Tradimento: come smettere?!

Inviata da Pulce · 14 mar 2016 Terapia di coppia

Sono una giovane ragazza 22enne, studentessa cresciuta in una famiglia di sani principi. All'età di 15 anni ho intrapreso una relazione con un ragazzo di qualche anno più grande di me. Siamo stati fidanzati per due anni senza problemi, con annesso coinvolgimento delle famiglie, degli amici e dei parenti. Procedeva tutto splendidamente; poi lui ha intrapreso la carriera universitaria e quindi il tempo che poteva dedicarmi è diventato pochissimo. Dopo circa 5 mesi decidemmo di lasciarci. Un mese dopo, durante il quale lui ha frequentato un'altra persona, mi sono ritrovata a chiamarlo presa dal panico e dalla sofferenza per la perdita di mio nonno. Dopo i funerali decidemmo di ritornare insieme. Dopo un anno e mezzo scopro che lui mi ha tradita con una ragazza conosciuta sul posto di lavoro. E li m'è crollato il mondo addosso. La relazione l'abbiamo portata avanti perché ero bloccata dal fatto che pensavo di non riuscire a stare senza lui visto che comunque siamo cresciuti assieme e soprattutto non volevo arrecare un dispiacere ai miei genitori e nonni in quanto ormai lui era uno di famiglia. Dopo un altro anno di relazione andata avanti per inerzia, lui decise che era giusto chiudere qui. Subito dopo la fine di questa relazione ho avuto un brutto periodo. Ho frequentato tanti ragazzi, mi concedevo facilmente. Non provavo più amore per nessuno soprattutto per me. Qualche mese dopo ho avuto una sorta di presa di coscienza e ho smesso. Nell’estate 2014 ho conosciuto il mio attuale fidanzato (amico del mio ex). Dopo non molto tempo decidemmo di fidanzarci subito abbiamo conosciuto le rispettive famiglie. Lui ad agosto 2015 s'è arruolato e quindi sono iniziati di nuovo i soliti problemi.. Mi sentivo e sento tuttora trascurata, lui è un ragazzo estremamente tranquillo non dimostra un briciolo di gelosia nei miei confronti, talvolta è assente quando parliamo e non mi ascolta, ci sono incomprensioni dovute ai suoi familiari, che io reputo persone orribili, e poi la lontananza la fa da padrone..800km si sentono e come. Nei primi 3mesi di separazione iniziai a frequentare un mio amico personal trainer che mi seguiva per gli allenamenti ed alimentazione. E poi vuoi per mancanza di affetto, attenzioni e lontananza siamo andati al letto. In effetti intrapresi una sorta di doppia relazione. Quella col mio fidanzato ufficiale e questa seconda vita nella quale facevo quel che volevo mi divertivo e mi sentivo amata. Nel momento in cui poi ho visto che con questa persona le cose stavano diventando complicate e dopo aver trascorso del tempo insieme al mio fidanzato che non vedevo da quasi 4 mesi decisi di troncare questo rapporto. Ovviamente il mio fidanzato di questa persona non sa nulla. Il problema sorge adesso. Circa 10 giorni fa mentre facevo jogging dietro casa mia ho incontrato questo ragazzo che dopo qualche ora mi aggiunse alla sua cerchia di amici su fb, abbiamo iniziato a parlare ininterrottamente, e la domenica sera decidemmo di uscire. Io ovviamente essendo fidanzata ho dovuto dire un po’ di bugie ai miei per uscire. E al mio fidanzato dissi che ero a dormire. Lunedì mattina siamo stati insieme in giro in quanto lui doveva fare delle commissioni di lavoro.. E decidemmo di passare la notte successiva insieme. Mercoledì mattina sveglia colazione al letto e si ritorna all'università. Giovedì sera di nuovo insieme a fare una passeggiata. Venerdì passa sotto casa a salutarmi.
La situazione è strana io questa persona a stento la conosco è ho fatto cose assurde ed in cosi poco tempo. Io dei miei problemi di coppia ne ho parlato diverse volte al mio fidanzato che prende sempre tutto alla leggera e fa finta di niente. "se cade il mondo io mi sposto un po’ più in là" cosi fa lui.. Gli voglio bene ma probabilmente se gliene volessi davvero non farei tutto questo. Dopo aver meditato affondo su queste due relazioni parallele che ho avuto sono giunta a notare una cosa. Mi infatuo sempre di persone che mi ricordano il mio ex, esteticamente, caratterialmente e fisicamente, a volte con gli stessi hobby , stesso lavoro o cose simili.. Io ed il mio ex siamo rimasti in buoni rapporti nel senso che spesso capita che ci incrociamo parliamo tranquillamente, io mi confido con lui e lui con me.A volte penso di non essere mai andata avanti, e che non amerò mai nessuno quanto ho amato e probabilmente amo lui. Non so che fare adesso con il mio attuale ragazzo, non so che fare con quest'altra persona, né con il mio ex che ovviamente è ormai fidanzato da quando ci siamo lasciati.. Ma soprattutto non so più che fare con me,vorrei tanto che ci fosse qualcuno al decidere per me . Non so che fare! Aiutatemi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 MAR 2016

Cara Pulce
c'è qualcosa di irrisolto nella storia col tuo primo ragazzo.
Tutto quello che segue è stata "reazione a catena" al sentirti sola.
Ragazzi così giovani come eravate voi due non dovrebbero subito iniziare un fidanzamento con genitori e parenti e tutti (è un mio parere per carità discutibile).
Penso tu non abbia sviluppato un adeguato senso di te come persona e quindi poi, hai avuto bisogno di tante conferme, di tante relazioni; poi un nuovo fidanzato, poi un nuovo amante che ti faccia sentire davvero donna.
Insomma è tutto un reagire e, questo "reagire" a qualcosa che manca, la dice lunga sul tuo livello di autostima.
La tua personalità deve essere ancora ben formata prima che tu possa intraprendere una relazione equilibrata e serena dove dare e ricevere siano la norma di una reciprocità d'amore condiviso.
Secondo me dovresti lavorare molto su di te con l'aiuto di un buon psicoterapeuta.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7046 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte