ciò che c'è di più profondo negli altri, molto empatica, forse troppo. Il punto è che ci sono persone che mi affascinano veramente molto, tanto da "idealizzarle" e non riuscire a tollerare che il rapporto con loro un giorno debba finire, come il rapporto tra insegnante e studente, tra psicologo e paziente. Con la mia psicoterapeuta si era ormai concluso il percorso anche se apertamente non ce lo siamo dette (con il Covid abbiamo interrotto le sedute), ma diciamo che dopo due anni siamo riuscite a risolvere tutto quello che mi creava più problemi e ora sono felice del lavoro fatto con lei, ho "interiorizzato" la sua figura e metto in pratica quello che abbiamo fatto in terapia, anche se secondo me non si finisce mai di lavorare su sé stessi e i momenti critici ci sono sempre. E' stato un percorso bellissimo, una delle esperienze più belle della mia vita forse. L'EMDR mi ha dato tanto, ci sono state delle sedute che per me sono state veramente la chiave di svolta, ho provato emozioni veramente forti che non potrò mai dimenticare. E non posso dimenticare il rapporto speciale che c'è stato con la terapeuta, il coraggio di affrontare le cose che è sempre riuscita a trasmettermi. Io ho bisogno di persone come lei nella mia vita, perché mi danno molta carica e non riesco quindi a tollerare che un rapporto del genere debba finire. E' come se dicessi a una mia cara amica "da domani non ci vediamo né sentiamo più". In questo periodo in cui lavoro poche ore la penso sempre, come se sentissi sempre la sua figura accompagnarmi nelle giornate. E' triste pensare che forse le uniche volte in cui ci sentiremo sarà per scambiarci gli auguri di natale e pasqua, come è giusto che sia del resto: se un paziente ha raggiunto i suoi obiettivi che bisogno avrebbe di contattare il terapeuta? Si, forse voi la pensate così. Però: a me piacerebbe che lei fosse partecipe dei miei momenti belli della vita, vorrei tenerla aggiornata su quello che faccio anche se immagino non si possa fare finito il percorso terapeutico. E' come se volessi fare ancora sedute con lei solo per vederla e passare del tempo con lei.
Potreste darmi dei consigli concreti a livello cognitivo per fronteggiare questi pensieri un po' ossessivi? Ci sono delle strategie? Oppure devo semplicemente accettare queste mie emozioni e basta? Io con lei non me la sento proprio di parlarne perchè ho paura di rovinare il rapporto creato in terapia o i traguardi raggiunti. Non voglio nemmeno tornare da lei per questo, dal momento che nell'ultimo periodo di solito più andavo da lei e più mi affezionavo.
Ci tenevo a sottolineare che comunque lei è sempre stata professionale e abbiamo sempre mantenuto le dovute distanze psicologo-paziente. Nonostante il mio grandissimo affetto non mi sono mai permessa di scriverle quando non era opportuno. Solo una o due volte quando la abbracciavo a fine seduta le ho detto che le volevo bene.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 APR 2020

Cara Alessia, come tu avrai imparato in questi anni di terapia quello che ci diciamo nella nostra testa è molto importante nel determinare quello che proviamo. Prima di etichettare i tuoi pensieri come "ossessivi" bisognerebbe capire bene che natura hanno e parlarne più approfonditamente. Capisci bene che un conto è dirsi "sono ossessionata dalla mia psicoterapeuta" è ben diverso in termini emotivi dal dirsi "mi manca la mia psicoterapeuta e il rapporto che avevo con lei". Quest'ultimo pensiero è del tutto fisiologico in quanto con lei ti sei aperta completamente e le hai dato fiducia.
Probabilmente (anche se non conosco la tua storia) hai difficoltà ad affrontare il distacco da figure significative per te.
Da una parte ti suggerisco comunque di parlarne apertamente con la tua psicoterapeuta, non rovinerai nulla, anzi! Il suo ruolo e la sua formazione le permettono di avere gli strumenti per gestire questa cosa e per aiutarti. Probabilmente anche la fine non dichiarata esplicitamente della vostra terapia non ti ha aiutato a vivere bene questa separazione, motivo in più per riprendere qualche colloquio proprio centrato su questo tema.
Dal punto di vista cognitivo ti suggerisco invece di tenere traccia dei pensieri che ti vengono e che ti recano disagio in modo da poterne capire la natura.
Un caro saluto

Dottoressa Federica Ferrari Psicologo a Giussano

3 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicoterapia

Vedere più psicologi specializzati in Psicoterapia

Altre domande su Psicoterapia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte