Attacchi di panico per animale domestico

Inviata da andrea · 24 feb 2022 Attacchi di panico

Buon pomeriggio Dottori,

Scrivo questa richiesta in un momento di particolare tristezza. In questo periodo ho avuto diversi attacchi di panico. Il primo per la presenza della muffa in casa di cui avevo molta paura. Giorni dopo per la "scoperta" degli allevamenti intesivi. Il terzo attacco sembra essersi scatenato appena ho visto il mio gatto (anziano, 18 anni) nel mio letto in un momento di ansia. Il quarto, l'ultimo, due giorni fa, mentre ero in bagno (non ero ansioso) mi era iniziata una ansia immotivata che è scoppiata appena ho visto delle foto stilizzate di gatti. Io amo il mio gatto, (ps. mentre scrivevo mi è venuto un leggero attacco). Non riesco ad essere felice, perché il mio gatto sta male e mi sento un pessimo padrone, uno schifo di persona. Ho 18 anni. Appena vedo il mio gatto mi viene un ansia, ma allo stesso tempo mi fa pena. Se avessi i soldi gli comprerei il mondo, il miglior cibo. Invece sono costretto a stare in una casa disordinata con delle persone disordinate. Non riesco a prendermi cura di lui perché mi fa soffrire. Ha un insufficienza renale. Le medicine preferisco fargliele dare dai miei parenti perché é una cosa che non voglio fare. Non é solo un fatto di voglia, c'é altro. Ovviamente questo mi fa sentire una pessima persona, un pessimo padrone. Odio la zona del gatto, non mi piace. Vorrei che fosse più bella. Il gatto per me è come una figlia condivisa con i miei genitori. Il fatto è che loro non fanno nulla veramente per lei. Io vorrei che il mio gatto avesse una bella zona dove mangiare. Mio padre non gli fa fare una visita da mesi, e appena gliene parlo si stressa. Questo mi fa molto arrabbiare, io vorrei avere un veterinario al mio fianco che mi aiuta. Invece non c'è. Mi sento impotente. Cosa posso fare? Chiedo di comprare questo al mio gatto, ma nulla sempre di no costa troppo. Ho paura di perdere il mio gatto, ho paura che stia soffrendo e che sia colpa mia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 FEB 2022

Buongiorno Andrea,
vivere di paure e permettere loro di divorare la nostra felicità è una condanna dalla quale possiamo e dobbiamo sottrarci. Sei giovanissimo e puoi dare alla tua vita una direzione meravigliosa. Hai bisogno di conoscere la strada per liberarti dalle paure. Fatti aiutare. E' il primo atto di amore verso di te.
Ti auguro il meglio e resto a disposizione
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1412 Risposte

780 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2022

Buongiorno Andrea. L ansia che tu provi è un ansia generalizzata. Sicuramente c è un motivo per cui è nata e poi si è estesa in tante situazioni che rappresentano un problema. Il tuo desiderio di accudire la gatta anziana è motivo di ansia ma può rappresentare un opportunità di crescita e di responsabilizzazione. Solo affrontando quest ansia, potrai guarire. Dovresti essere tu in persona ad occuparti della cura del tuo amato gatto , portandolo dal veterinario, facendogli fare delle flebo e dandogli il farmaco che può aiutarlo. Anche io ho un gatto malato di reni e sono riuscita a farlo vivere con le flebo e i farmaci. Sei ormai adulto e potrai prenderti cura di lui personalmente, prelevando dalla tua paghetta mensile dei soldini per curarlo. Ti auguro ogni bene. Buonagiornata

Dott.ssa Carmela Pulvirenti Psicologo a Catania

38 Risposte

35 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2022

Salve Andrea, mi dispiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

526 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20900

psicologi

domande 35550

domande

Risposte 120900

Risposte