Autolesinionismo in un bimbo di 4 anni?

Inviata da stamenova · 8 ott 2013 Psicologia infantile

Mio figlio di 4 anni spesso si picchia da solo ,si morde o si tira il capelli.io sono una mamma che non lavora e li dedica tutto il tempo,al asilo va solo mezza giornata,lo porto tutti i giorni al aperto,ecc.i padre lavora fino a tardi e lo vede poco.e il caso di portare il bambino dal psicologo?come mi devo comportare?e stato sempre aggressivo nei miei confronti, quando li nego qualcosa, mi ha sempre morso, ma da solo lo fa da poco..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 OTT 2013

Gentile signora, comprendo quanto il comportamento di suo figlio possa generarle ansia. A volte noi genitori restiamo inermi dinanzi a certe manifestazioni dei nostri figli. Molto probabilmente suo figlio di 4 anni è alle prese con la rabbia, una rabbia così forte che non sa come contenere e che deve trovare il modo di sfogare. Come avete reagito voi genitori alla sua rabbia fino ad ora? Credo che dovreste cercare di aiutarlo a contenere la sua rabbia, innanzitutto contenendola voi stessi. In che modo? Intervenendo subito in modo che non arrivi ad un livello eccessivo, parlando al bambino e provando ad ipotizzare cosa gli sta accadendo: sei arrabbiato perché mamma non vuole comprarti il gelato?
e spiegando: mamma non vuole comprarti il gelato perché fra poco si cena, che ne dici se il gelato lo prendiamo domani a merenda?
È importante che voi genitori non vi facciate sopraffare dalla sua rabbia, ma che siate i primi a saperla controllare.
Un altro strumento che reputo molto utile con i bambini sono i libri. Ce n'è uno che si chiama Che Rabbia! e mostra molto bene come sia possibile perdere il controllo della rabbia, ma che poi però la rabbia può diventare gestibile ed essere messa in una scatolina.
Se tutto questo non funziona, può rivolgersi ad uno psicoterapeuta che si occupi di età evolutiva della sua zona.
Cordiali saluti
Dr.ssa Alfonsina Pica

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 OTT 2013

Salve,
dalla sua breve descrizione sembra che il suo bambino abbia comportamenti autolesionisti, occorre comprendere cosa causa il disagio che sta cercando di comunicarle. Non è possibile fare una valutazione online. il bambino va osservato e visto, insieme con i genitori.
dr Di Blasio Carmela

Psicologa Psicoterapeuta Naturopata Di Blasio Carmela Psicologo a Pescara

78 Risposte

37 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 OTT 2013

Buongiorno gentile Signora,
il suo bambino sta cercando di lanciare una richiesta d'aiuto per un disagio profondo che sta vivendo. Lo sta facendo a modo suo e in modo drammatico. Le suggerisco di parlare con il pediatra che lo segue e valutare con lui la possibilità di farlo vedere da un neuropsichiatra infantile. Ma - non meno importante - ritengo che sopratutto Lei debba richiedere una visita psicologica per se stessa per verificare se il suo stato psicologico non sovrasti in modo eccessivo o incongruo l'accudimento di suo figlio. Spesso quando i genitori si mettono in discussione serenamente e seriamente, i bambini migliorano.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2013

Gentile utente,
sembra che la rabbia di suo figlio sia autodiretta. E' una cosa abbastanza frequente ma non da sottovalutare. E' certamente un segnale di disagio, ma dalle poche informazioni che ci ha fornito è molto difficile stabilirne la natura.
Ritengo opportuno che consulti uno psicologo. Non aspetti troppo.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2013

Gentile Signora,
nonostante la brevità del suo scritto, emerge come la situazione debba creare anche dentro di lei come madre una forte sofferenza. Sembra che il suo bambino abbia diversi comportamenti aggressivi, sia verso di lei sia ora verso se stesso: dato che uno stesso comportamento può avere diverse motivazioni e origini, le consiglio di consultare uno psicologo che si occupi di bambini e di sostegno ai genitori per valutare nel caso specifico la situazione e poter aiutare sia lei che il piccolo a trovare una migliore sintonia comunicativa e un modo più funzionale di manifestare la rabbia. Se lo desidera rimango a sua disposizione.
Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

471 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2013

cara signora sembra che ci sia dell'aggressività nel rapporto tra di voi e che il bambino esterna inizialmente fuori di sè e ora anche sulla propria persona. Io rifletterei sulla sua capacità di entrare in sintonia col bimbo, sulla sua capacità di contenerlo e di rispondere ai suoi bisogni. Il ruolo di mamma non è semplice da ricoprire e forse l'aiuto di uno specialista potrebbe esserle d'aiuto per capire come interagire al meglio con il suo bimbo.

Dott.ssa Cinzia Marzero Psicologa-Psicoterapeuta Psicologo a Moncalieri

143 Risposte

145 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2013

Gentile Utente,
potrebbe chiedere un consulto in primis al pediatra del piccolo e valutare se sia il caso o meno di consultare un neuropsichiatra-infantile. Dopo aver fatto la valutazione possiamo prendere in considerazione l'intervento psicologico.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

759 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2013

Gent. Sig.ra,
il comportamento di suo figlio evidenzia un disagio che non è possibile capire in questa sede poiché sono necessarie più informazioni che lo riguardano e che riguardano voi genitori. Le consiglio di rivolgersi da uno psicologo dell'età evolutiva della sua città per valutare al meglio la situazione.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Agnese Bonni

Dott.ssa Agnese Bonni - psicoterapeuta Psicologo a Piombino

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte