Come capire se è un manipolatore?

Inviata da anna il 8 dic 2014 3 Risposte  · Terapia di coppia

Salve a tutti! Sono una ragazza di 24 anni, mi sono appena lasciata con un ragazzo con cui sono stata 8 mesi. Ci conoscevamo già ma abbiamo approfondito la conoscenza su fb quando io mi ci sfogavo mentre mi stavo lasciando col mio ex ragazzo con il quale sono stata 4 anni e mezzo. il ragazzo in questione..è un ragazzo con delle problematiche famigliari abbastanza marcate (i suoi si sono lasciati non legalmente..hanno avuto problemi economici..ha seguito la madre (durante l'adolescenza)che ha cambiato un sacco di case dopo la "separazione"..ha lasciato la scuola ed iniziato a lavorare presto). Diciamo che i problemi con lui sono iniziati da subito. La prima lite c'è stata per una sciocchezza, in pratica nel salutarci per messaggio, dopo esserci visti mezzora prima, ho risposto "buonanotte" senza aggiungere amore o cose del genere, e alla sua affermazione in cui mi diceva di essere fredda..ho risposto che era esagerato e lui se l'è presa tantissimo. da li ho iniziato a chiedere scusa e non ho finito più! all'inizio della relazione per chat mi ha chiesto se il mio ex ragazzo fosse stato il "primo", e nel rispondere sono stata molto vaga, poi una sera mi ha confidato che dopo la ex ha avuto un'altra, ma io non me la sono sentita di dirgli che prima del mio ex ho avuto un altro (il mio ex aveva fatto insinuazioni poco carine ed ho avuto paura)..mi ha fatto la stessa domanda poco dopo ed ho confessato, ma lui si è arrabbiato tantissimo perchè non mi sono confidata nel momento in cui l'ha fatto lui. Mi aveva detto che conosceva l'ex ragazzo della sua ex e che c'erano una serie di coincidenze che non sopportava..e sapevo che avrebbe pensato le stesse cose del mio primo ragazzo col quale ho perso la verginità ed infatti è accaduto tutto ciò (perchè infatti facevano la stessa scuola)! Altri problemi ci sono stati perchè all'inizio non gli dicevo di fermarsi sulla strada di casa mia quando rientrava dal lavoro, lavora fuori e torna a casa il week end (premetto che lui non è venuto mai a casa mia perchè i miei non approvavano molto la nostra relazione in quanto vedevano cambiamenti del mio stile di vita..facevamo molto tardi ed infine si erano affezionati al mio ex ragazzo e per il momento avrebbero preferito starne fuori), ho cercato di rimediare al tutto chiedendogli di fermarsi, gli ho fatto una sorpresa al lavoro (che ha molto apprezzato)..ma poi mi ha detto che se facevo queste cose era perchè provenivano da lui perchè me le aveva chieste e non da me. Il fatto è che io studio, e magari ci saremmo visti 2 ore dopo e avrei voluto finire lo studio per poi prepararmi e andare da lui. Ci sono stati problemi anche al letto..all'inizio causa ansia da prestazione aveva difficoltà ed io rimanevo come paralizzata (eppure queste cose mi erano successe)..ed io col mio ex avevo dei problemi al letto (non raggiungevo quasi mai l'orgasmo) siamo riusciti a risolverli..e mi ha fatto vedere che comunque ero "normale". Lui mi faceva un sacco di telefonate al giorno, e la sera stavamo ore al telefono, aveva molta voglia di stare con me. Altri problemi ci sono stati quando mi hanno bocciato all'esame i miei hanno ovviamente dato tutta la colpa a lui..un giorno mi ha chiesto di vederci 2 minuti ma mi sono opposta dicendo che non volevo rotture dai miei..musi lunghi ecc..ma soprattutto non avrei voluto che, se mi avessero bocciato di nuovo, avessero dato la colpa a lui.. si è arrabbiato tantissimo..ci abbiamo litigato..alla fine mi sono ritrovata a stare zitta nella discussioni e a dargli ragione (lui diceva che 2 min non mi avrebbero compromesso l'esame, ma non ha mai capito che in casa con il clima teso poi dovevo starci io). Ha iniziato a farmi domande assurde sul mio ex (che conosce)..tipo: chi dei due aveva il pene più grosso..o i posti strani in cui l ho fatto col mio ex (all'inizio mentivo dicendo che non c'erano posti strani, perchè sapevo che si sarebbe stranito..poi ho confidato un posto e ha iniziato a dirmi.."pensavo che tu fossi una brava ragazza..che non avevi molte esperienze ecc")..è sempre stato geloso..se indossavo qualche oggetto mi chiedeva se magari me lo aveva regalato l'ex..(non ho mai indossato oggetti regalati dal mio ex difronte a lui)..siamo andati al mare e stavamo decidendo di andare a Rimini..ero andata x 4 anni a rimini col mio ex..ma mi sono trovata ad essere indecisa se dirglielo o no..alla fine ho confessato..con molta paura..ed anche li si è alterato (perchè per lui era la prima vacanza ecc) alla fine siamo andati a Cattolica.. altri episodi di liti: Avevo anello fedina ed orecchini d'oro del mio ex..e parlando gli ho detto che volevo venderli..lui mi ha chiesto se avevo altro e gli ho risposto di no..(credevo altro da vendere)..al mare è uscito fuori che avevo anche bigiotteria e ci siamo rovinati anche la vacanza per questo..a seguito di queste cose ha iniziato a massacrarmi..sensi di colpa..insulti..mi denigrava difronte alla gente (dicendo che non mi merito regali, o che bestemmia perchè sta con una come me, o quando ci hanno fatto una foto ha detto"sembra che ci vogliamo bene")..ha iniziato ad andare in giro e a fare apprezzamenti su tutte..siamo andate a cena e guardava costantemente il fondoschiena e le tette della sua amica..in modo insistente..dimenticandosi completamente di me e facendomi ingelosire (alla fine ho messo il muso e l'unica cosa che avrei voluto era di andare a casa)ma ho dovuto chiedergli scusa perchè mi ha detto che gli sarei dovuto stare vicino..dal canto suo..diciamo che anche lui non è stato perfetto..mi diceva costantemente della ex(con cui si è lasciato da un anno)e la quale mantiene contatti con quelli di casa sua.. dopo un po gli ho detto che non volevo sapere nulla della ex..e che se i suoi ci si sentivano comunque non volevo saperlo e la trovavo una cosa strana..sua cognata mi ha chiamata 2 volte con il nome della ex e lui non ha detto nulla se non la seconda volta in cui l ha guardata storta...una volta siamo andati al battesimo del nipote e la cognata ha iniziato a raccontare che la ex si era sentita male ed aveva rotto i denti davanti..io non conoscevo nessuno e sono stata 10 15 min immobile e zitta a tavolino..quando ho saputo il motivo..mi è dispiaciuto..e glie l ho fatto notare..ma la cosa è stata sminuita..a seguito della notizia lui ha contattato l'ex per sapere come stava..e a me l ha detto dopo una settimana.. alla fine ho dovuto chiedere scusa perchè ero stata gelosa. In questi mesi comunque mi ha fatto notare difetti fisici che non avevo mai notato e sono arrivata ad odiare le foto..non volevo farmele fare..io che le ho sempre amate..ma quando me le faceva mi sentivo in imbarazzo tesa..le guardavo e mi vedevo orrenda.. ho fatto esperienze anche a livello sessuale che non avevo mai fatto (perchè lui mi diceva che le faceva prima ed io non volevo che avesse pensato che io gli davo meno della ex)..mi ha portato a conoscere i parenti anche se non mi andava perchè a casa mia lui non conosceva nessuno e poi io mi ero lasciata da poco..e conoscere nuovi parenti mi metteva a disagio,ma abbiamo litigato anche per questo. in 8 mesi non abbiamo fatto molto..apparte il sesso.. lui pretendeva che io fossi stata ad aspettarlo nel garage..(ma mi annoiavo..)..andavamo dai suoi parenti..ha avuto da ridire sul fatto che ho venduto anello fedina ed orecchini ed ho fatto una permuta prendendoci una collana..(non ci vedevo nulla di male..volevo farmi un oggetto che fosse solo mio ed in contanti non mi davano nulla) ma ha detto che se ci avessimo mangiato una pizza io e lui con quei soldi sarebbe stato meglio..perchè quella collana era come se me l'avesse regalata l'ex. abbiamo litigato sempre..fino all'una di notte..solo che per non farmi sentire dai miei gli scrivevo..sono una persona riservata..e il fatto che i miei non hanno mai approvato questa situazione mi ha portato ad esserlo ancora di più e a nascondere problemi con lui..cercando di parlarne per messaggio. alla fine mi diceva che aveva perso la voglia di fare tutto con me..non mi diceva più che mi amava perchè io non me lo meritavo..che mi meritavo uno che non mi considerava..che io non so amare e che lui ama diversamente.. un giorno dopo aver fatto l'amore gli ho detto che lo amavo dopo che erano forse 2 mesi che non glielo dicevo..ma abbiamo litigato anche per questo..perchè mi disse che non gli ho dato tempo di farglielo dire di nuovo..diciamo che in otto mesi abbiamo solo litigato e non facevo altro che chiedergli scusa..lui si arrabbia per tutto..una volta si è arrabbiato perchè l' ho chiamato più tardi di come aveva stabilito. un'altra lite c'è stata perchè una sera se n'era andato a comprare il gelato per lui e la receptionist dell'albergo in cui alloggiava..dopo un ora e mezzo dalla prima chiamata durata un minuto..mi sono fatta sentire con un messaggio chiedendogli cosa stesse facendo..mi ha detto che stavano parlando di lavoro con questa ragazza e come battuta ho detto: non è constatabile!..mi ha mandato una registrazione di ciò che dicevano..che ho trovato un po offensiva..perchè comunque mi fidavo mi sarebbe bastata una telefonata di mezzo minuto..ma il fatto è che ci sentivamo per tutta la sera sempre..e quella sera mi iniziavo ad innervosire..alle undici e un quarto gli ho mandato un mess alquanto alterata dicendogli che sarei andata al letto (premetto che sarei dovuta andare ad una festa ma dopo che mi aveva detto molte volte che gli sarebbe dispiaciuto non sono andata perchè pensavo che mi sarebbe piaciuto molto di più parlare con lui)...se uscivo lui mi faceva sentire in colpa dicendomi che io stavo in giro e lui a lavorare.. se uscivamo con gli amici non c'era un gesto affettuoso..non mi sentivo fidanzata..e mi trovavo anche a dover subire i commenti su tutte quelle che passavano. la cosa che mi dava fastidio era che non mi aspettava..mi sono ritrovata più di una volta a rincorrerlo per non camminargli dietro..mentre se io scendevo dalla macchina lo aspettavo se dovevamo andare da qualche parte. Dopo aver discusso per ogni cosa per telefono per l'intera settimana..quando ci vedevamo io non riiniziavo un discorso..perchè avrei voluto starci insieme in pace e basta...ma sta cosa non gli andava giù. Ho cercato di cambiare le mie abitudini di studio..lasciandomi più tempo per lui..ma alla fine mi ha detto che era meglio se si metteva con una barrista che almeno staccava e stavano insieme.. mi sono fermata a dormire da lui spesso..e siamo stato molto insieme...lui ha fatto molti gesti carini..ma alla fine mi ha sempre criticata per tutto..non c'è stata più domenica che passavo a casa mia..e molte volte mi sono ritrovata a non sentirli per 2 giorni quelli di casa..talmente presa da lui..mi diceva che il fine settimana dovevamo stare insieme perchè con i miei ci stavo tutta la settimana..il che non è vero in quanto io vado all'università e loro fanno dei turni..quindi insieme tutti veramente non ci stiamo mai.. se litigavamo mi trovavo con le spalle al muro..e non sapevo cosa dire..una volta abbiamo litigato perchè mi ero dimenticata il casco per andare in moto e non avevo pensato a lui..me l ha rinfacciato per 2 giorni..mettendomi in una situazione di stress e ansia.. inoltre mi riempiva di insulti. una volta abbiamo litigato perchè ho fatto una battuta dicendo che il professore che avevamo incontrato era bello..ma visto che lui si prendeva queste libertà..perchè non potevo prenderle io? ha insinuato che sarei potuta andarci col professore..mentre io gli spiegavo che dire in quel modo equivaleva a dirlo di un attore..anche li ho dovuto chiedere scusa! ha iniziato a dirmi che lui è cambiato per colpa mia..che il rapporto si è rotto per colpa mia..che non sapeva se mi amava e che comunque non mi meritavo uno che amava come lui..che ero come la ex sua..e che c'erano gli stessi problemi.io sempre più triste, spenta, insicura...fino ad arrivare a 3 settimane fa..ci stavamo sentendo..e lui all'inizio della telefonata era molto dolce..ma si è conclusa in lite perchè come sempre avevo tralasciato il problema quando ci eravamo visti..il problema era che lui mi diceva che non mi meritavo il TI AMO suo..e dopo aver fatto l'amore gli ho chiesto se mi amava. io allora gli ho urlato per telefono dicendoci di lasciarci.. e lui si è alterato perchè dovevo confortarlo..mentre invece ero andata nel panico..poi sono partita..poi ci siamo visti per poco tempo..poi non ne abbiamo più parlato..alla fine quando è sceso da Milano per tornare a casa..ci siamo visti la mattina per fare colazione insieme..e pretedeva che avessi iniziato il discorso nel bar..(ah nel frattempo mi chiedeva se conoscevo la ragazza del bar e quanti anni aveva) poi abbiamo continuato a discutere per telefono...alla fine mi invita a cena a casa sua...vado nel garage in cui stava..e non inizio a parlare perchè mi sembrava che non mi dava udienza i quanto era indaffarato..poi siamo saliti a casa..e con il padre li presente..voleva che avessi iniziato a parlare...lo abbiamo fatto a bassa voce ma ero molto in imbarazzo..poi abbiamo mangiato e fatto l'amore..siamo andati al pub con gli amici..ed era come e mi tenesse le distanze..in macchina nel viaggio di ritorno mi ha preso la mano..poi siamo arrivati e mi fa..Vai a casa subito? Io gli dico di si...e mi risponde..allora ciao!! io offesa scendo..e avrebbe voluto anche che lo avessi chiamato e fermato..quindi mi lascia..è iniziata una settimana di "predi e lascia" per entrambi..fino a che domenca non lo lascio io..la notte stessa mi è entrato nel profilo fb di nascosto perchè pensava che avessi avuto un altro..ha letto una conversazione con uno con cui mi sono sfogata..su di lui..ed ha insinuato che gli avessi messo le corna..inoltre ha letto che a mia sorella confidavo il fatto che la mamma pensava che fosse un manipolatore affettivo...ha mandato messaggi a mia sorella dicendogli che sono un mostro e che durante il tira e molla non volevo sentirlo..(gli avevo chiesto una pausa)e che l ho fatto tanto soffrire..e ha scritto anche al tizio..(con cui ovviamente non c'è nulla).. insomma alla fine..altro tira e molla..ma ci siamo lasciati..io sono anche andata dallo psicologo per sapere se ero normale (perchè lui ha insinuato che non lo fossi) e se lui può essere un manipolatore..ho avuto la sensazione molte volte di dover fare cose per non litigarci..e che le cose che facevano non gli bastassero mai..ma voi cosa ne pensate? grazie

amici , amore

Miglior risposta

Gentile Lucrezia, comprendo profondamente il suo stato d'animo, i suoi dubbi, la sua paura e il suo sentirsi in colpa. La storia di ogni coppia è diversa l'una dall'altra, tuttavia in certi racconti possiamo ritrovare un filo comune che poi ognuno tesse a modo suo. Nelle sue parole ritrovo la storia di molte altre persone generose e attente all'altro, sempre pronte a mettersi in discussione e disponibili a "chiedere scusa", che hanno avuto una relazione con persone al contrario bisognose di sentirsi sempre "speciali", uniche e ricercate, persone che hanno sempre bisogno di prove e che non sono mai sicure di nulla e che quindi provocano in continuazione le persone che dicono ( e loro ci credono davvero!) di amare. Le consiglio vivamente di contattare un terapeuta affinchè, da questa storia, possa imparare qualcosa di lei e comprendere cosa le abbia fatto decidere di cominciare questa storia, in modo da prendere con consapevolezza la prossima decisione.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Carissima,
la sua storia è stata molto complicata e forse avrebbe dovuto chiedersi se avrebbe meritato qualcosa di più. Continui ad andare dallo psicologo al fine di porre termine dal punto di vista psicologico a questa storia.

Angelo Feggi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2018

Logo Dott. Angelo Feggi Dott. Angelo Feggi

474 Risposte

708 voti positivi

Cara Silvana,
la tua lunga e tortuosa storia mi fa pensare che la vostra storia è troppo complessa. In questo rapporto non è possibile essere liberi di esprimersi senza pensare alle possibili reazioni dell'altro. L'amore prima di tutto deve farti stare bene, farti sentire a tuo agio, accettata per quello che sei e che fai. Io non so se lui è un manipolatore, sicuramente ha bisogno di controllare la situazione in tutti i suoi dettagli ma se ci riesce è solo perchè c'è qualcuno che glielo permette. E' veramente questo quello di cui hai bisogno? Riprendi in mano la tua vita, lo psicologo ti aiuterà in questo percorso, saluti. Dr. Katjuscia Manganiello

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

10 DIC 2014

Anonimo

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Ho avuto a che fare con un narcisista/manipolatore?

2 Risposte, Ultima risposta il 09 Luglio 2018

Il mio fidanzato è un manipolatore?

2 Risposte, Ultima risposta il 12 Agosto 2019

Succube di un manipolatore, voglio uscirne

4 Risposte, Ultima risposta il 26 Settembre 2017

Sospetto manipolatore affettivo

3 Risposte, Ultima risposta il 01 Aprile 2019

Chi è il più sano di mente in questa storia assurda?

5 Risposte, Ultima risposta il 14 Ottobre 2017

C'é sempre qualcuno che vuole ricordarmi che non valgo niente...

1 Risposta, Ultima risposta il 05 Luglio 2018

Innamorata di un narcisista?

2 Risposte, Ultima risposta il 17 Aprile 2015

Mi sono innamorata di un narcisista?

3 Risposte, Ultima risposta il 07 Agosto 2015