Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

L'ansia da separazione negli adulti

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Pensavate che l'ansia da separazione riguardasse solo i bambini?

6 FEB 2017 · Tempo di lettura: min.
L'ansia da separazione negli adulti

Questo disturbo si presenta specialmente durante l'infanzia e, se non s'interviene in tempo, può avere conseguenze sulla vita da adulti.

L'ansia da separazione (SAD, Separation Anxiety Disorder) è un disturbo che solitamente si presenta durante l'infanzia e che si scatena con la separazione momentanea fra genitori e figlio. Il bambino, se lontano dalle sue figure di riferimento, non vive bene il distacco. Vengono meno tutte le sue sicurezze, generando paura e ansia per la propria vita e per quella delle persone care. Normalmente questi bambini non vogliono dormire soli ma solamente con i propri genitori e soffrono di incubi, dolori fisici e hanno paura di allontanarsi dai propri cari anche quando devono andare a scuola.

Se questo disturbo non viene risolto efficacemente durante l'infanzia può raggiungere l'età adulta in cui può scatenarsi attraverso sintomi di profonda insicurezza nelle relazioni sociali e scarsa autonomia. Non si conoscono esattamente le origini di questo disturbo, anche se alcuni traumi (bullismo, malattia o morte di un genitore, maltrattamento, ecc.) possono essere la causa scatenante dell'ansia da separazione. Non dimentichiamo che anche un comportamento iperprotettivo dei genitori può essere uno degli elementi che provoca l'apparizione dell'ansia.

L'abbandono da adulti

Molti bambini con l'ansia da separazione possono diventare adulti ansiosi che canalizzano le proprie paure nei confronti di diversi soggetti. Quest'ansia, infatti, può essere causata dall'abbandono del partner ma anche dalla preoccupazione costante per la salute dei propri genitori. In generale hanno difficoltà a passare del tempo soli, sia in casa che fuori, e presentano un forte attaccamento nei confronti di determinate persone: vivono una preoccupazione eccessiva e costante legata a un eventuale evento che possa separarli dai propri cari, tanto da causare malessere sia fisico che psicologico.

Quest'ansia da separazione può provocare attacchi di panico, insonnia, somatizzazione, crisi isteriche e negazione della realtà. Quando il distacco è traumatico, ad esempio in caso di lutto, i sintomi possono peggiorare e l'adulto può stravolgere completamente la propria vita, diventando incapace di comportarsi in maniera razionale.

Come superare l'ansia da separazione

Il primo passo per superare questo disturbo è quello di riconoscerlo e di comprendere le sue cause. Spesso, infatti, la paura della separazione è difficilmente spiegabile da chi la vive. Proprio per questo nella maggior parte dei casi è utile rivolgersi a un terapeuta che possa studiare le cause che provocano questo disturbo. Sia la terapia cognitivo comportamentale che la terapia farmacologica possono avere effetti positivi sull'ansia.

Dopo aver compreso l'origine del disturbo, è necessario intervenire e rielaborare tutti quei conflitti irrisolti durante l'infanzia.

Innanzitutto il terapeuta deve insegnare al paziente a riconoscere i sentimenti ansiosi e tutte le reazioni legate all'ansia da separazione. Il paziente deve ricercare la sua autonomia, cercando di sviluppare nuove relazioni sociali in cui mettersi alla prova e, allo stesso tempo, imparare a trovare la giusta distanza/vicinanza dalle persone più care.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in ansia.

«L'ansia è sempre un vuoto che si genera tra il modo in cui le cose sono e il modo in cui pensiamo che dovrebbero essere; è qualcosa che si colloca tra il reale e l'irreale», Charlotte Joko Beck.

psicologi
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento
Commenti 3
  • Ciro Nasti

    Salve, sono una persona di 59 anni, che fino a 10-12 anni viaggiava (in aereo) per il mondo per piacere con amici e anche da solo...all'improvviso non RIESCO PIù A PARTIRE E PRENOTARE, in quanto mi scatta l'Ansia che mi BLOCCA anche di prenotare...Ne ho provate di tutte...sono anni ed anni che vanamente tento di RISOLVERE L'ANSIA DAL DISTACCO DELLA CASA, nella QUALE VIVO DALLA NASCITA....(se mi potete rispondere privatamente alla mia e-mail...Grazie)

  • M.Beatrice Serrelli

    Buonasera, in effetti sto rivivendo momenti d'ansia dovuta al fatto che mia figlia deve andar via da casa per lavoro. Mi era già capitato con qualche attacco di panico l'anno scorso quando è stata per 6 mesi in America poi tutto è rientrato. Ora a distanza di un anno mi ritrovo a rivivere la stessa situazione solo più controllata, alterno momenti di irrigidimento ad ansia. Che devo fare?

  • Stefano Scarafoni

    È da 6 mesi che mi sono separato, ho avuto problemi di ansia e depressione poi piano piano sembrava che se ne andassero, ma poi puntualmente ritornano e non riesco a disfarmene. Ora con l'arrivo dell'autunno e del freddo, delle giornate più corte sembra acuirsi il problema. Ne uscirò mai fuori. Grazie

Ultimi articoli su Psicopatologie