Bioenergetica e spiritualità: il corpo sacro

Alexander Lowen, padre della Bioenergetica, definisce la spiritualità come “lo spirito divino che agisce nel corpo”, sottolineando la connessione tra corpo e spirito.

14 LUG 2022 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Bioenergetica e spiritualità: il corpo sacro

Non è semplice fornire una definizione esaustiva del concetto di spiritualità. Personalmente, dopo una lunga ricerca, ho finalmente trovato una risposta che è in armonia con il mio sentire nel pensiero di Alexander Lowen. Il padre della Bioenergetica, nel suo libro La spiritualità del corpo, sostiene che il fondamento della spiritualità sia un equilibrio tra io e corpo, ossia tra il centro della vita mentale e razionale e quello della sfera emotiva e delle sensazioni corporee.

Lowen definisce la spiritualità come "lo spirito divino che agisce nel corpo". Tale spirito divino è sperimentato come grazia naturale del corpo, ossia uno stato di sanità, pienezza, legame con la vita e unione con il divino, oltre che uno stato di salute.

Quando però mente e corpo vengono separati, la spiritualità diventa un'astrazione intellettuale. Perde le sue caratteristiche di "forza vitale" e diventa una fede. Questo è quanto è accaduto nella civiltà occidentale che, nel corso del suo sviluppo storico, sociale e culturale ha perso il rapporto privilegiato con il corpo, che è divenuto qualcosa di inferiore, sporco e peccaminoso.

Questa perdita ha origini molto antiche e profondamente radicate nella nostra tradizione filosofica e ha generato una scissione molto potente: il corpo o va rifiutato e nascosto o va mostrato come oggetto di piacere e mercificato. La mente invece ha assunto uno statuto di superiorità. Per questo la spiritualità è divenuta un fenomeno mentale, un esercizio intellettuale. Lowen ritiene che il corpo privato di spirito diventa un corpo che si muove in modo meccanico, senza grazia. Egli scrive:

La vera grazia non s'impara: è un dono di natura che l'uomo riceve in quanto creatura di Dio. Ma quando la si perde, la si recupera soltanto a patto di ristabilire la spiritualità del corpo, e per poterlo fare dobbiamo capire perché e come la si è persa. Ma poiché non si può ritrovare un oggetto perduto se non si sa che cos'è, cominceremo con l'indagine del corpo naturale, quello in cui movimento, sensibilità e pensiero si integrano in azioni aggraziate.

Il padre delle Bioenergetica vuole riappropriarsi della connessione tra corpo e spirito, recuperandone l'aspetto sacrale. L'obiettivo cui tendere è quello di percorrere un cammino intimo e personale per sperimentare la vibrazione del corpo e poter sentire di essere parte dell'Universo pulsante che ci circonda e vive dentro di noi. Per poter sentire di essere presenti e centrati nel cuore. Per far questo è necessario andare a sciogliere le tensioni del nostro corpo, che indicano la presenza di un impulso inconsciamente bloccato, ma presente nella nostra memoria corporea. Questi blocchi energetici nascono dalla tendenza a conformarci alle aspettative altrui e alle richieste dell'ambiente e, durante la crescita, alle aspettative della famiglia.

La direzione è quella di riportare armonia tra quelle che Lowen vede come due forze contrapposte, l'Io e il corpo, il pensiero e il sentire, per poter tornare ad una vera spiritualità del corpo.

Se la spiritualità rimane un'esperienza superficiale e mentale, essa è solo un'idea astratta. Noi siamo il nostro corpo e non possiamo sperimentare il mondo se non grazie al nostro essere corpo. Per questo la Bioenergetica ci ri-porta agli elementi essenziali della Vita: il respiro, il movimento, la voce.

Pertanto la spiritualità non ha che fare con l'entrare in un universo mistico e tanto meno esoterico, ma riguarda la nostra capacità di permetterci di sperimentare a partire dalla radice corporea. Significa fare spazio dentro di sé e dimorare nel proprio presente.

 

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Agnese Montirosso

Bibliografia

  • Lowen A. (1991). La spiritualità del corpo. Ed. Astrolabio.
  • Lowen A. (1970). Il piacere. Un approccio creativo alla vita. Ed. Astrolabio.

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale