Come migliorare la propria autostima

La bassa autostima può avere conseguenze negative sulla nostra vita. Migliora l'opinione che hai di te stesso/a!

9 lug 2018 Crescita personale - Tempo di lettura: min.

psicologi

«Il nocciolo della tua personalità è l'autostima, "quanto ti piaci". Più ti piaci e ti rispetti, meglio farai in qualsiasi cosa tu voglia intraprendere», Brian Tracy.

L'autostima, ossia il giudizio che ognuno ha di se stesso, è una caratteristica della nostra personalità che si forma fin da bambini e che può essere modificata dagli eventi e dalle nostre decisioni. Eppure sono in tanti a soffrire di autostima bassa, una condizione che può causare numerosi disturbi.

Vuoi scoprire il livello di salute della tua autostima? Fai il nostro test: http://bit.ly/2Kh6pGV

Risultati del test sul livello della tua autostima

0 - 14 punti
Autostima bassa
La tua autostima non è ben sviluppata. Può essere che vacilli l'opinione che hai della tua apparenza fisica, dei tuoi traguardi personali, delle tue conquiste professionali o delle tue relazioni. È importante che continui a lavorare i punti centrali dell'autostima affinché tu possa sentirti più sicuro/a e con più fiducia in te stesso/a. Condividiamo alcuni consigli su come riuscirci in questo articolo. E se senti di aver bisogno di aiuto professionale, qui lo troverai:
15 - 25 punti
La tua autostima sta bene
Sei riuscito a trovare un equilibrio tra diversi aspetti della tua vita e hai imparato a vivere rispettando i tuoi valori. Sei una persona con sufficiente fiducia, questo fa in modo che la tua autostima sia a livelli soddisfacenti. La maggior parte del tempo ti accetti così come sei, sai controllare le tue emozioni e sai far fronte alle difficoltà o ai conflitti. Ricorda che l'autostima può diminuire quando i comportamenti iniziano a perdere coerenza. Per evitare che ti succeda, non perderti i consigli che condividiamo in quest'articolo.
26 - 30 punti
Autostima al top
Il tuo livello di autostima è alto. Vivi la vita con speranza, osando verso nuove sfide e non lasci che l'opinione degli altri abbia un impatto negativo sulla fiducia che hai in te stesso/a. Conosci i tuoi limiti però non hai paura degli insuccessi. La tua sfida è non lasciare che la tua autostima si gonfi troppo e inizi a essere esagerata. È importante mantenere la coerenza, rispettare l'individualità degli altri o potresti ritrovarti in una situazione negativa come quella provocata da una bassa autostima.

Le conseguenze di una bassa autostima

Chi ha un livello basso di autostima, infatti, può soffrire di altri problemi come mancanza di fiducia in se stesso/a, ansia sociale o paura di prendere decisioni. Al contrario di chi ha un'autostima alta che tende a puntare sulla propria crescita e sul miglioramento delle proprie condizioni, chi ha l'autostima bassa si concentra sull'evitare di commettere errori, a causa di una continua visione negativa e pessimista degli eventi e della propria vita.

Secondo gli studi, inoltre, durante l'adolescenza sono soprattutto le ragazze a soffrire di autostima bassa a causa dell'idea che hanno del proprio corpo in seguito ai cambiamenti provocati dalla pubertà e all'idea di perfezione fisica richiesta dalla società. Di conseguenza, l'85% delle donne rinuncerebbe a delle opportunità perché non è a proprio agio con l'immagine che ha di se stessa.

shutterstock-499735558.jpg

L'autostima alta si forma fin da bambini, come conseguenza delle relazioni positive con i propri genitori e con le altre persone. Sicurezza in se stessi, migliori relazioni sociali, maggior assertività, indipendenza e poca paura del fallimento: queste sono le conseguenze positive di una buona autostima, da non confondere, ovviamente, con il narcisismo o con l'egocentrismo.

Come migliorare la propria autostima?

Nonostante sia una caratteristica che ci contraddistingue fin da bambini, è possibile migliorare la propria autostima attraverso alcuni consigli.

  • Sii consapevole: possiamo migliorare la nostra autostima solo se siamo in grado di riconoscere i segnali del pessimo giudizio che abbiamo di noi stessi.
  • Accetta le critiche: prendi le critiche costruttive come uno spunto di riflessione dalle quali poter imparare e ignora quelle che ti sembrano distruttive.
  • Fai movimento: l'attività fisica permette di sentirci meglio con il nostro corpo ma anche con la nostra mente.
  • Pensa positivo: allena la tua mente ad accogliere i pensieri positivi e a isolare quelli negativi. Non tutto ciò che pensiamo, infatti, corrisponde alla realtà.
  • Cambia l'idea che hai di te stesso: ognuno di noi ha una visione determinata di sé stesso. Cerca di cambiare quei pensieri automatici e negativi e concentrati su ciò che hai di positivo.
  • No ai confronti: confrontarsi costantemente con gli altri, soprattutto nell'era dei social network, è controproducente. Concentrati sulle tue necessità, non sugli ipotetici successi o errori degli altri.
  • Conosci i tuoi pregi: ognuno di noi ha uno o più talenti. Scopri quali sono i punti forti della tua personalità e utilizzali a tuo favore.
  • Aiuta gli altri: uno dei modi più diretti per migliorare la propria autostima è quello di aiutare gli altri. Fare volontariato, ad esempio, ci permette di sentirci utili e orgogliosi di sé stessi.
  • Non essere troppo perfezionista e accetta gli errori: non tutto può riuscire alla perfezione o corrispondere agli standard più alti. Impara dai tuoi errori e dai tuoi fallimenti per poter usufruire al meglio delle opportunità che si presentano.
  • Imparare a perdonare: se non si riesce a perdonare sé stessi e gli altri, rischi di mantenere un atteggiamento negativo nei confronti del mondo.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in autostima.

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su guidapsicologi.it/proteccion_datos

Articoli correlati