Come parlare di sesso con i propri figli?

Non serve aspettare che siano adolescenti. Al contrario, si può iniziare a fare i primi discorsi sulla sessualità già durante l'infanzia.

23 AGO 2018 · Tempo di lettura: min.
Come parlare di sesso con i propri figli?

Quando è il momento giusto per parlare di sessualità con i bambini? Qual è il miglior modo?

Per il corretto sviluppo dei bambini è necessario che non brucino le tappe. Questo consiglio vale anche per la sessualità. Si tratta di un tema spinoso che spesso i genitori evitano o non sanno come affrontare con i propri figli. Eppure, è un argomento da prendere in esame prima che i bambini cerchino informazioni sul web senza sapere dove cercare né come interpretare quello che leggono.

Attualmente, si assiste a una "ipersessualizzazione" dei più piccoli che spesso, emulando comportamenti che vedono soprattutto nelle reti sociali, tendono a bruciare le tappe anche se non sono ancora entrati nella fase dell'adolescenza. Questo fenomeno, però, non solo è sconsigliato in quanto non positivo per il loro sviluppo ma può essere estremamente pericoloso per i bambini, che possono diventare prede di persone con intenzioni non lecite.

Qual è la miglior maniera per parlare del sesso ai propri figli?

Sappiamo che per molti si tratta di un tema tabù. Padri e madri, infatti, non hanno avuto la possibilità di parlare con i propri genitori di sesso e, spesso, a causa di un'educazione piuttosto rigida o religiosa, hanno difficoltà ad affrontare l'argomento con i propri figli.

Innanzitutto, bisogna cercare di affrontare il tema in maniera del tutto naturale. Far sembrare la sessualità un argomento spinoso o vietato non fa altro che aumentare la curiosità e la confusione dei bambini. È consigliabile parlare di emozioni e di sessualità in maniera calma e tranquilla, cercando di capire quello che i propri figli già sanno e quali sono i loro eventuali dubbi. Evitate anche di fare del terrorismo psicologico, spaventandoli in maniera esagerata con temi come le malattie sessualmente trasmissibili o le gravidanze indesiderate.

Non serve aspettare che siano adolescenti. Al contrario, si può iniziare a fare i primi discorsi già durante l'infanzia, in modo tale che arrivino all'adolescenza con informazioni il più precise possibili e con meno timore. Parlare di sesso non equivale a incitarli ad avere subito esperienze sessuali, ma semplicemente a dissipare alcuni dubbi ed evitare che possano ricorrere ad altri strumenti, come internet, per poter avere maggiori informazioni.

Non forzateli a parlare del tema, rispettate i loro tempi e, quando è il momento, cercate di farlo in un ambiente tranquillo, magari mentre vi state dedicando insieme alle attività domestiche, in modo da non farlo sembrare un argomento tabù.

Ecco altri consigli per affrontare il tema della sessualità con i propri figli:

  • prima di parlare di sessualità, raccogliete tutte le informazioni da fonti affidabili;
  • cercate di risolvere, per quanto è possibile, i dubbi del/la bambino/a;
  • non prendetelo/a in giro;
  • cercate di non usare eufemismi ma di utilizzare termini semplici, adatti a ogni fascia d'età;
  • non dimenticare di parlare dei diversi orientamenti sessuali e di non utilizzare stereotipi di genere;
  • educate allo stesso modo i bambini e le bambine;
  • parlate dei possibili pericoli e di come evitarli;
  • non evitate di utilizzare parole del tutto normali come pene o vagina;
  • mostratevi aperti a risolvere tutti i suoi dubbi.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in psicologia infantile.

  Articolo corretto e rivisto dal Dott. Gianfranco Inserra 

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

ultimi articoli su psicologia sociale e legale