Voglio tradire il mio ragazzo, perchè?

Inviata da Desiree · 11 nov 2016 Terapia di coppia

Salve a tutti mi chiamo Desy, ho un problema, sto da 7 mesi col mio ragazzo, tra noi va tutto a gonfie vele, io lo amo e il nostro rapporto sessuale è soddisfacente al massimo, vado da pochi mesi in palestra e ho conosciuto un bel tipo e ho voglia di avere un contatto fisico con lui(sesso) il mio istinto dice cosi. Anche se il mio ragazzo non se lo merita, lui è tanto buono e non mi fa MAI mancare niente! Ma non so ! Aiutatemi ho bisogno di un consiglio, domenica mattina devo vedermi a casa di questo ragazzo per un massaggio (lui è un massaggiatore e l'istruttore della palestra) ho tanta voglia di avere un avventura con lui, ma poi mi sentirei in colpa il mio ragazzo non lo merita, grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 NOV 2016

Gentile Desy,
se lei ama il suo ragazzo ed ha voglia di fare sesso con un altro, c'è da chiedersi quali voglie le verrebbero se non lo amasse!
Fin quando si hanno fantasie sessuali che restano tali, credo che la persona (maschio o femmina che sia) resti ancora mentalmente integrata perchè desideri istintuali e fantasie trasgressive non fanno parte della realtà che normalmente si vive ma quando queste ultime vengono agite e la trasgressione viene attualizzata è inevitabile vivere poi da dissociati rischiando di scivolare in qualche forma di parafilia o, in casi simili al suo e ripetuti, di ninfomania.
A qualche livello, questa incongruenza arriva forse anche a lei che prevede di sentirsi in colpa se concretizza la sua fantasia o pulsione sessuale con l'altro.
In tal caso, questo senso di colpa la porterà a rovinare il rapporto attuale oppure la costringerà a vivere da dissociata col peso di corpi estranei indigeriti ed entrambe le situazioni non mi sembrano piacevoli.
Forse un percorso di psicoterapia preferibilmente psicodinamica le potrà essere utile per comprendere l'origine di queste pulsioni tenendole a bada e muovendosi meglio in questa confusione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7043 Risposte

20145 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2016

Buongiorno Desiree, anche nella fase di "luna di miele" (la fase iniziale di costruzione di un rapporto), c'è SEMPRE qualcosa che non va, a meno che non ci si voglia bendare gli occhi. Sarebbe da esplorare qual'è il significato (soprattutto emotivo) che riveste per lei una relazione. Come si è rapportata con le relazioni importanti passate (anche parentali ed amicali) e se sia mai riuscita ad esserne coinvolta. Rispetto al partner attuale, più che le cose che sente di avere e che non le mancano, provi a pensare a ciò di cui, invece, sente la mancanza. Da come descrive questa relazione, per lo meno a me, arriva più un benessere cognitivo che veramente affettivo. L'avventura con il massaggiatore? Provi a pensare, più che ad eventuali sensi di colpa successivi, oltre all'appagamento fisico, quale altro tipo di appagamento un rapporto fisico di questo tipo assolverebbe? Personalmente, non credo molto alle scelte "veramente" istintuali (tra l'altro, sarebbe quasi un ossimoro); se lei scegliesse di avere un rapporto di sesso, più o meno consciamente, sarebbe perchè questa situazione le permetterebbe di raggiungere degli obiettivi (anche solo emotivi) che, altrimenti, sentirebbe di non poter raggiungere. Quali?
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

716 Risposte

1061 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2016

Buongiorno Desiree,
In queste sue poche righe lette attentamente, osservo che i suoi riferimenti qui riportati sono orientati alla soddisfazione sessuale vissuta con il ragazzo con cui ha intrapreso la nuova relazione, o immaginata nella ricerca del nuovo contatto fisico.
La sessualità è certo un aspetto importante.
Cosa immagina di trovare da questo "contatto fisico"?
Mi chiedo se il desiderio di provare la nuova avventura, non sia riferita piuttosto a confermare una personale desiderabilità da parte di altri, intesa come la conferma di valere, piacere, o altro. Sarebbe altrimenti importante lavorare su questi punti.
Il ragazzo che "non merita", in fondo sente di averlo già conquistato e le rimanda la piacevolezza di stare con lei. Sarebbe significativo comprendere meglio l'idea che ha lei della relazione di coppia, se è un trampolino di lancio per immaginare di poter avviare un cammino possibile con l'altro, approfondendo la conoscenza reciproca con tutte le sue sfumature, o sia per lei più è più importante sentire l'eccitazione della trasgressione.
La vostra storia è appena incominciata, tutta da costruire, se si vuole costruire.
Mi chiedo se guardare altrove, sia un modo per sfuggire dalla relazione stessa, o da qualche paura che si mette in gioco al pensiero di una storia che può sembrare più reale, certo all'inizio e tutta da scoprire.
I sentimenti che prova per questo ragazzo non sono presenti nel suo scritto oppure sente che sono ancora confusi?
Prima di avviarsi verso questa avventura, sarebbe importante domandarsi che cosa le serve fare questa esperienza, a quale bisogno risponderebbe, e quale conseguenza avrebbe nei suoi sentimenti e nel rapporto con il suo ragazzo.
Ogni direzione è possibile intraprendere, seppure nella consapevolezza di ciò che siamo, di dove stiamo andando, e della presenza dell'altro che è in relazione con noi.
Cordialmente
Dott.ssa Paola Brussa

Dott.ssa Paola Brussa Psicologo a Milano

11 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2016

Buongiorno Desy,
il problema che tu descrivi non sembra di difficile soluzione. La chiarezza di sentimenti nel rapporto fra te e il tuo fidanzato rende tutto abbastanza semplice. In altre parole trovo assolutamente naturale il fatto che tu possa provare attrazione per un'alta persona, questo può accadere a chiunque nelle situazioni più imprevedibili. L' "istinto" dei sensi come tu lo chiami però non è detto che si traduca in azione se tu non vuoi che accada. La mia domanda è: " E' proprio necessario andare a casa di questo massaggiatore o esiste un'alternativa!?" Il mio suggerimento è di cercare un'alternativa che faciliti il prevalere della ragione sull'istinto, in modo tale che tu non debba poi sentire il peso di aver fatto qualcosa contro la tua stessa volontà.
Auguri

Dott.ssa Angela Fortini Psicologo a Perugia

14 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85650

Risposte