Vivere il coronavirus con l'aiuto della mindfulness

La situazione di emergenza dovuta alla pandemia di COVID-19 mette a dura prova la nostra salute psicologica . il contributo della MIndfulness

9 APR 2020 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Vivere il coronavirus con l'aiuto della mindfulness

Non vi è salute, se non c'è salute mentale e il continuo martellare dei media sulla diffusione del covid-19, sulla scarsità dei presidi sanitari, sul numero crescente di decessi, la conoscenza di persone vicine scomparse all'improvviso senza poter dare commiato, le stringenti misure di sicurezza che incidono sulla vita di ognuno, mettono a dura prova il nostro stato emotivo e psicologico.

L'isolamento in particolare ci costringe a sospendere attività significative, interrompere abitudini, rimandare impegni lavorativi e sociali, limitare lo svolgimento di attività fisiche.

Così questa nuova condizione di vita dettata dal coronavirus può portare stress, ansia, depressione, insonnia, irritabilità, disturbi dell'umore.

Un valido aiuto può derivare dalla Mindfulness, una pratica di consapevolezza che emerge prestando intenzionalmente attenzione, nel momento presente e in modo non giudicante, al dispiegarsi dell'esperienza, momento dopo momento.

La persona ascolta e osserva le proprie emozioni, le proprie sensazioni fisiche, i propri pensieri, accettandoli così come sono, senza giudicarli, senza cercare di modificarli, né bloccarli, acquisendone consapevolezza, così da sviluppare pian piano maggiore saggezza, libertà psicologica e flessibilità comportamentale, fino a riconoscere e prendere le distanze da meccanismi di reazione automatici e scegliere la propria risposta comportamentale.

Si può dunque "ripercepire" la condizione transitoria di disagio dettata dal coronavirus e alleviarne la sofferenza, sospendendone il giudizio e aprendosi con curiosità ed equanimità a ciò che c'è.

In questo nostro tempo di pandemia, in cui il contesto esterno ci chiede di "fermarci", la Mindfulness può rivelarsi una risorsa preziosa e potente: preziosa per esplorarsi, essere più presenti a noi stessi, alle azioni e alle scelte che compiamo, alle relazioni personali che siano in casa o a distanza; potente perché ci permette di "stare" e "fare spazio" a tutte le oscillazioni emotive, alle paure, ai pensieri sabotanti, ma senza farsi travolgere da questi, continuando a mantenere lucidità e solidità nel qui e ora.

In questa nostra vita non possiamo sempre avere il controllo di ciò che ci accade, ma delle nostre risposte sì.

Dott.ssa Francesca Caldarelli

Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale - Istruttore Mindfulness MBSR

 

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Francesca Caldarelli

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su ansia