Bimbo di 4 anni eccessivamente timido e pauroso

Inviata da Vale · 1 ago 2022 Psicologia infantile

Buona sera, sono la mamma di un bambino di quattro anni e mezzo. Ha un carattere particolare, per certi versi è dolce, intelligente, ha mille qualità.
Purtroppo però è anche molto timido e impaurito, o comunque eccessivamente prudente per essere un bambino.
Riporto qualche esempio per farmi capire; quando siamo in un parco giochi non sale sullo scivolo se c'è sopra qualche altro bambino/a, sia più grande che più piccolo di lui. Si spaventa.
Sull'altalena vuole essere spinto pianissimo.
Ha iniziato giusto ora a salire sulle giostrine dei bimbi, a patto che non si alzino verso l'alto. È terrorizzato. Così come è terrorizzato sugli scivoli d'acqua dedicati ai bimbi molto piccoli.
Insomma, non è esattamente un cuor di leone, e la cosa va accettata. Ma non so come comportarmi in queste occasioni, se incentivarlo a superare i suoi limiti o lasciare correre.
Non vorrei tenere dei comportamenti che vadano ulteriormente a ledere la sua autostima.
Il bimbo è anche molto timido con persone nuove, sia bambini che adulti, si trova invece molto a suo agio con persone che frequenta abitualmente.
Aggiungo che anche io da bambino e fino alla prima adolescenza presentavo queste caratteristiche caratteriali che poi sono andate a mitigarsi con l'età adulta.
Però ad oggi sono di ansia e per mio figlio vorrei fare il meglio fin da subito.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 AGO 2022

Buongiorno Vale, la sua preoccupazione rispetto ai comportamenti prudenti di suo figlio sono da ricondursi probabilmente in parte al paragone con la sua esperienza passata. Potrebbe iniziare ad interrogarsi su quali atteggiamenti dei suoi genitori, alla luce della sua maturità, secondo lei peggiorarono nel suo passato la sua timidezza e ritrosia, e quali atteggiamenti di apertura e curiosità invece la spinsero ad aprirsi maggiormente e sperimentare. Questo per non ripetere comportamenti inefficaci e promuovere quelli più soddisfacenti. Questa mia considerazione si basa su una analisi molto superficiale della sua situazione, che andrebbe approfondita per trovare le strategie adatte e particolari, ma in ogni caso questo pensiero potrà certamente aiutarla ad attuare un primo intervento genitoriale e verificare la risposta del bambino. Questi non deve essere paragonato a nessun altro fanciullo, e neppure a lei stessa da piccola ( crescendo, verificherà quanto suo figlio è diverso da lei), e il consiglio di pensare ai comportamenti genitoriali facilitanti è solo uno strumento per iniziare un percorso di maggiore consapevolezza. A disposizione, nella speranza di averle dato, seppur nei limiti di una chat, un primo prezioso input.
Alessandra Monticone
Psicologa dal vivo e online

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

351 Risposte

151 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 AGO 2022

Buongiorno Vale
Può succedere a volte di incontrare delle disarmonie nello sviluppo cioè di trovare aree in cui i bimbi sono più avanti e altre in cui sono più frenati. Non dobbiamo spaventarci per questo ma accogliere le loro particolarità e dare loro sicurezza. Non lo forzi quindi ma lo esponga alle situazioni senza forzature. Poi sicuramente un confronto più specifico con un professionista può essere d'aiuto.
Cordiali saluti
Serena Costa Psicologa dell'infanzia e blogger di Connettiti alla psicologia

Dott.ssa Serena Costa Psicologo a Giovo

51 Risposte

47 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 AGO 2022

Buongiorno Vale, le sue preoccupazioni sono l'espressione di quanto tiene a suo figlio e di quanto voglia il suo bene, ed è una cosa magnifica. In questa fase evolutiva l'aspetto dell'esplorazione del mondo da parte di suo figlio è legata alla sensazione di sicurezza che prova. Più si sentirà sicuro, più si sentirà libero di fare esperienze. Incoraggiare senza obbligare, accompagnare, con fiducia, stare vicini. È un periodo di transizione, e se l'esplorazione invece che soltanto paurosa diventa anche curiosità, piacere della scoperta, apertura e gioia, col tempo suo figlio sarà disponibile a esplorare in libertà e con apertura.

I miei migliori auguri.

Dott. Massimo Motta Psicologo a Mondovì

1 Risposta

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 AGO 2022

Cara mamma,
è normale volere il meglio per suo figlio ed essere preoccupata per comportamenti che non vede negli altri.
Come riportava anche lei era così fino all'adolescenza, poi cosa è cambiato?
Un evento esterno o interno?
La timidezza di suo figlio e il suo timore di fare i giochi interferiscono con le attività quotidiane, relazionarsi con i coetanei oppure tutto sommato pensa che sia un bambino felice?
Lei deve incoraggiarlo, evitare che possa avere più ansie ma se vede che ha paura il rischio è che si possa bloccare ulteriormente.
Resto disponibile se vorrà ulteriori informazioni o chiarimenti in merito.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1663 Risposte

480 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 AGO 2022

Buongiorno!!
È normale essere in apprensione per questi comportamenti, ma come ha detto anche lei
molto probabilmente si tratta di comportamenti transitori come è successo a lei.
Se in alcune situazioni non sa come comportarsi sarebbe opportuno prima di tutto fare un analisi degli antecedenti.. cioè cercare di capire cosa provoca le ansie o le paure del bambino.
In alternativa sarebbe utile un parent training, che per definizione è “ un intervento che ha lo scopo di coinvolgere i genitori nel processo educativo, attraverso l'insegnamento di abilità necessarie per contrastare situazioni familiari problematiche e l'acquisizione di un atteggiamento orientato al problem-solving.”
Stia serena in ogni caso, andrà bene!!
Resto a sua disposizione per ulteriori informazioni!
Amalia d’Alesio

Dott.ssa Amalia D'alesio Psicologo a Bari

5 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 AGO 2022

Buongiorno gentile utente prima di rispondere alla sua domanda dovremmo sapere se il bambino ha vita sociale ossia va alla scuola materna, informarci se com'è il suo rapporto con i compagni , con le maestre e come si relaziona con loro.
la timodezza a volte potrebbe essere scambiata per paura o viceversa, bisognerebbe osservare il comportamento di suo figlio.
Mi dispiace non poterle dare una risposta precisa ma con queste poche nozioni non possio rispondere altro.
se ha bisogno sono a sua disposizione anche online.
Le auguro una buona giornata
Dott.ss Daniela Petrillo

Dott.ssa Daniela Petrillo Psicologo a Mirabella Eclano

37 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 AGO 2022

Cara mamma Vale,
Il meglio che puo' fare fiin da subito e' smettere di essere preoccupata per suo figlio. Ogni bimbo e' diverso dall'altro e corre a velocita' differenti. Sara' anche particolarmente sensibile e attraversa la fase in cui l'altro diverso ci mette paura.
Solo la sua mamma in questa fase gli puo' trasmettere tranquillita' e sicurezza e non ha senso forzarlo, quando si sentira' piu' sicuro si spingera' un po' piu' avanti nella scoperta dell'altro da solo. Mi permetto anche di consigliarle di non paragonarlo agli altri bimbi che al momento le sembreranno tutti piu' dinamici e socievoli e nenache di paragonarlo al bambino che lei vorrebbe. Suo figlio ha delle proprie caratteristiche che vanno rispettate e non giudicate. Solo un profondo ascolto e accetazione delle qualita' di suo figlio lo porteranno a crescere e a sbocciare nell'uomo che sara'.
Auguri e vorrei poterle dire ci faccia sapere tra un paio di anni!

Dott'ssa Emanuela Tornabene

Dott.ssa Emanuela Tornabene Psicologo a Palermo

32 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 33950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20250

psicologi

domande 33950

domande

Risposte 115900

Risposte