Che cos'è l'autostima? Scopri i rischi di avere una bassa autostima e perché è importante

Avere un’alta autostima è importante per avere una considerazione positiva di se stessi e per sentirsi bene anche con gli altri. Ma cosa significa esattamente e perché è importante?

31 GEN 2022 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Che cos'è l'autostima? Scopri i rischi di avere una bassa autostima e perché è importante

Credi in te stesso!"; "impara a valorizzarti!”; “tu vali!”; “abbi più stima in te stesso!”. Sono frasi che probabilmente avrai sentito ripetere più di una volta, soprattutto, se hai una bassa autostima. 

Qual è la definizione di “autostima”?

Avere autostima significa avere rispetto ed ammirazione per se stessi. L’American Psychological Association ha definito il significato di “autostima” come il grado in cui le proprie qualità vengono percepite come qualità positive. 

Una persona con alta autostima non significa soltanto che deve piacere a se stessa, ma significa anche che prova amore, dignità e rispetto per la propria persona. L’autostima è positiva quando si crede in se stessi, nelle proprie capacità e nell’autonomia delle proprie azioni, nelle proprie idee e sentimenti e nelle proprie opinioni. Dunque, l’autostima è come ti senti nei confronti di te stesso/a sia dentro che fuori, significa comprendere ed accettare ciò che sei e come ti relazioni con gli altri.

Il concetto di  autostima è correlato al modo in cui gli altri ti vedono e ti trattano ed è per questo che spesso le cause di una bassa autostima in una persona vanno cercate in situazioni passate, soprattutto in età infantile. Infatti, l’autostima dipende da un insieme di fattori: pensieri, eventi, situazioni, aspetti caratteriali, ambiente familiare e sociale, etc. 

Perché è importante avere un’alta autostima?

Secondo l’American Psychological Association, avere un’alta autostima è uno dei pilastri della nostra salute mentale ed è importante per il raggiungimento del benessere di una persona. 

  • Autostima e comportamento prosociale: in questo senso, avere un’alta autostima vuol dire avere un comportamento prosociale avendo empatia, facendo azioni generose verso l’altro, e cimentandosi in relazioni sane e positive;
  • Autostima e stress: il comportamento prosociale, sopra menzionato, riduce l’impatto negativo dei fattori di stress nella vita quotidiana di una persona, rendendo più facile ed efficace la gestione dello stress, dato che un’alta autostima è correlata ad avere motivazione nel raggiungere i propri obiettivi con autoefficacia ed autocontrollo;
  • Autostima e benessere: l'autostima migliora il benessere di una persona in generale ed è, inoltre, considerata un elemento importante nella prevenzione di alcune condizioni della salute mentale quali, ansia e depressione. Infatti, avere un’alta autostima significa assumere un comportamento positivo verso se stessi anche in situazioni meno favorevoli ed essere soddisfatti della propria vita. 

bassa-autostima

Quali sono i rischi di una bassa autostima?

L’immagine che si ha di se stessi può cambiare eventi e condizioni della vita, le relazioni ed anche il modo di approcciarsi all’altro e di affrontare certe situazioni. L’essere umano tende a raggiungere un certo grado di autostima che può essere alto, medio e basso. Abbiamo parlato di alta autostima, ma cosa succede quando una persona ha una bassa autostima?

Come abbiamo già detto, un’immagine di sé poco positiva può interferire in molti altri aspetti quali, le relazioni sociali, familiari ed amorose, la gestione delle emozioni, la capacità di prendere decisioni, la gestione dello stress, la concentrazione e la propria felicità. Quando si ha bassa autostima, quindi, possono presentarsi disagi quali: 

  • Reattività: quando si ha un’alta autostima, si è in grado di gestire in modo migliore situazioni sfavorevoli, giudizi negativi e stati d’animo negativi degli altri. Con una bassa autostima, invece, è più probabile sentire le critiche in modo negativo ed essere, quindi, incapace di gestire le proprie emozioni ed affrontare le situazioni quotidiane;
  • Negatività: sentirsi di malumore in alcuni momenti non positivi non risulta un problema in persone con un'alta autostima perché saranno capaci di gestire queste emozioni senza che queste abbiano un impatto negativo nella persona. Invece, le persone con bassa autostima, affronteranno questi momenti difficili o una brutta giornata con negatività che diventerà poi cronica;
  • Depressione: la relazione tra autostima e salute mentale è abbastanza forte. Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che una  bassa autostima contribuisce alla propensione di soffrire di depressione. Non è la depressione a creare una bassa autostima, ma può avvenire il contrario: che una bassa autostima può rendere le persone più vulnerabili alla depressione. 

Come influisce l’autostima nelle relazioni?

Un’alta autostima è correlata con una buona e soddisfacente vita relazionale. L’autostima non influisce solo nel modo di pensare di una persona, ma anche nell'amore che una persona è in grado di ricevere e come si tratta l’altro, soprattutto, nelle relazioni d’amore. 

In coppie con bassa autostima è più facile avere incomprensioni non risolte che influenzano in modo negativo la felicità della coppia. Anche se le capacità comunicative, l'emotività e lo stress influenzano una relazione, le esperienze e la personalità di una persona condizionano il modo in cui i problemi della coppia vengono gestiti e quindi l'esito positivo di una relazione. 

In generale, i problemi di autostima di formano e si sviluppano da bambini nell’ambiente familiare. I bambini generano un’insicurezza tale da provocare dipendenza ed ansia. Alcune persone arrivano a non tollerare né l’essere soli né l’essere troppo vicini. 

L’ansia può portare la persona insicura a sacrificare i suoi bisogni per accontentare il proprio partner perché vi è di base una preoccupazione per la relazione, ma poiché non si soddisfano i propri bisogni, si rischia di diventare infelici. Inoltre, una persona con poca stima in sé stessa, vede tutto in modo negativo, diventa più gelosa dell’attenzione del proprio partner, una gelosia che molte volte sfocia in possessione. In questo modo, la coppia finisce per essere infelice creando tensione nella relazione, che di solito viene espressa dal partner insicuro.

Infine, le persone con una maggiore autostima sono più felici in vari ambiti della vita: nel proprio lavoro, nelle relazioni sociali, nella loro vita quotidiana e, in generale, sviluppano un senso di benessere più positivo.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Matteo Agostini

Psicologo
Nº iscrizione: 26275

Sono il Dott. Matteo Agostini, laureato in Scienze Psicologiche Applicate e con Laurea Magistrale in Psicologia Clinica. Ho acquisito competenze nell’ambito della psicologia clinica, della neuropsicologia clinica, e della psico-sessuologia. Sono Tutor per bambini e ragazzi con ADHD/DSA presso il CCNP San Paolo di Roma e consulente sessuale e nutrizionale.

Bibliografia

  • Vanbuskirk, S. (2021). Why It's Important to Have High Self-Esteem. Very Well Mind. https://www.verywellmind.com/why-it-s-important-to-have-high-self-esteem-5094127
  • Darlene Lancer, JD, MFT. (2019). What Is Self-Esteem?. PsychCentral. https://psychcentral.com/lib/what-is-self-esteem#1
  • Darlene Lancer, JD, MFT. (2016). Self-Esteem Makes Successful Relationships. PsychCentral. https://psychcentral.com/lib/self-esteem-makes-successful-relationships 
  • Hilbert, S., Goerigk, S., Padberg, F., Nadjiri, A., Übleis, A., Jobst, A., ... & Sarubin, N. (2019). The role of self-esteem in depression: A longitudinal study. Behavioural and Cognitive Psychotherapy, 47(2), 244-250.

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autostima