Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Posso chiedere un parere?

Inviata da Jane il 11 set 2018 Psicologia risorse umane e lavoro

Volevo pareri su mia mamma: lei è da quando sono nata che mi inveisce contro che faccio schifo. Cioè sembra che io sia un errore umano; e non le va mai bene niente di quello che faccio. Ultimamente mi sono molto informata sul narcisismo per curare delle mie ferite( cioè io sono narcisista) perché ero molto intollerante alle frustrazioni e se mi criticavano mi arrabbiavo molto in maniera distruttiva. Leggendo molti articoli e libri sul narcisismo, ho visto che in pratica la colpa è di mia madre che è un frigorifero che invece di contenere cibo, contine critiche su critiche. Mi sono resa conto che le persone con cui discutevo e litigavo, non erano altro che una proiezione di mia madre. Onestamente al suo ennesimo" sei un'analfabeta( mi sfotte perché sono disgrafica) o sei handicappa o sei cretina, mi è venuto l'istinto di ucciderla( e non è la prima volta) ogni volta mi trattengo( il punto è se distruggo la fonte primaria di frustrazione mi passa tutto? Cioè è probabile che quando morirà io starò meglio? Non la uccido eh tanto tra qualche settimana cambio città: meglio eh! Non so se è da psyco immaginare di uccidere la propria madre, ma capitemi, è da quando sono nata che mi tormenta( è ossessivo compulsiva e vuole che tutto in casa sia come dice lei, o picchia e urla e insulta. Per esempio se mi sporcavo da piccola con il gelato, diceva che dovevo morire e mi tirava una sberla...e se mi lamentavo, dicendole che era cattiva, insinuava che ero una cattiva figlia, e che dovevo soddisfare i suoi bisogni perché lei mi aveva messa al mondo e io le sono debitrice perché mi ha cresciuta ( ma che cazz dice!) Poi se c'è qualcuno che con questo ambiente sarebbe cresciuto sano, presentatemelo eh?! Perché o mi convincevo davvero di essere una merda ed entravo in depressione e cercavo di riprodurre questo allegro quadretto, o diventavo narcisista, non vedo alternative. Ah mio padre si è allontanato per molti anni con la scusa" tua madre è pazza, e non volevo problemi" ma grazie....( il bello è che tutti pensano che sia traumatizzata dalla assenza di mio padre...e chiamano tutti lui mostro e bastardo, ma in realtà accidenti, meglio non esserci che scassare come ha fatto mia madre: magari fossi orfana! E almeno mio padre da i soldi...mia madre se era per lei non terminavo manco le medie) Io tutto quello che ho fatto é stato grazie a mio padre eh: mia madre non ha soldi! In realtà odio tutti e due eh: ma almeno riconosco l'utilità, e il tentativo di essere un genitore migliore, anche se in ritardo. Senz'altro è mia madre ad avermi traumatizzata di più. La cosa ridicola e che io ho fratelli, e pur non avendo mostrato chissá quali attenzioni e affetto anche a loro( è un cavolo di ghiacciolo) almeno a loro li ha lasciati in pace! E infatti stanno bene! Con me invece se l'è presa a morte perché dice che le ricordo mia zia che era la preferita dei miei nonni( mia mamma non è stata voluta...e mia nonna le ha sempre ricordata che era uno sbaglio e che gli stava sulle scatole) mia madre era ossessiva compulsiva fin da bambina, e i miei nonni la odiavano perché voleva fare tutte le faccende domestiche( e criticava mia nonna per come le faceva) nonché scassava anche allora se si entrava sul bagnato( lei lava i pavimenti ogni secondo) In pratica visto che i miei nonni l'hanno criticata( le davano della scema e handicappata) ora lei lo deve fare con me perché assomiglio a mia zia( siamo molto esuberanti, solari, femminili e disordinate) Mi ha sempre detto che le persone come me si sentono furbette, ma lei mi avrebbe regolata: cioè sta fuori. Spesso ho avuto amicizie uguali a lei, e solo studiando un po' di psicologia ho capito che cercavo di riprodurre patetiche scenette. Ho avuto amiche molto sfigate, proprio come mia madre: brutte( ok mia madre in realtà è bella, ma ha la mente da brutta) vergini e con nessun successo con gli uomini; 0 titoli di studio e esperienze lavorative anche stupide, e tutte con fobie e attacchi di panico; ossessioni e depressione.... In pratica la copia di mia madre! Queste nonostante fossero delle gran sfigate, mi criticavano e mi insultavano di continuo, proprio come mia madre. Solo ora mi sono resa conto che erano relazioni malate( ora ho relazioni più sane, e comunque meglio la carriera!) ogni volta che incontro un depresso/ossessivo/sfigato/fobico/0 successo lavorativo e scolastico finisce in guerra, perché questi senza motivo mi insultano e criticano aspramente; ma per fortuna leggendo un po' di libri di psicologia anche sull'assertività, sto imparando a gestire tutte queste persone: in primis perché ho capito la mia ferita emotiva( ora mi viene quasi da dirgli ciao mamma! Come stai! Ma sei proprio ovunque cassiopea....che bello che mi tormenti e mi ricordi ogni giorno che non valgo niente prendendo le forme di varie persone. Ma grazie eh!) questi pensieri mi aiutano a gestire questa gente; e ho imparato frasi da usare tipo" apprezzo il tuo parere, ma preferisco fare a modo mio e sbagliare da sola. Grazie." cioè mi è più facile gestire il tutto... Ora arrivo appunto al quesito 1) ma mia madre che accidenti di problemi mentali ha, e che mih vuole da me??? Ma non poteva non proclearmi??? Cioè per me è proprio inconcepile che una madre tormenti così la figlia: alla faccia dell'istinto materno e dell'amore incondizionato. Poi mi dice pure che mi vuole bene, e che mi tratta così per questo: ma a questo punto non potrebbe odiarmi, magari sarebbe meglio! Poi a lei non è chiaro che i bambini hanno un cervello diverso dagli adulti: sostiene che i bambini vanno trattati da adulti perché a livello cerebrale c'è uguglianza( eh infatti io sempre beccato tante sberle senza capire il perché) Altra cosa che non capisco è questo continuo pulire, e ossessione che il gas e le porte siano chiuse! Cioè a me ste cose mi mandano fuori di ciucco! Non concepisco proprio simili patologie: sono insensate! Infatti io detesto le persone deboli, perché mi fanno venire in mente lei che si spaventa per ogni cagata, e ha crisi emotive ogni due per tre, oltre ad essere impedita( lei è stata bocciata più volte alle superiori, e fino a due anni fa era precaria. Ora grazie a me, è stata assunta, ma guadagna 900 euro per 38 ore, e spesso non la pagano, e non guida( ha paura delle macchine) e non ha amici, o compagni( nessuno le ha impedito di mettersi con un altro uomo. Il punto è che a lei piacciono i donnaioli e quelli per bene li ignora( a uno con cui e stata gli ha dato un po' di soldi...e non stavano manco insieme) e poi era vergognoso perché andava in giro in super minigonna e faceva la civetta con gli uomini, creandomi forti disagi e vergogna( oltre a rifiutare molti uomini per bene, che non erano neanche male! Ma no, niente: lei voleva gli stronzi) Oh poi io in realtà ho vissuto bene eh: non è che sono stata maltrattata o abusata....chi mi vedeva poteva notare quando ero ordinata e pulita( eh infatti : la sua ossessione) Diciamo che lei le dolci paroline e sberle me le dava sempre quando era incazzata ( si incazza assai facilmente) per farla smettere di darmi sberle l'ho dovuta minacciare di ridargliele indietro, perché lei purtroppo si sfoga così, e non sa che si può anche parlare, accidenti! Per non parlare del trattamento del silenzio( non mi rivolgeva la parola per giorni interi come punizione. Immaginate quanto andavo in rincoglinimento, perché non capivo perché questa non mi parlava più) 2) come faccio a sbarazzarmi di questi ricordi e di questo rancore che provo per lei, senza distruggerla? Io alla fine il rapporto che ho con lei lo riporto anche fuori, e appena ritrovo la persona che incarna mia madre( cosa assai facile, perché di sfigati il mondo è pieno) e che appunto mi svaluta( ma vai a capire perché sono sempre quelli che assomigliano a lei a farlo) ci litigo e ho conflitti. Vorrei sapere come è possibile che tutti quelli che hanno caratteristiche simili a mia mamma finiscono per insultarmi, e come faccio a spezzare questo meccanismo. Io non ne posso più pure di idealizzare chi mi fa complimenti: è odioso! Poi vorrei capire la storia delle proiezioni: nel senso che io voglio distruggere con rabbia chi mi abbassa l'autostima; o il fatto che vedo mia madre ogni volta che qualcuno mi manca di rispetto( cioè mi fa sentire una merda)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Jane,
più che chiedere un parere, è evidente che ti sei abbastanza sfogata per la tua situazione che effettivamente non è piacevole.
Pertanto sono da apprezzare le tue riflessioni ed i tuoi sforzi di leggere argomenti di psicologia come tentativo di ridurre il tuo disagio anche se la rabbia e la sofferenza che ti porti dentro è ancora notevole.
Come hai ben capito, spesso nelle famiglie si instaura una trasmissione intergenerazionale di incompetenze e problemi emotivo-affettivi che scherzosamente io chiamo "catena di S. Antonio".
E' chiara la necessità ma anche la difficoltà di rompere questa catena per il benessere personale e dei propri discendenti.
Il modo migliore per farlo è quello di intraprendere un percorso di psicoterapia, cosa che ti suggerisco di fare al più presto possibile.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6777 Risposte

18958 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20700

domande

Risposte 80350

Risposte