Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansia e relazione

Inviata da Francesca il 14 gen 2016 Terapia di coppia

Salve.
Sono una ragazza di 18 anni. Vi scrivo per avere dei consigli riguardo ad una mia situazione che va avanti da circa 6 mesi. Ora vi spiego....In precedenza sono stata con un ragazzo 1 anno. Io da lui già dall'inizio non ero molto presa e diciamo capii alla fine che ci stavo insieme per abitudine.  La nostra storia fini perché ad un certo punto io rividi il mio attuale fidanzato e mi scattò qualcosa dentro. Da li cercavo di convincermi che era solo un infatuazione passeggera ma non fu così. Me lo sognavo la notte, pensavo a lui tutti giorni. Premetto che con questo ragazzo già eravamo stati insieme 4 anni fa ma ci lasciammo in quanto eravamo solo dei bambini immaturi e i nostri caratteri non erano ancora formati. Ci siamo messi insieme e per i primi mesi mi sembrò di vivere una favola. Non mi era mai successo con nessun ragazzo di sentirmi così bene..il tempo con lui volava e mi mancava ogni secondo che non stavamo insieme. Era tutto perfetto. Poi un giorno da un momento all'altro mi sono iniziata a chiedere "e se un giorno tutto questo finisce? E se io non proverò più gli stessi sentimenti?" Da li il panico più totale. Ho passato due mesi di inferno davo di stomaco tutti i giorni e mi ero dimagrita tantissimo. Lo lasciai per una settimana perché la situazione era diventata insostenibile. ma facendo cosi peggiorai la situazione in quanto ogni volta che lo vedevo piangevo e morivo dalla voglia di sentirlo di nuovo mio. Quando ci incontravamo finivamo sempre per stare insieme cercando anche contatti fisici ma io non riuscivo a prendere una decisione in quanto mi sentivo confusa.  poi riuscii a superare tutto più o meno anche con l'aiuto del mio ragazzo che mi è sempre stato vicino. Ha deciso di restarmi vicino in quanto lui diceva che vedeva che da parte mia l'amore c era e che erano tutte paranoie. Ci siamo ovviamente rimessi insieme ma io continuo ad avere dubbi. Quando mi prendono queste cose mi sento vuota e non ho voglia di fare niente mentre quando non ci penso è come se tutto riprenda vita. Premetto che inseme a lui sto benissimo. A volte lo guardo e mi emoziona addirittura da piangere per i suoi sguardi ecc. Mi piace tantissimo. Mi piace il suo carattere che mi risponde quando deve e non mi era mai successo. Siamo stati parecchio insieme in questo periodo ed ora che ci vediamo meno ho sensazioni strane e ho paura che le cose cambiano . Quando ho compiti in classe a scuola mi viene l'ansia e di conseguenza mi riprendono dubbi. Insomma passo da momenti che lo amo da morire e che lo sento come la e persona più importante e momenti in cui mi sento vuota.  Mi convinco di non essere innamorata poi mi sogno la notte che lui mi lascia e piango da morire. Forse mi sono solo spaventata perché una svolta finito l entusiasmo le cose si sono fatte più serie e ho paura che cambia tutto . Penso che se non fossi stata più innamorata, cosa che mi chiedo sempre l'avrei già lasciato da tempo. Con lui ne parlo di queste cose perché non riesco a tenermi le cose dentro. Ho parlato con vari psicologi tramite email e mi hanno tutti detto che si tratta solo di mie paure e paura che lui mi abbandoni. Io non mi sono mai sentita così tanto legata a una persona e forse è proprio questo.Mi hanno anche detto che dopo l'ansia viene la depressione e questa cosa mi ha spaventata. Tendo a dormire spesso ed è come se non mi sento motivata. Ho un ansia continua anche se ora molto più leggera,ma non capisco perché.  Mi chiedo anche "è se mi sto convincendo di amarlo quando forse non è cosi? "Ma credo siano paranoie anche queste.Non ho intenzione di intraprendere una terapia perché vorrei risolvere questo problema da me.Quando mi prendono dubbi vedo difetti e il marcio in tutto,cosa che quando sto bene non ci faccio caso. Mi chiedo anche "è se ci sto insieme perché ho paura di lasciarlo dato il carattere così forte? ". Quando leggo su internet che potrebbe essere doc oppure i miei amici mi escono che si vede che stiamo bene insieme e sono solo paura che ho di perderlo mi tranquillizzo mentre in caso contrario mi agito. All'idea di lasciarlo mi sento male. Quando sto serena mi andrebbe di dirgli ogni secondo che lo amo mentre quando mi agito neanche voglio sentirlo come se mi sono stancata. Ma lui non mi ha dato modo di stancarmi. Ho un carattere che spesso dopo l'entusiasmo iniziale da le cose per scontate e che passato il periodo in cui è tutto rosa e fiori mi stanco. Ma con lui non voglio sia così. Come posso passare questa situazione di ansia e di bassa autostima ? A volte penso che la soluzione sarebbe lasciare lui ma non credo che starei meglio.
Inoltre l'altro giorno abbiamo affrontato il discorso di partire separati questa estate con i propri amici e mi è venuta la paura che io possa tradirlo. E mi viene l'ansia perché dico se sono innamorata non dovrei neanche pensarlo. Ed è come se mi voglio convincere che se mi si presentasse un ragazzo più bello potrei tradirlo. Ma perché mi viene da dare così tutto per scontato?
ringrazio per la risposta anticipatamente 

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Francesca,
nella sua richiesta chiede un consiglio su cosa fare e si sente preoccupata per la sua attuale situazione psicologica avendo il timore che possa peggiorare. La richiesta di rassicurazione ad amici e psicologi online non può essere la strategia efficace e che la farà stare bene a lungo termine. Prenda un appuntamento con uno psicologo per fare chiarezza sui suoi pensieri. Parla di ansia, ma anche di doc e di depressione. Capire i meccanismi che la portano a stare male è la cosa giusta da fare. Lo sate bene solo per un breve periodo la fa ripiombare uno stato di confusione maggiore. Chiedere aiuto di persona è molto difficile perchè bisogna esporsi e impegnarsi in un percorso di guarigione. Non si privi di questa occasione per stare meglio con se stessa e il suo fidanzato.
Un saluto e se lo ritiene opportuno mi contatti privatamente.

dott.ssa Miolì Chiung
Studio di Psicologia Salem
Milano - Agrate B.za - San Donato M.se

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Francesca,
da quello che scrive è evidente che sta vivendo uno stato di angoscia, probabilmente dovuto al timore di legarsi ad una persona con la quale un giorno il sentimento possa finire e quindi il suo timore più grande è quello di vivere una separazione. L'ansia da separazione è una condizione che può creare delle difficoltà, quali sta vivendo adesso, che dovrebbero a mio avviso essere affrontate attraverso un percorso con l'aiuto di uno psicologo che possa fornirle gli strumenti più adatti a ritrovare la serenità. Resto a disposizione nel caso volesse contattarmi in privato.
Dott.ssa Amelia Avruscio.

Dott.ssa Amelia Avruscio Psicologo a Cosenza

3 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Francesca
occorre "guardare in faccia", per così dire, la realtà di questa situazione che è talmente difficile e complessa che ci vuole un aiuto esperto per poterla sgrovigliare.
Deve assicurarsi un percorso di psicoterapia che possa andare a fondo nella comprensione di così tanti conflitti in atto e della struttura di personalità .
Lei non deve tirarsi indietro da questo impegno che può portarle sollievo e benessere, deve prendere questa decisione di farsi aiutare ed affrontare con interesse e la collaborazione che le sarà richiesta il percorso.
A 18 anni la sua ripresa può essere anche rapida.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca,
l'ansia, i continui dubbi, le insicurezze la fanno da padroni nella tua vita e riguardano non solo la tua relazione sentimentale ma anche altri contesti e situazioni.
Inoltre le tue insicurezze vanno a braccetto con i pensieri ossessivi ed eventuali successivi comportamenti compulsivi sicchè il risultato finale è che vivi male tu e fai vivere male chi è in relazione con te.
Il tuo ragazzo ti sta sopportando perchè ti ama ma, se tu non corri ai ripari, prima o poi si stancherà e tu stessa, con i tuoi continui dubbi se lo ami o no, realizzerai la profezia che si autoavvera compromettendo il rapporto.
Correre ai ripari significa non accontentarti solo di chiedere una valutazione a noi psicologi online ma anche seguire la nostra indicazione di intraprendere e portare avanti per il tempo necessario una psicoterapia vera e propria dal vivo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6571 Risposte

18389 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca,
dall'affermazione "compiti in classe" deduco che lei sia alquanto giovane. Se posso permettermi io diffiderei dalle autodiagnosi on line. I consigli degli amici, per quanto utili, molto spesso non sono la soluzione ai nostri problemi. Avere dubbi sulla propria relazione affettiva, soprattutto in questa fase di vita, potrebbe essere anche normale, ma leggendo il suo post viene fuori un disagio che va accolto, compreso e affrontato con un terapeuta (anche se lei ho letto che non è del mio stesso parere), poiché on line, tramite email, come ha potuto verificare sulla sua pelle non è possibile fare terapia. Da quello che ho letto, lei "da un giorno all'altro" riferisce che le cose siano cambiate. Ecco, personalmente io partirei proprio da quel momento per capire cosa si è rotto, cosa sia accaduto magari, di cui lei attualmente non ha consapevolezza...e mi creda che la terapia servirebbe proprio a questo.

Buona fortuna

Dott. Fabio Madeo

Dott. Fabio Madeo Psicologo a Roma

42 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Francesca, da quanto scrivi hai chiesto aiuto ad amici, psicologi on line ma non hai risolto le tue problematiche. Hai provato da sola ma non ci sei riuscita. Ci sono dei momenti nella vita in cui dobbiamo sperimentare anche l'appoggio da parte, nel tuo caso, di figure competenti che ti aiutino a rielaborare le tue paure, il senso di abbandono, il senso di vuoto, etc. So quanto chiedere a qualcuno metta a disagio, specialmente quando vorremmo noi tirarci fuori dal problema con le nostre forze, eppure lo psicologo non è qualcuno che si sostituisce a te, ma ti aiuta a prendere consapevolezza del tuo vissuto e a far emergere le tue risorse. Basta indugiare prenditi cura di te! Un caro saluto, dott.ssa Maria Giulia Mercuri -Ascoli Piceno e Grottammare

Dott.ssa Mercuri Maria Giulia Psicologo a Ascoli Piceno

20 Risposte

37 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca,

capisco la sua ansia e il suo timore di compiere involontariamente gesti o comportamenti inusuali. Sarebbe importante, a mio avviso, capire come funziona lei come persona sul piano psichico/psicologico. Mi contatti pure, se risiede in Toscana. Cordialmente

Dott.ssa Ilaria Bellavia Psicologo a Firenze

6 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesca,
ci dice che ha parlato con diversi psicologi via mail, in questo modo avrà potuto constatare che il suo pervasivo problema non si risolve; inoltre dice che non ha intenzione di iniziare una terapia psicologica perchè vuole riuscire da sola a risolvere. Credo che sia molto spaventata all'idea di chiedere aiuto concretamente, al di là di internet, in quanto, se decidesse di chiedere aiuto per un problema più grande di lei, dovrebbe abbassare il controllo confuso che esercita nella sua vita. Vede, lei è giovanissima e con un percorso psicologico de visu potrebbe risolvere efficacemente e anche in breve tempo... Probabilmente non è ancora pronta - nonostante la sofferenza - a lasciare andare questo disagio.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77850

Risposte